Cannes: la capitale del cinema, ma anche dello sport all’aria aperta

  • Condividi questo articolo

La posizione geografica di fronte al mare e il clima mite sono solo alcuni dei punti di forza della cittadina nota in tutto il mondo per il festival del film

29 giugno 2017 | di | Viaggi

Non tutti sanno che la città di Cannes è conosciuta in tutto il mondo per la qualità e l’offerta sportiva all’aria aperta come Sydney, Rio de Janeiro o Miami. Oltre 60 chilometri di sentieri sono stati creati per jogging, semplici corse, passeggiate e trekking. Come nelle aree sciistiche le zone sono state tutte definite con un livello di difficoltà (a seconda del colore-codice), implementate in base alle caratteristiche topografiche di ogni traccia.

La Costa Azzurra vive d’estate il suo momento più attraente, e la creazione a Cannes di aree fitness all’aperto gratuite, dotate di moduli per l’esecuzione di varie combinazioni di attività sportiva, per tutte le età e livelli di running, comprese le persone con una o più disabilità, la rendono unica. E se si vuole essere solo spettatori ci sono più di 50 eventi sportivi all’aperto. E poi c’è il parco forestale di Croix des Gardes, polmone verde di Cannes e luogo ideale per rilassarsi, con 20 chilometri di piste, un percorso fitness e sei vedette che offrono un panorama a 360 gradi.

Per non parlare dell’aspetto storico: la collina del «Suquet» è la culla della città. La parte vecchia con tutti i suoi differenti versanti che permettono al visitatore di percorrere stradine in pendenza, intrecciate da scale sinuose e caratteristiche dove si vive come nei secoli passati. E poi ancora visitare i bastioni, il Musée de la Castre, la torre quadrata e la chiesa. Più in basso al Suquet, il Vecchio Porto di cui la parte più antica, il «Quai St Pierre» risalente al 1838, accoglie vecchie attrezzature e yachts.

Di fronte alla baia di Cannes, le isole di Lérins sono un paradiso di pace con percorsi botanici, una delle principali attrazioni naturali della Costa Azzurra, sotto la protezione del Corpo forestale nazionale. La loro ricchezza è multiforme dal punto di vista turistico, archeologico, architettonico, storico, ecologico e spirituale. Un tesoro unico, dalla flora e fauna alla tranquillità dei monaci cistercensi.

Ma soprattutto Cannes è conosciuta nel mondo perché accoglie da quasi due secoli ospiti internazionali e spettatori per il più famoso dei festival del cinema. Lungo la Croisette, strada conosciuta per le sue insegne prestigiose e i suoi lussuosi palazzi, si assapora il gusto pittoresco di una città mediterranea piena di palme e di charme. E che dire del patrimonio alberghiero, che ha fatto la storia di Cannes e del festival, come il Carlton, il Martinez, o ancora di più il Majestic.

Dalla sua creazione nel 1926, l’Hotel Barrière Le Majestic, posto in posizione ideale all’inizio della Croisette, ha avuto sempre uno speciale legame con l’Italia. La scala monumentale che sale ai piani è in marmo di Carrara, le sale di ricevimento sono state decorate dal pittore Francis di signori, la moderna piscina ha i mosaici realizzati in esclusiva dai famosi maestri vetrai di Murano. E la prima spiaggia privata (aperta dal 1982) e le sale riunioni (1985), quando il turismo d’affari, a Cannes come nel resto del mondo, muoveva solo i primi passi.

L’unica città francese con ben tre casinò (Palm Beach, Casinò Croisette, Casinò Les Princes), luoghi per il benessere, lo shopping, musei e altri luoghi culturali, ha un’intensa serie di eventi molto interessanti per il periodo estivo. Dai les plages electroniques, primo festival di musica del sud della Francia per numero di spettatori che trasformano la spiaggia pubblica in una pista gigante da ballo, al festival d’art pyrotechnique (fuochi d’artificio) che ogni estate illuminano la baia di Cannes.

 

Ludovico Stella

Foto © Pascal Pronnier, Fabrice Rambert

  • Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *