AIS Lazio apertura anno sociale 2018/2019

  • Condividi questo articolo

Crescita costante degli iscritti, percorsi con i delegati, preparazione della serata di Fiuggi. Intervista al presidente Angelica Mosetti confermata per il 2° mandato

3 ottobre 2018 | di | Enogastronomia

L’ottobre romano dell’Associazione Italiana Sommelier (Ais), delegazione di Roma, si tinge dei colori rosso e bianco con sfumature rosate dei vini della Sicilia e della Sardegna, le due isole maggiori dove la vitivinicoltura è parte consistente dell’economia e della cultura.

L’inaugurazione dell’anno sociale 2018/2019 nella sede del lussuoso “A.Roma Lifestyle Hotel” si è svolta con il leit motiv dei vini siciliani e sardi fortemente voluto dal neo eletto delegato di Roma, Marco Sanfilippo, alla presenza di un pubblico folto e attento e con una nutrita partecipazione di aziende vinicole delle due isole. E la presenza del presidente dell’Ais Lazio, Angelica Mosetti. Tutto questo nel solco di una tradizione che affonda le radici nel 1965, anno di fondazione dell’Ais.

Nel 2014 purtroppo c’è stato lo strappo, la “scissione di Monte Mario” con l’uscita della sezione di Roma guidata da Franco Maria Ricci e la conseguente nascita della Fondazione Italiana Sommelier. Al momento della “scissione” l’Ais nazionale contava 30mila iscritti, mentre quella di Roma ne annoverava 2500. «Con queste scelte insensate finisce un incubo» aveva commentato il presidente Antonello Maietta.

Oggi la Delegazione Lazio, guidata dall’energica Angelica Mosetti al 2° mandato, può contare su 2.000 iscritti, con un recupero e un ampliamento delle strutture regionali; mentre gli iscritti a livello nazionale ammontano a + 40.000. Un lavoro di recupero costante a conferma della credibilità dell’Ais in questi quattro anni del nuovo corso. Fra gli eventi più significativi “Alla scoperta della Toscana con Luca Radicchi- Montepulciano, Montalcino, Bolgheri” (16 novembre 2018), “A tutto formaggio” (11 ottobre 2018) e altri che possono essere visualizzati sul sito dell’Associazione.

Programmi per il nuovo anno sociale? «Consolidare i corsi con la partecipazione sempre più numerosa. Stiamo preparando la serata per il Gran Galà Vitis, curata dalla delegazione AIS di Frosinone che si svolgerà a Fiuggi il 17 novembre 2018. L’evento è dedicato a tutti coloro (Istituzioni, aziende, giornalisti, esperti di settore) che si distinguono per meriti e impegno nella diffusione dellaCultura del vino e del Cibo” nella nostra Regione. E poi tanti percorsi con i delegati, progetti concreti per migliorare il comparto relatori – ha spiegato Angelica Mosetti, nella foto a sinistra – in questi 4 anni siamo cresciuti, se si pensa ai pochi iscritti della nuova era, arrivando a 2000, con un ruolo sempre più incisivo all’interno della struttura nazionale». Il tandem Maietta/Mosetti quali risultati ha dato? «Siamo grandi amici. Ci siamo incontrati quattro anni fa, e qualche volta ci siamo scontrati. C’è grande feeling anche mentale, condivido molte cose con Maietta».

 

Enzo Di Giacomo

Foto © Enzo Di Giacomo

  • Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *