Costa Azzurra in missione nella Caput Mundi

  • Condividi questo articolo

Cannes, Antibes, Saint-Tropez, Nizza, Mentone città entrate nel mito del turismo internazionale. Aumento dei soggiorni con gli italiani maggiori fruitori

28 settembre 2017 | di | Cultura - Viaggi

Da costa comune a Costa Azzurra il passaggio è stato semplice, naturale. Oltre un secolo fa, nel 1887, Stephen Liégeard scrisse «questa spiaggia bagnata dai raggi del sole che merita di essere battezzata Costa Azzurra». Mai battesimo fu più profetico.

Oggi la Costa Azzurra, con Nizza come capitale, è un mondo a parte, un ricco patrimonio di città e paesi che negli anni Sessanta del Novecento hanno contribuito ad alimentare nel mondo un mito: Cannes, Antibes, Saint-Tropez, Nizza, Mentone. Uno dei marchi emblematici, territoriali, della Francia a livello internazionale, tanto da farne una destinazione turistica nazionale e soprattutto internazionale tout court.

Eric Doré

Per promuovere e valorizzare (se ancora ce ne fosse bisogno) l’universo Costa Azzurra sono arrivati a Roma, nello splendido Palazzo Ferrajoli, per un roadshow Eric Doré, direttore generale del Turismo, e Frédéric Meyer, direttore Ente del Turismo della Francia in Italia, con numerosi responsabili delle strutture ricettive. «Abbiamo registrato un aumento dei soggiorni (+18%) e anche gli italiani sono aumentati» spiega Doré. Gli italiani sono i fruitori più importanti nel panorama internazionale della Costa Azzurra nel 2017. Ma la stagione appena trascorsa è servita anche per misurare il flusso turistico dopo gli attentati terroristici. «Dopo gli attentanti di Nizza, c’è stata una grande ripresa per la primavera, nel mese di aprile in particolare, nel corso della quale è stato lanciato il Festival dei Giardini, che ha anche contribuito al ritorno degli italiani» ha aggiunto Doré.

La prima parte del 2017 ha registrato «il ritorno della clientela europea e asiatica – ha sottolineato Frédéric Meyer -. I turisti italiani a Parigi sono aumentati del 15% nel primo semestre di quest’anno, terzo mercato straniero dopo la Germania e la Gran Bretagna».

Una particolare attenzione merita Nizza per i numeri significativi: 2° polo turistico della Francia dopo Parigi, città per popolazione, 2° aeroporto con più passeggeri (dopo Parigi) con 12 milioni circa, i turisti sono oltre 5 milioni, con il turismo settore trainante dell’economia nizzarda e della Costa Azzurra. A Nizza c’è una fra le più grandi concentrazioni di strutture ricettive della Francia con 180 alberghi per un totale di 10.000 camere, ostelli della gioventù, residence e case vacanze. Un appuntamento irrinunciabile: il carnevale che rappresenta la più importante manifestazione della Costa Azzurra in inverno.

La Promenade des Anglais, dove il 14 luglio 2016 c’è stato l’orribile attentato terroristico, è stato proposta come Patrimonio dell’Umanità.

Frédéric Meyer

Cannes come destinazione per il turismo leisure e d’affari per il suo essere internazionale, per l’accoglienza, per le strutture in costante crescita, per il patrimonio e la storia. Che non è soltanto il Festival Internazionale del Cinema che quest’anno ha festeggiato i 70 anni.

«Cannes is Yours Activities» è la piattaforma web di prenotazione dell’Ufficio di Turismo di Cannes, che propone attività a Cannes e sulla Costa Azzurra: attraversate in barca alle isole di Lérins, spettacoli, tour panoramici in elicottero, visite guidate, degustazioni di vino, noleggio di biciclette, massaggi e cure benessere in pochi click.

Mentone, la città dal clima più temperato di Francia, offre un ricco patrimonio botanico con 7 giardini di eccellenza e un patrimonio architettonico tanto da farne la prima “Città d’Arte e Storia” della Api Marittime.

Maupassant ha definito la Costa Azzurra «quel giardino incomparabile che inizia a Hyères e finisce a Mentone».

 

Enzo Di Giacomo

Foto © Enzo Di Giacomo

  • Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *