Cresce l’attesa per i primi Giochi europei Baku 2015

  • Condividi questo articolo

Domani la Welcome Ceremony al Villaggio. La cerimonia di apertura della manifestazione continentale venerdì alle 21 al National Stadium

10 giugno 2015 | di | Attualità - Europa - Eventi - Sport

Tutto pronto a Baku in vista dell’inizio della prima edizione dei Giochi europei, in programma dal 12 al 28 giugno. La manifestazione nata ufficialmente a Roma nel 2012 da una decisione dei Comitati olimpici europei (Coe), che hanno nella Città Eterna la sede operativa, è al suo esordio assoluto. La capitale dell’Azerbaigian aspetta con trepidazione la festa per ospitare l’evento: domani, alle 18 locali, è prevista la Welcome Ceremony al Villaggio Atleti, per dare il benvenuto a tutte le delegazioni e salutare idealmente i circa 6.000 sportivi impegnati nella manifestazione.

Visit by Günther Oettinger, Member of the EC in charge of Energy to to Azerbaijan: Günther Oettinger, visiting the Sangachal oil and gas terminal

Si preannuncia spettacolare la cerimonia di apertura prevista venerdì alle 21 al National Stadium: biglietti praticamente esauriti per quella che si annuncia come una celebrazione della cultura tradizionale azera diretta da Dimitris Papaioannou: un cast di oltre duemila persone creerà uno spettacolo straordinario.

La supervisione dell’evento è affidata a una delle professioniste più esperte e celebri del mondo per cerimonie ed eventi live: Catherine Ugwu. Originaria di Manchester, la Ugwu è stata senior producer per la fase strategica delle cerimonie di apertura, di chiusura e della medal plaza in occasione delle Olimpiadi invernali di Vancouver nel 2010 e produttrice esecutiva, nel 2012, degli spettacoli legati alla cerimonie di apertura olimpiche e paralimpiche dei Giochi di Londra. Nel 2013, ha ricevuto il MBE (membro dell’Ordine dell’Impero britannico) per il contributo a Londra 2012.

azzurreCome riferisce il Coni, arrivano in questi giorni buona parte degli atleti di ogni disciplina. Per quanto riguarda gli italiani, sono arrivati oggi l’olimpionico del tiro a segno, Niccolò Campriani, tra i 10 ambasciatori scelti dal comitato organizzatore per rivestire il ruolo di testimonial dell’evento, gli azzurri della canoa e quelli della mountain bike. Domani, invece, sono attesi a Baku, tra gli altri, la portabandiera, la prima nella storia del judo azzurro, Giulia Quintavalle, le squadre di pallavolo, quella di pallanuoto maschile, gli atleti della lotta greco romana, del karate e del taekwondo, insieme al presidente del Coni Giovanni Malagò, al segretario generale Roberto Fabbricini e al vicesegretario generale e capomissione Carlo Mornati.

 

Rakel Daníelsdóttir

Foto © Coni and European Community

  • Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *