Elena Boschi

Elena Boschi

Aretina, classe '81. Laureata in giurisprudenza e storia, si avvicina all'attività multimediale dopo un master e anni di pratica pubblicistica, occupandosi principalmente di politica e cronaca nazionale. Ultimamente la sua attenzione e passione si cimenta con l'attualità europea, grazie anche alla collaborazione con una importante associazione internazionale.

Fmi, Pil Italia: in rialzo le stime, ma ultimo nell’Ue

Washington rivede da +0,7 a +0,8% il dato sulla crescita 2017 del Belpaese. Il debito migliora, mentre a livello mondiale buone attese ma anche rischi di guerre commerciali

Il Fondo monetario internazionale (Fmi) rivede leggermente le stime di crescita per l’Italia, ma pur aumentando leggermente più delle attese nel 2017, la Penisola è fanalina di coda nell’Unione europea con un Prodotto interno lordo (Pil) che quest’anno e il prossimo avanza di un modesto 0,8%. Una nota più positiva arriva però dal debito che […]

di 19 aprile 2017 Leggi tutto

Georgieva lascia la Commissione Ue e ritorna alla Banca Mondiale da Ad

La responsabile per il bilancio dell’esecutivo Juncker si è dimessa e sarà sostituita dal tedesco Guenther Oettinger. È la nuova amministratrice delegata a Washington

Come avevamo scritto poco meno di un mese fa, la vicepresidente della Commissione europea – nonché responsabile per il bilancio – Kristalina Georgieva, ex candidata a segretario generale dell’Onu, si è dimessa per assumere l’incarico di amministratrice delegata della Banca Mondiale, a Washington. Le sue funzioni a Bruxelles, per ora, saranno assunte dal commissario al […]

di 28 ottobre 2016 Leggi tutto

Situazione contabile consolidata dell’Eurozona

Voci relative a operazioni di politica monetaria e non comunicate da parte della Banca centrale europea per la terza settimana di agosto

Nella settimana terminata il 19 agosto la voce dell’attivo, per le operazioni non di politica monetaria, relativa alle disponibilità e ai crediti in oro, è rimasta invariata. La posizione netta dell’Eurosistema in valuta estera si è mantenuta pressoché stabile a € 271,4 miliardi. Tale variazione è ascrivibile alle operazioni per conto clienti e di portafoglio […]

di 24 agosto 2016 Leggi tutto

Glifosato, Pe chiede autorizzazione ridotta e solo per usi professionali

L’erbicida fra i più utilizzati in agricoltura è stato messo in discussione per il potenziale cancerogeno. Il Parlamento europeo invita la Commissione a presentare un nuovo progetto

Oggi, con una risoluzione non legislativa, il Parlamento europeo, a causa delle preoccupazioni in merito al potenziale cancerogeno e alle proprietà d’interferenza endocrina del glifosato – impiegato in molte aziende agricole e nel giardinaggio – ha chiesto all’esecutivo Ue di rinnovarne l’autorizzazione per soli 7 anni, anziché 15, e unicamente per usi professionali. Il glifosato […]

di 13 aprile 2016 Leggi tutto

Biotecnologie agricole: dare voce ai piccoli agricoltori

Dibattito e condivisione di conoscenze al simposio ospitato dalla FAO a Roma sulle esigenze e preoccupazioni delle famiglie contadine

La FAO, Organizzazione delle Nazioni Unite, «ha preso l’impegno di portare il dibattito sulle biotecnologie agricole alle regioni e alle famiglie contadine di tutto il mondo per migliorare la conoscenza, costruire la fiducia e raggiungere un certo livello di consenso», come ha dichiarato oggi il direttore generale, José Graziano da Silva, nel suo intervento di chiusura […]

di 17 febbraio 2016 Leggi tutto

Situazione contabile consolidata dell’Eurosistema

Voci relative a operazioni di politica monetaria e non comunicate da parte della Banca centrale europea per la seconda settimana di inizio 2016

Nella seconda settimana di dicembre la voce dell’attivo, per le operazioni non di politica monetaria, relativa alle disponibilità e ai crediti in oro, è rimasta invariata. La posizione netta dell’Eurosistema in valuta estera ha mostrato un calo di 0,4 miliardi di euro, risultata pari a € 270,5 miliardi. Le operazioni finalizzate all’immissione di liquidità sono […]

di 19 gennaio 2016 Leggi tutto

Ue: Renzi, no a battere i pugni sul tavolo, ma chiediamo rispetto

Per il premier italiano, nella sua “Enews”, con tutti i problemi che ha l’Europa «si guarda allo 0,1% deficit Italia? Non scherziamo, amici»

«L’Italia non va in Europa a battere i pugni sul tavolo: al massimo alza la mano, e fa qualche domanda». Semmai chiede «rispetto e regole uguali per tutti» su temi come la politica energetica o gli aiuti di Stato. Con queste parole il presidente del Consiglio italiano Matteo Renzi, nel “Pensierino della sera” della sua […]

di 10 gennaio 2016 Leggi tutto

Ifc-Cnr di Pisa: nel 1985 respiravamo sicuramente meglio

Uno studio ha evidenziato la presenza dei disturbi respiratori negli ultimi anni. Confermata l’importanza di fattori di rischio quali fumo e ambiente urbano

I nostri polmoni stanno sempre peggio. A dirlo è un’indagine dell’Istituto di fisiologia clinica del Consiglio nazionale delle ricerche (Ifc-Cnr) di Pisa, condotta in collaborazione con l’Istituto di Biomedicina e Immunologia Molecolare (Ibim-Cnr) di Palermo e le università di Pisa (Dipartimento cardiotoracico e vascolare) e Verona ( Dipartimento di informatica). Lo studio ha monitorato dal […]

di 30 dicembre 2015 Leggi tutto

Educazione degli adulti: Italia primo Paese in Europa per iscritti a Epale

Oltre mille cittadini della Penisola registrati sulla nuova piattaforma elettronica comunitaria per l’apprendimento dei non più giovani

L’anno 2015 segna per l’educazione degli adulti in Italia un risultato positivo. Sono oltre mille gli iscritti del Belpaese a Epale (dall’acronimo inglese Electronic Platform for Adult Learning in Europe), la community online, multilingue e ad adesione aperta per insegnanti, formatori, ricercatori, accademici, responsabili delle politiche e chiunque altro svolga un ruolo professionale nel settore […]

di 23 dicembre 2015 Leggi tutto

Bozza di accordo alla Conferenza Onu per il Clima di Parigi: domani il sì finale?

Il commissario europeo Canete ha accusato i rappresentanti cinesi di bloccare le trattative. Ma a spuntarla pare siano proprio i Paesi asiatici

Siamo finalmente alle ultime battute per salvare il pianeta, alla conferenza di Parigi: sembra si sia arrivati a un accordo, con una nuova bozza sul testo condiviso. Un compromesso al ribasso per alcuni, ma pur sempre un’intesa fra i grandi della Terra. Soprattutto su uno dei primi punti, l’articolo 2, che indica la soglia di […]

di 11 dicembre 2015 Leggi tutto