Arnaud Desplechin: il fascino meraviglioso dell’imperfezione

Il regista francese, protagonista del Festival Rendez-vous 2018, spiega la propria personale ricerca e i caratteri salienti della sua concezione estetica

La vita può essere ricostruita solo tramite i frammenti della memoria, mai nella sua interezza. Questo il principio che sottende la trama di Trois souvenirs de ma jeunesse, distribuito in Italia con il titolo I miei giorni più belli, certo meno poetico ed evocativo, per quella fastidiosa abitudine a travisare il dettato originale per presunti […]

di 11 aprile 2018 Leggi tutto