Alessandro Ronga

Alessandro Ronga

Giornalista e blogger, si occupa di Russia e dei Paesi dell'ex Urss. Scrive per il quotidiano "L'Opinione" e per la rivista online di geopolitica "Affari Internazionali". Ha collaborato per il settimanale "Il Punto". Nel 2007 ha pubblicato un saggio storico sull’Unione Sovietica del dopo-Stalin.

Il gioco al rialzo di Erdogan: «Ankara nella SCO con Mosca e Pechino»

La Turchia potrebbe aderire all’Organizzazione di Shanghai per la Cooperazione (SCO) di cui fanno parte Russia e Cina se l’Ue non muterà atteggiamento nei suoi confronti

Che Recep Tayyip Erdogan ultimamente non fosse entusiasta di far parte dell’Ue lo si era capito. Che ammiccasse ad Oriente pure. Ora peró il presidente turco scopre le carte e non fa mistero di valutare un definitivo abbandono delle trattative con Bruxelles, per traghettare piuttosto la Turchia all’interno dell’Organizzazione di Shanghai per la Cooperazione, l’organismo […]

di 22 novembre 2016 Leggi tutto

L’Ue e il fantasma del “Trumpismo” che si aggira per l’Europa

Le dichiarazioni poco istituzionali delle massime cariche dell’Unione denotano verso l’elezione del nuovo presidente Usa un timore per lo più ingiustificato
Donald Trump

L’esito di un’elezione che si svolge in maniera regolare e democratica va rispettato, comunque la si pensi e chiunque sia il vincitore: una regola base che però molti, avvezzi a ripeterla fino alla noia nel passato, paiono aver dimenticato quando l’esito dell’Election Day americano è divenuto palese. È un dato di fatto che il neoeletto […]

di 14 novembre 2016 Leggi tutto

Hillary ha perso perché gli USA non sono solo New York

Dove Trump ha vinto e dove la Clinton ha perso: riflessioni su un’America molto diversa da quella delle immagini patinate che i media hanno descritto in campagna elettorale

Alla fine è successo quello che pochi, almeno qui in Europa, si aspettavano: il “rozzo” Donald Trump ha battuto nettamente l’ “aristocratica” Hillary Clinton e diventa il 45mo Presidente degli Stati Uniti. Uno schiaffone inatteso per i Democratici, che hanno avuto la grave colpa di aver impostato la campagna elettorale sullo spauracchio-Trump, e nel disegnare […]

di 9 novembre 2016 Leggi tutto

Se l’ “Itexit” arriva nei briefing di Palazzo Chigi

La scelta di nascondere i simboli Ue nelle conferenze stampa di Matteo Renzi rivela una precisa strategia di comunicazione politica rivolta al referendum di dicembre

Del premier italiano Matteo Renzi si può dire di tutto e il contrario di tutto, ma l’aspetto su cui egli mette d’accordo sostenitori e detrattori è senz’altro la sua abilità di fare comunicazione politica. Il fenomeno-Renzi esplose con tutta la sua irruenza durante la campagna elettorale per le Comunali 2009, quelle che lo portarono poi […]

di 3 novembre 2016 Leggi tutto

La nuova legge sul riciclo dei rifiuti divide l’Albania

L’esecutivo apre all’import di pattume in plastica, legno, carta e alluminio, ma opposizione e ambientalisti temono l’arrivo di sostanze tossiche

E’ diventata oggetto di dura contesa politica la nuova legge approvata a fine settembre dal Parlamento albanese, con la quale il governo ha modificato la normativa vigente che proibiva l’importazione di rifiuti in plastica, legno, carta e alluminio nel Paese balcanico. La nuova disposizione, passata per un pugno di voti, autorizza adesso l’ingresso di rifiuti […]

di 24 ottobre 2016 Leggi tutto

Perché all’Unione europea conviene una vittoria di Trump

La distensione con Mosca e l’affossamento del TTIP: i punti del programma di “The Donald” che potrebbero tornare utili all’Ue e alla stessa Italia

Secondo gli ultimi sondaggi, a un meno di un mese dall’Election Day Hillary Clinton conserva 7 punti percentuali di vantaggio su Donald Trump: un risultato di per sé sorprendente, se consideriamo la tempesta mediatica in cui il candidato repubblicano è finito nelle scorse settimane per via delle sue – molto discutibili – affermazioni sessiste. Se […]

di 16 ottobre 2016 Leggi tutto

Perché la “polveriera balcanica” rischia di esplodere di nuovo

Il riacutizzarsi delle tensioni in Bosnia tra serbi e musulmani chiama l’Unione europea ad un ruolo pacificatore da potenza globale, non come nel ’91-’92

L’appello lanciato all’Ue per un allargamento ai Balcani occidentali, quale unico strumento oggi in grado di garantire pace all’Europa, non è stata una dichiarazione di circostanza del presidente Sergio Mattarella: da Sofia, dove si trovava a metà settembre per un incontro con il suo omologo bulgaro Rosen Plevneliev, il Capo dello Stato ha messo il […]

di 26 settembre 2016 Leggi tutto

Multa Apple, una fetta della “Mela” per altri membri Ue?

Spagna e Austria vogliono una quota in base ai profitti generati dal colosso di Cupertino. Dijsselbloem: «Apple si prepari a pagare». Italia potrebbe chiedere integrazione
Apple

Se l’Irlanda si mostra restia a incassare i 13,5 miliardi di euro dalla multa inflitta dall’Unione Europea alla Apple, per aver beneficiato di un’imposta sugli utili pari allo 0,005% considerata da Bruxelles aiuto di Stato, ci sono altri membri Ue che invece avanzano richieste per una quota della maxisanzione. Il caso Apple-Dublino ha tenuto banco […]

di 13 settembre 2016 Leggi tutto

Varsavia a Londra: il Brexit ha accresciuto l’odio verso i polacchi

Ieri vertice interministeriale tra i due Paesi sulle aggressioni nell’Essex che in pochi giorni sono costate la vita a un immigrato polacco e il ferimento di altri due
Brexit

Non è certo un momento felice per la Gran Bretagna. Non bastassero le polemiche del dopo-Brexit, nè le prospettive poco entusiasmanti per l’economia, ora ci si mette anche l’accusa di un incremento delle aggressioni razziali contro gli immigrati, in particolare polacchi. Sabato scorso gli ultimi due casi ad Harlow, nell’Essex, che hanno visto il ferimento […]

di 6 settembre 2016 Leggi tutto

Quando Malattia & Potere vanno in cortocircuito

Il mistero sulla salute del leader uzbeko Islam Karimov conferma una vecchia consuetudine dello spazio ex sovietico: dei malanni del leader non se ne deve parlare

Una guerra di notizie si è scatenata intorno alla sorte di Islam Karimov (nella foto con Vladimir Putin), autocrate e padre della patria in Uzbekistan: colpito da ictus cerebrale ad inizio settimana, il presidente uzbeko è stato prima dato per morto, poi “resuscitato”, poi in fin di vita, poi stabile, poi trasferito in una clinica […]

di 2 settembre 2016 Leggi tutto