Italia-Albania-Montenegro, rafforzare la cooperazione transfrontaliera

  • Condividi questo articolo

Tra gli obiettivi della Strategia Europa 2020: investire su turismo, impresa, infrastrutture, ambiente per una maggiore rete fra Puglia, Molise e i due Stati balcanici

16 marzo 2017 | di | Ambiente - Economia - Europa
Puglia-Italia-Albania-e-Montenegro4

92 milioni di euro per rafforzare obiettivi strategici comuni fra Puglia, Molise e i loro dirimpettai sull’altra sponda dell’Adriatico, Albania e Montenegro. Il nuovo programma Interreg Italia-Albania-Montenegro è stato presentato a Bari alla presenza di istituzioni e diplomazia, come il segretario generale del ministero dell’Integrazione europea dell’Albania, Daniela Cekani, il segretario di Stato del ministero degli Esteri del Montenegro, Aleksandar Andrij Pejovic, l’assessore allo Sviluppo economico e all’industria turistica e culturale della Puglia Loredana Capone e il presidente dell’Associazione di Amicizia Puglia Montenegro Riccardo Di Matteo.

Riccardo Di Matteo: Puglia-Italia-Albania-e-MontenegroFulcro dell’accordo sono gli accordi su quattro principali aree di intervento: la competitività delle piccole e medie imprese per lo sviluppo del mercato transfrontaliero; la gestione del patrimonio naturale e culturale per favorire un turismo sostenibile; la protezione ambientale e il miglioramento dell’efficienza energetica per ottimizzare l’uso di risorse come carbone e acqua; la garanzia di un trasporto sostenibile per migliorare l’accessibilità transfrontaliera.

Ultimo di una serie di programmi di cooperazione, impensabili solo 25 anni fa quando la nave Vlora sbarcò a Bari con 20 mila profughi albanesi in fuga dal collasso economico, Interreg Italia-Albania-Montenegro rientra nell’alveo degli obiettivi della Strategia Europa 2020 e della Politica di Coesione – politica di investimenti dell’Unione europea – e riprende le linee guida della prima Call for Proposals, bando che sosterrà con un fondo di 25 milioni la cooperazione fra i soggetti coinvolti. Ulteriore scopo, spiega durante l’incontro Di Matteo, è lo snellimento delle procedure burocratiche fra le parti, per incrementare la partnership imprenditoriale fra Italia, Albania e Montenegro con vantaggi fiscali e commerciali.

Puglia-Italia-Albania-e-Montenegro«La tradizione di rapporti non comincia oggi, ma oggi si consolida», commenta la Capone. «Un’opportunità per tutti, non solo per ragioni geografiche ma anche culturali. Insieme possiamo lavorare su progetti capaci di incidere positivamente sulla vita dei nostri cittadini, che dai rapporti fra istituzioni e imprese riescano a trarre il meglio possibile. Dall’alleanza economica e della condivisione culturale possano nascere progetti in grado di renderci più competitivi. L’augurio è che i progetti rispondano alle aspettative delle nostre comunità e che il mare sia sempre più fratellanza, pace, unione».

 

Raisa Ambros

 

  • Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *