Ilenia Maria Calafiore

Ilenia Maria Calafiore

Nata nel 1989, è laureata in Comunicazione Internazionale presso l’Università di Palermo con una tesi in filosofia politica dal titolo “Teorie e pratiche per la Giustizia Globale“. Nel suo percorso universitario ha approfondito le tematiche storiche ma anche linguistiche relative alla Russia e ai popoli slavi. Ha partecipato ad alcuni progetti internazionali come il Model United Nation a New York ed il Finance Literature of Youth a Togliatti, Russia. A fine 2014 si laurea con il massimo dei voti in Studi Internazionali presso l'Università di Pisa con la tesi “Spunti per uno studio delle politiche della Federazione Russa nel bacino del Mar Nero”.

Come garantire la crescita salvaguardando il nostro pianeta

L’obiettivo finale del “Quadro per l’energia e il clima” è il taglio delle emissioni di anidride carbonica del 85% rispetto al 1990 e la fine della dipendenza energetica. Per centrare l’obiettivo, ecco le strategie 2020 e 2030

Rispettare il nostro pianeta, mantenendo la crescita stabile: una dicotomia possibile. I leader dell’Unione europea nell’ottica della prevenzione, della salvaguardia del pianeta e per far fronte alla domanda in crescita dei consumi, hanno elaborato il “Quadro per l’energia e il clima”. Le misure varate sia a livello regionale che per i singoli stati puntano sull’ammodernamento […]

di 9 febbraio 2017 Leggi tutto

La Siria, fra molti fuochi ma dimenticata

Russia e Cina bocciano la proposta di tregua, tra l’indifferenza di Bruxelles e di Washington, che sembra avere altro a cui pensare dopo l’elezione di Trump

La Siria si è trasformata nella cartina di tornasole del cambiamento della politica internazionale. Basti considerare gli ultimi avvenimenti: lunedì la richiesta in seno al Consiglio di Sicurezza dell’Onu di adottare una risoluzione che stabilisse la tregua ad Aleppo è stata bocciata dal veto di Russia e Cina. I rapporti tra le due potenze asiatiche […]

di 8 dicembre 2016 Leggi tutto

Al Festival delle Letterature Migranti si parla di Siria, senza i soliti clichè

Robin Yassin-Kassab e Leila Al-Shami, a Palermo per la seconda edizione del Festival, hanno discusso di democrazia, diritti, regime e situazione internazionale

Dal 12 al 16 ottobre si è svolta a Palermo la seconda edizione del Festival delle Letterature Migranti. L’obiettivo del festival è riuscire a far parlare tutte le anime di una Palermo multiculturale e multirazziale evidenziandone la ricchezza e l’integrazione. La diversità come fattore di ricchezza, terreno fertile per la cultura. Moltissimi gli interventi con […]

di 18 ottobre 2016 Leggi tutto

Haiti devastata dall’uragano Matthew, almeno 900 morti

A sei anni dal terremoto che distrusse lo Stato, una nuova calamità. L’opinione pubblica europea rimane indifferente, ma la macchina umanitaria di Bruxelles si è mossa subito

Una nuova catastrofe naturale ha sconvolto Haiti. I primi di ottobre l’uragano Matthew si è abbattuto su tutta l’isola provocando almeno 900 morti. L’ennesima strage dopo il terremoto del 2010 che aveva già ucciso 220.000 abitanti. Le zone più colpite sono quelle a sud ovest dell’isola di Hispaniola, e in particolare la città di Jérémie […]

di 14 ottobre 2016 Leggi tutto

Il conflitto in Yemen non si ferma: ancora bombe sugli ospedali

La guerra civile sconvolge il Paese da oltre un anno. Fallito il vertice in Kuwait: i ribelli sciiti annunciano di voler costituire un governo per riorganizzare le zone sotto la propria influenza

La situazione dello Yemen, come sempre nei Paesi che fanno parte del Medio Oriente, è politicamente molto complessa. Il conflitto è iniziato nel Settembre 2014 e comprende una guerra di religione: i ribelli sono gli Houtu, sciiti con collegamenti all‘Iran, appoggiati dai fedelissimi dell’ex presidente Saleh che sono stati in grado di conquistare la capitale […]

di 22 agosto 2016 Leggi tutto

Golpe in Turchia, Erdogan mantiene il controllo del Paese

Nella notte una fazione dell’esercito ha tentato di prendere il potere, ma i fedeli al capo di Stato sono riusciti a sventare l’attacco e ad arrestare oltre 1.500 militari sollevati

Il primo passo è stato quello di bloccare l’aeroporto “Ataturk” di Ankara e la tv pubblica. Poi, da lì, ieri sera alle 22.30 è partito il messaggio dei golpisti che avvisavano la popolazione di aver il controllo del Paese. Poi, hanno tentato di imporre la legge marziale e hanno bloccato i social network. Presto per […]

di 16 luglio 2016 Leggi tutto

La Cina accusa il colpo della Brexit e avverte «Serve stabilità»

Qui Pechino. Il risultato del referendum inglese rischia di vanificare gli investimenti e gli accordi stipulati con Londra. Intanto anche le borse asiatiche bruciano milioni

L’onda lunga della Brexit è arrivata anche in Cina. Li Keqiang, premier cinese, si è espresso in merito al terremoto politico avvenuto in Europa al World Economic Forum di Tianjin. Anche la Cina ha tutto da perdere con un’Europa debole e frammentata: «l’Unione europea deve essere unita e stabile, così come la Gran Bretagna deve […]

di 28 giugno 2016 Leggi tutto

Renzi a San Pietroburgo: l’Italia mediatrice tra Mosca e Bruxelles?

Al business forum la delegazione italiana cerca il dialogo, ma Mattarella frena gli entusiasmi: «Le sanzioni rimangono». E la tensione in Europa sale

L’Italia si avvia a svolgere opera di mediazione tra la Russia e l’Europa. Non è di certo un mistero che i rapporti tra Mosca e Bruxelles si siano deteriorati negli ultimi due anni, a seguito delle pesanti sanzioni inflitte dall’Unione europea alla Federazione per la condotta seguita in Ucraina. I rapporto tra Russia e Ue […]

di 18 giugno 2016 Leggi tutto

L’Unione europea e la tecnologia americana: è ancora scontro

Cosa lega Netflix, Amazon, Google e Android? I conflitti con Bruxelles, che protegge l’Ue con regolamenti e leggi, senza una visione complessiva e credibile del mercato digitale

Negli ultimi anni Bruxelles si è scontrata con alcuni dei colossi americani della tecnologia e dei servizi, per ragioni ogni volta differenti. Il motivo di base però è lo stesso, ossia quello di proteggere la competitività del mercato, laddove queste aziende per motivi strutturali legale ai prodotti o per la scelta degli utenti, tendono ad […]

di 26 maggio 2016 Leggi tutto

Sulla scia di Marco Polo: commercio che unisce Europa e Asia

La nuova “Via della Seta” connetterà Occidente e Oriente attraverso i binari dell’alta velocità, a più di 350 km orari. Ma è davvero necessaria?

Il progetto è di ampio respiro, l’obiettivo è quello di realizzare una linea di alta velocità che collega le maggiori città europee e quelle asiatiche. “Via della Seta” è il suggestivo nome di questa rete capillare il grado di unire due continenti. I vantaggi di questa rete si mostreranno non soltanto per i passeggeri e […]

di 7 maggio 2016 Leggi tutto