A Tirana concerto per la giornata mondiale dell’emofilia

  • Condividi questo articolo

Organizzato dall’ambasciata d’Italia e dall’Istituto italiano di Cultura insieme con la Fondazione Idea e l’Orchestra giovanile albanese

14 aprile 2015 | di | Attualità - Cultura - Eventi

Al fine di sensibilizzare il pubblico nei confronti dell’emofilia l’ambasciata d’Italia a Tirana e l’Istituto italiano di Cultura organizzano un concerto, in collaborazione con la Fondazione Idea e con l’Orchestra giovanile albanese, che avrà luogo il 17 aprile, giornata mondiale appunto dedicata all’emofilia, presso la Sala Ipogea della Cattedrale Ortodossa di Tirana, dalle ore 19.

DSC_1181L’Orchestra giovanile albanese, con la partecipazione di dieci musicisti italiani provenienti dal Conservatorio Cherubini di Firenze, sarà diretta dal Maestro Guido Corti, che da anni sostiene con grande impegno ed entusiasmo il progetto di Pellumb Vorpsi e Arber Neziri della Fondazione Idea per la formazione dell’Orchestra.

Il programma prevede l’esecuzione della Terza Suite delle Antiche danze e arie per liuto di Respighi, della Casa del Diavolo di Boccherini, della Prima Sinfonia di Beethoven e della Ouverture dal Barbiere di Siviglia di Rossini.

IMG_0021Dal 1989 si celebra ogni anno la giornata mondiale dell’emofilia, il 17 aprile, in onore della data di nascita del fondatore della Federazione mondiale dell’Emofilia, Frank Schnabel, che ha dedicato la sua vita a cercare di migliorare le cure per i pazienti emofilici. L’emofilia è una malattia ereditaria recessiva che comporta una grave insufficienza nella coagulazione del sangue a causa della mancanza, totale o parziale, del fattore VIII (emofilia A) o del fattore IX (emofilia B). Più rara è l’emofilia C, data dalla mancanza totale o parziale del fattore IX.

L’emofilia colpisce quasi esclusivamente i maschi e, per la sua complessità, influenza l’intera vita del paziente e quella della sua famiglia. Con questo concerto l’Orchestra giovanile albanese intende sensibilizzare il Governo e tutte le Istituzioni in Albania sulla necessità di fornire ai pazienti emofilici il farmaco, fattore coagulante, che migliora notevolmente la qualità della loro vita.

 

Ajkuna Çela

  • Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *