Angie Hughes

Angie Hughes

Scrivere in italiano per me è una prova e una conquista, dopo aver studiato tanti anni la lingua di Dante. Proverò ad ammorbidire il punto di vista della City nei confronti dell'Europa e delle Istituzioni comunitarie, magari proprio sugli argomenti più prossimi al mio mondo, quello delle banche.

Bce, banche europee: bene stress test sui tassi

Risultati positivi nella prova richiesta da Francoforte, anche se le borse sono state contrastate. Per la maggior parte dei 110 istituti di credito «il rischio è ben gestito»

È cominciata stamani una settimana importante per il sistema bancario europeo. Con gli attesi risultati positivi degli stress test consolidati per Paese, condotti dalla Banca centrale europea (Bce) su 110 istituti europei vigilati, la “prova” ha permesso di misurare il rischio legato ai tassi d’interesse degli istituti di credito comunitari, ma è stata anche priva […]

di 9 ottobre 2017 Leggi tutto

Londra: metro, sesto arresto, altro che lupi solitari

Si tratta di un ragazzo di 17 anni. Il 21enne siriano Yahyah Farroukh scarcerato. Intanto Muhammad entra nella top ten dei nomi più diffusi nel Regno Unito

Un altro ragazzo è stato arrestato la notte scorsa a Londra nell’ambito delle indagini sull’attentato alla fermata di Parsons Green della metropolitana venerdì scorso: a riportarlo è il sito internet della Bbc. Salgono così a sei gli arresti legati all’attentato, che per fortuna non ha causato morti ma solo feriti, effettuati finora dalla polizia della […]

di 21 settembre 2017 Leggi tutto

Piano UK per stretta a “immigrati europei”

Critiche da Labour e imprese, ma per Theresa May «gli ingressi devono diminuire». Per il sindaco di Londra «è un piano che rischia di soffocare l’economia di Londra»
Brexit

Alla fine la Brexit sarà come se la immaginavano coloro che spingevano per rimanere nell’Unione europea: molto dura, con il rischio di isolare ancora di più “l’isola”. Prende sempre più forma, infatti, il piano del governo britannico per ridurre l’immigrazione dall’Ue dopo il referendum dello scorso anno. Si prospetta una decisa stretta agli ingressi che […]

di 7 settembre 2017 Leggi tutto

Karlsruhe si appella a Corte Ue per attaccare il Quantitative easing

A difendere l’operato del presidente della Bce Mario Draghi la Commissione europea e il ministro delle finanze tedesco Wolfgang Schaeuble

I falchi in Germania all’attacco di Draghi, ma a fermarli è il loro capo Schaeuble. Sembra una vignetta satirica ma in realtà è ciò che sta avvenendo con la decisione dei giudici costituzionali tedeschi di ricorrere alla Corte di giustizia europea contro il Quantitative easing (QE) della Banca centrale europea (Bce), presieduta dall’italiano Mario Draghi, […]

di 17 agosto 2017 Leggi tutto

Brexit: Telegraph, Gb pronta a pagare fino 40 miliardi di euro a Ue

In cambio di un accordo sul commercio, ma il governo Uk smentisce. Bruxelles: in ballo non cifra ma pieno rispetto impegni. Sempre “calda” la questione dei cittadini comunitari

La Gran Bretagna sarebbe disposta a pagare fino a 40 miliardi di euro all’Unione europea per saldare il conto della Brexit ma a patto che Bruxelles accetti di negoziare l’accordo economico nel contesto di un’intesa sulle relazioni future che comprenda anche un accordo sul commercio. È quanto ha rivelato ieri il Sunday Telegraph citando funzionari […]

di 7 agosto 2017 Leggi tutto

Situazione contabile consolidata dell’Eurozona

Voci relative a operazioni di politica monetaria e non comunicate da parte della Banca centrale europea per l’ultima settimana di luglio

Nella settimana terminata il 28 luglio la voce dell’attivo, per le operazioni non di politica monetaria, relativa alle disponibilità e ai crediti in oro, è rimasta invariata. La posizione netta dell’Eurosistema in valuta estera ha mostrato una diminuizione di 0,8 miliardi di euro, raggiundendo € 260,3 miliardi. Nella settimana in esame ci sono state le consuete operazioni finalizzate […]

di 31 luglio 2017 Leggi tutto

“Alla Fiera dell’Est” tra Senato, Banca d’Italia e gli istituti di credito

Palazzo Koch multa gli ex dirigenti della Popolare di Vicenza. Accordo raggiunto tra i sindacati e Intesa Sanpaolo. Ma il Parlamento convoca Padoan per irregolarità Via Nazionale

Come nella canzone di Angelo Branduardi – e nelle italiche querelle – è tutta una caccia a chi dare la colpa degli ultimi fallimenti bancari. Già l’ex premier Matteo Renzi, nel suo libro “Avanti” presentato nei giorni scorsi, aveva a sorpresa scritto che affidarsi alle valutazioni di Banca d’Italia fu un errore. Martedì prossimo Pier […]

di 14 luglio 2017 Leggi tutto

Mps, la Commissione autorizza la ricapitalizzazione precauzionale

L’esecutivo comunitario approva le misure di gestione delle attività deteriorate per il Monte dei Paschi di Siena e l’aiuto di Stato secondo la direttiva BRRD n. 2014/59/EU

La Commissione europea ha approvato il piano dell’Italia a sostegno della ricapitalizzazione precauzionale del Monte dei Paschi di Siena (Mps) in linea con le norme dell’Ue, sulla base di un efficace piano di ristrutturazione. Questo contribuirà a garantire la redditività a lungo termine della banca, limitando nel contempo le distorsioni della concorrenza. Mps è il […]

di 4 luglio 2017 Leggi tutto

Parte il negoziato sulla Brexit tra Regno Unito e Ue

Toni moderati e costruttivi. Ma tante questioni aperte. Soprattutto il risultato elettorale del governo che rende particolarmente debole la posizione del primo ministro May

Comincia con una maratona negoziale di sette ore tra le squadre del Regno Unito e dell’Unione europea, capitanate dal britannico David Davis e dal francese Michel Barnier, la trattativa per l’uscita della Gran Bretagna dall’Ue. Sia Davis che Barnier parlano di un “buon inizio”, e citando Winston Churchill il primo, e Jean Monnet il secondo, […]

di 19 giugno 2017 Leggi tutto

Altro che mandato forte per la Brexit, elezioni mortificanti per la May

Assediata dalla stampa e da quasi tutte le posizioni politiche, compresi i Tory, la premier si aggrappa ai 10 deputati dell’ultradestra unionista nordirlandese del Dup

Aveva portato il Paese al voto per ottenere quel forte mandato popolare che le permettesse di arrivare al tavolo della trattativa per l’uscita del Regno Unito dall’Unione europea con la voglia d’imporre una “Hard Brexit” ai rappresentanti dell’Ue, quasi un anno dopo il referendum del 23 giugno 2016. Finisce con una Theresa May assediata, costretta […]

di 10 giugno 2017 Leggi tutto