I progressi della Grecia certificati al prossimo Eurogruppo

  • Condividi questo articolo

Il terzo programma di aggiustamento economico per il Paese ellenico è iniziato il 19 agosto 2015 e dovrebbe concludersi il 20 agosto 2018

5 settembre 2016 | di | Economia - Europa

Il prossimo Eurogruppo di sabato prossimo discuterà dei progressi effettuati dalla Grecia nel raggiungimento delle tappe fondamentali convenute nel suo programma di assistenza finanziaria. Il loro conseguimento creerà le condizioni per l’erogazione di ulteriore assistenza finanziaria nell’ambito della seconda quota.

Tale quota, vincolata al completamento positivo del primo riesame del programma, ammonta a 10,3 miliardi di euro, dei quali 7,5 sono stati erogati il 21 giugno 2016. L’assistenza finanziaria prevista dal programma è fornita dal Meccanismo europeo di stabilità (Mes).

{5BEB7127-CFBC-455A-8BA5-B01551D86220}Le condizioni da rispettare per ricevere assistenza finanziaria comprendono una serie di misure e riforme che la Grecia si è impegnata ad attuare al fine di rispondere alle sfide economiche cui deve attualmente far fronte. L’obiettivo generale del programma è garantire il ritorno a una crescita economica sostenibile nel Paese ellenico.

Si ricorda che la richiesta ufficiale di sostegno alla stabilità sotto forma di prestito pubblico da parte del MES, al fine di rispettare i propri obblighi in materia di debito e garantire la stabilità del sistema finanziario, era stata presentata dalla Grecia a luglio del 2015. Dopo l’avallo della Commissione e della Banca centrale europea il finanziamento è partito dal mese successivo e dovrebbe terminare nell’agosto del 2018.

L’Eurogruppo nell’incontro del 9 settembre discuterà, inoltre, di come le revisioni della spesa pubblica dei governi possono contribuire a migliorare la qualità delle finanze pubbliche negli Stati membri della zona euro. Tali revisioni possono promuovere la responsabilità di bilancio e modifiche alla struttura della spesa pubblica tese a promuovere la crescita economica.

{AE7E68B8-192F-436E-B35C-59D57A434353}_previewI ministri economici e delle finanze degli Stati membri della zona euro procederanno a uno scambio delle migliori prassi e delle lezioni apprese dalle loro politiche nazionali. L’Eurogruppo ha avviato la discussione sulla qualità delle finanze pubbliche nel febbraio 2016. I ministri discuteranno brevemente dei preparativi procedurali per l’imminente valutazione dei documenti programmatici di bilancio della zona euro, che inizia ogni anno a metà ottobre. Gli Stati membri della zona euro sono tenuti a presentare i loro documenti programmatici di bilancio per l’anno successivo entro il 15 ottobre affinché la Commissione europea li valuti e siano in seguito discussi dall’Eurogruppo.

I ministri si soffermeranno inoltre su alcune questioni di attualità relative al Patto di stabilità e crescita, come i lavori in corso in materia di semplificazione dell’attuazione delle norme del Patto e la situazione in seguito alle decisioni sulla procedura per i disavanzi eccessivi per la Spagna e il Portogallo adottate a luglio e agosto di quest’anno.

Si ricorda, come abbiamo già avuto modo di spiegare precedentemente (vedi link) che lo scorso 8 agosto il Consiglio europeo ha convenuto di non imporre ammende nei confronti di Portogallo e Spagna per la mancata adozione di misure efficaci intese a correggere i loro disavanzi eccessivi. Ha inoltre intensificato la procedura per i disavanzi eccessivi per entrambi i Paesi, fissando nuove scadenze per la correzione e comunicando le misure da adottare.

 

Goran Marsich

Foto © Eurogroup

  • Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *