Verona, uno dei luoghi più amati e più visitati al mondo

  • Condividi questo articolo

Le romantiche strade medioevali, i mille suggestivi scorci, la musica suscitano da sempre emozioni indimenticabili. E poi l’Arena, il terzo anfiteatro più grande d’Italia

15 settembre 2017 | di | Viaggi

Verona, meravigliosa città d’arte immersa nella storia millenaria, tra dolci colline, maestose montagne, la verde pianura e lo splendido Lago di Garda. Quest’ultimo rappresenta una perla del territorio italiano e del turismo internazionale, una fonte naturale di quiete e relax ma anche di sport e divertimento, entusiasmando e soddisfacendo quindi, in ogni periodo dell’anno, le esigenze di giovani e adulti, turisti e abituali amanti della zona. Illimitate le escursioni da intraprendere: naturalistiche, culturali, sportive e all’insegna del divertimento.

A Sud del bacino sorgono Valeggio sul Mincio, Borghetto e Custoza, antichi borghi in cui il tempo sembra essersi fermato.

Una città elegante, raffinata e accogliente in cui antico e moderno si fondono, regalando un’atmosfera e un ambiente di cui è impossibile non innamorarsi. Nel centro storico Piazza Bra e l’ArenaPiazza Erbe e Piazza dei SignoriVia CappelloCorso Porta Borsari cedono il passo al Teatro Romano, a Ponte Pietra, a Castelvecchio, al Ponte Scaligero e alle storiche chiese di San Fermo e Sant’AnastasiaSan Zeno e del Duomo.

Grazie ai resti romani ben conservati, Verona viene da molti considerata la seconda città in Italia dopo Roma. Basti pensare alle monumentali Porta Borsari e Porta Leoni e all’odierna Piazza Erbe, antico foro romano.

Il monumento più conosciuto è senza dubbio l’anfiteatro Arena che, dopo duemila anni, è ancora in grado di regalare emozioni uniche ai numerosi visitatori che quotidianamente vi giungono da ogni parte del mondo. Costruito nella prima metà del I secolo d. C., è il terzo anfiteatro più grande d’Italia, dopo il Colosseo e l’anfiteatro di Capua.

La città è stata resa celebre e immortale dalla penna di William Shakespeare, in particolare dalla tragedia dei due giovani e sfortunati amanti: Romeo Montecchi e Giulietta Capuleti.

Nell’abitazione di quest’ultima, una casa torre risalente al XIII secolo, spicca il famoso balcone dal quale Giulietta si sarebbe affacciata per parlare con il suo amato.

Per invitare chi non avesse ancora visitato questa splendida città, è fondamentale citare Shakespeare: «Non esiste mondo fuor dalle mura di Verona».

Innumerevoli, infine, sono gli appuntamenti legati al tema dell’Amore e coinvolgenti gli incontri culturali, teatrali e musicali che non deluderanno nessuno.

 

Francesca Sirignani

 

 

  • Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *