Strasburgo: la città delle cicogne nel cuore del Vecchio Continente

  • Condividi questo articolo

Sede ufficiale e plenaria del Parlamento europeo, del Consiglio d’Europa e della Corte europea dei Diritti dell’uomo. Simbolo della volontà di riconciliazione tra i popoli

20 marzo 2016 | di | Ambiente - Europa

Visitare Strasburgo significa passeggiare in una città di fiaba. Il centro storico, circoscritto dal fiume III, affluente del Reno, è infatti un reticolo di piccole strade sulle quali si affacciano le pittoresche case con i classici decori, tetti spioventi costellati da piccole finestre. Tra i molteplici ristoranti e ponticelli  si respira un’atmosfera frizzante e suggestiva, piena di brio e del più tipico spirito alsaziano.

2

La città si chiama Strasburgo perchè significa incrocio di strade e proprio da questa intersezione si presenta in tutto il suo splendore la Cattedrale di Strasburgo: sospesa tra cielo e terra,  la Cattedrale di questa meravigliosa città è un monumento di arte gotica il cui campanile si staglia per oltre 140 metri.

Accanto a questa pura atmosfera tradizionale si distingue un forte spirito europeo: Strasburgo, oltre ad ospitare un importante polo universitario, è infatti sede del Parlamento europeo, del Consiglio d’Europa e della Corte europea dei Diritti dell’uomo, ospitati in un quartiere modernissimo e a sua volta suggestivo.

Strasburgo, come N4ew York e Ginevra, è infatti una delle città al mondo con sedi istituzionali internazionali senza essere capitale di Stato. Scelta non solo per la posizione strategica, che nei secoli l’ha messa spesso in pericolo con le guerre, sospesa com’è tra Francia e Germania, ma anche per una volontà di riconciliazione tra i popoli e come simbolo di un continente proiettato al futuro.

Non tutti sanno però che le cicogne scelgono l’Alsazia e in particolare Strasburgo per i suoi tetti.
Questi uccelli vengono in questa regione a nidificare e scelgono di fare i loro nidi sui campanili delle chiese e sui tetti delle case.

3La cicogna, simbolo di fertilità, è divenuto il simbolo dell’Alsazia e i villaggi e i paesi che s’incontrano sulla strada del vino alsaziana sono la meta di questi uccelli. Lo shopping offre tanti prodotti caratteristici in particolare le ceramiche alsaziane, molto decorative e utilizzabili anche per cucinare, le stoffe dai decori caratteristici e i morbidissimi peluche che spesso ritraggono la cicogna.

D’altra parte Strasburgo è sempre affollata di turisti per cui non ci si può lamentare se alcuni suoi quartieri hanno un aspetto un po’ vacanziero. Non può, inoltre, mancare un’escursione in battello in modo da avere una panoramica generale nella città e successivamente entrare nei dettagli visitandola a piedi ma anche le onnipresenti biciclette sono un mezzo di trasp5orto preferito per ogni tipo di spostamento e sfrecciano in ogni direzione.

Un viaggio a Strasburgo rappresenta il completamento di un percorso di  studio su tematiche europee  e un confronto sulle sue istituzioni, ma è anche sinonimo di cultura, arte, natura e divertimenti.

 

Francesca Sirignani

Foto © Francesca Sirignani

  • Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *