Tajani e Navracsics oggi a Norcia con giovani Ue

  • Condividi questo articolo

Il commissario europeo per l’istruzione in visita nella cittadina umbra insieme al presidente del Pe, alla presenza dei sottosegretari Boschi, Bobba e Buitoni

4 settembre 2017 | di | Europa - Eventi - Politica

A più di un anno dal tremendo terremoto del Centro Italia, nella giornata di oggi e domani il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, sarà nuovamente a Norcia, questa volta accompagnato dal commissario europeo all’Educazione, alla Cultura, ai Giovani e allo Sport, Tibor Navracsis, per incontrare i cittadini, le autorità locali e nazionali e i primi giovani volontari del nuovo Corpo europeo di solidarietà. All’arrivo nella cittadina umbra, alle 16.40 è previsto l’incontro con il sindaco Nicola Alemanno. A seguire un incontro con i giornalisti davanti alla cattedrale di Norcia. Dalle 18 alle 19.30 Tajani e Navracsis parteciperanno al “Dialogo con i Cittadini” sul tema: “Costruire un’Europa migliore per le generazioni future”. Alle 21 il presidente del Parlamento europeo sarà presente a un evento con i volontari del Corpo europeo di solidarietà attivi nella ricostruzione.

   Jean-Claude Juncker, Antonio Tajani, Nicola Alemanno

La mattina di domani, alle 9.45, Tajani e Navracsis visiteranno i progetti promossi dal Corpo europeo di solidarietà. Oltre a loro saranno presenti l’arcivescovo Renato Boccardo, il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Maria Elena Boschi, il sottosegretario al ministero del Lavoro e degli Affari Sociali Luigi Bobba, il sottosegretario al ministero per i Beni e le Attività culturali Ilaria Borletti Buitoni, il capodipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli, il direttore dell’Agenzia nazionale per i Giovani Giacomo D’Arrigo e il capo della Rappresentanza della Commissione europea in Italia Beatrice Covassi. Al termine della visita, alle 12, vi sarà la conferenza stampa del presidente Tajani a cui parteciperanno anche il commissario Navracsis e il sottosegretario Boschi.

«Il nostro obiettivo è fare di Norcia la capitale del Corpo europeo di solidarietà, in tal senso chiederemo sostegno, ma anche un preciso impegno, sia al presidente del Parlamento europeo, sia al commissario europeo ai giovani, che saranno oggi qui» ha dichiarato all’Agenzia Ansa Joe Short, il tutor dei 16 giovani provenienti da vari Paesi dell’Ue e che dal 17 agosto sono impegnati nel progettoEurope for Norcia“, con attività nei cantieri e nelle associazioni della città umbra colpita dal sisma fino al 17 settembre. «Abbiamo costruito nell’area dell’ex campo sportivo anche una cupola geodetica che vuole essere il simbolo di questo progetto, oltre che un punto di incontro dove svolgere delle attività», ha spiegato Short, anche presidente dell’associazione Kora, incaricata, con la Cooperativa di sperimentazione territoriale per lo sviluppo sostenibile di Passignano sul Trasimeno, dall’Agenzia nazionale per i giovani, di seguire l’iniziativa di Norcia, maturata nell’ambito del progetto Erasmus plus e tanto sollecitata dal Comune di Norcia.

   La “gabbia” messa a protezione della facciata della Basilica di San Benedetto, patrono d’Europa

«A questa esperienza» – annuncia Short – «ne seguiranno altre: a marzo 2018 e poi nel 2019, arriveranno altri due gruppi, 14 volontari ciascuno, provenienti da tutta Europa e si fermeranno nelle zone del sisma per nove mesi. I giovani che verranno saranno impegnati soprattutto nel mondo dell’associazionismo». In totale circa 230 giovani forniranno assistenza fino al 2020 alle comunità vittime dei terremoti in Italia. Short racconta anche l’impatto dei giovani impegnati in città: «Non si attendevano di trovare tutte queste difficoltà e alcuni fanno fatica a capire perché ancora la ricostruzione non sia iniziata. Tutti si sono calati con lo spirito giusto in questo progetto e non risparmiano energie nel dare un contributo a questa gente che in questi mesi ha perso tutto». I 16 giovani sono stati chiamati a dare un aiuto  anche nei cantieri, come quello della Basilica di San Benedetto o dei monaci benedettini che stanno realizzando il nuovo monastero.

In effetti è cominciata proprio da pochi giorni la messa in sicurezza della parte interna della Basilica, operazione che precede la rimozione delle macerie. Le operazioni sono svolte dai vigili del fuoco ed è previsto che si concludano in quattro settimane. I lavori di rimozione delle macerie saranno coordinati da Claudio Modena, ingegnere dell’Università di Padova che ha progettato la “gabbia” messa a protezione della facciata (nell’immagine precedente). Proseguono pure i lavori per la realizzazione delle SaeSoluzioni abitative di emergenza – nei territori colpiti dal terremoto. Ad oggi, sono stati completati i lavori in quaranta aree e sono state consegnate ai sindaci 761 casette, di cui 381 ad Amatrice, 145 ad Accumoli, 150 in Umbria – tra Cascia e Norcia -, 84 nelle Marche (ad Arquata del Tronto, Fiastra, Monte Cavallo e Pieve Torina) e una a Torricella Sicura (Teramo). Secondo i dati forniti dalle quattro Regioni colpite – come rende noto la Protezione Civile – sono complessivamente 3.649 le Sae ordinate per i 51 comuni che ne hanno fatto richiesta. Sul sito istituzionale del Dipartimento è possibile consultare la mappa interattiva sullo stato di avanzamento dei lavori di installazione delle Sae.

Tornando a Norcia 3 dellecasettedonate, ad altrettante famiglie rimaste senza abitazione dopo il sisma dello scorso anno, provengono dall’Associazione degli Umbri a Bruxelles – grazie alla somma raccolta nel febbraio scorso in occasione di una festa nella capitale belga e comunitaria – oltre ai fondi ottenuti da gruppi di volontari di Conegliano e di Spresiano, città in provincia di Treviso. «Le casette sono state installate e verranno inaugurate domenica 17 settembre», rende noto Francesca Cionco, presidente dell’Associazione, rivolgendo – in un comunicato della Regione – agli «amici degli umbri un immenso grazie per aver partecipato alla raccolta fondi. Grazie alla vostra generosità abbiamo raccolto 3.000 euro con i quali l’Associazione ha contribuito ad acquistare tre casette di legno destinate a Norcia». Una festa precederà l’inaugurazione sabato 16 settembre, alle 21, con un concerto in piazza San Benedetto in cui si esibiranno i giovani strumentisti dell’Orchestra Albinuti junior (composta da allievi degli Istituti musicali di Spresiano e Conegliano e della Scuola di musica di Treviso) e il complesso bandistico Città di Norcia. L’indomani, alle 11,30, la cerimonia d’inaugurazione delle casette (via Case sparse, localita’ Opaco).

 

Nicola Del Vecchio

Foto © European Union

  • Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *