Ungheria

Commissione, Italia tra le 5 caselle vuote della von der Leyen

Importante rispettare calendario per la nomina dei rappresentante degli Stati membri a Bruxelles. Si ripeterà un “caso Bonino”? E poi c’è sempre il rischio procedura d’infrazione…

La data del 26 agosto non è un ultimatum legale, ma è stata indicata dal Consiglio europeo, per cui è fondamentale rispettare il calendario prestabilito per la nomina del proprio commissario europeo. Da Bruxelles hanno fatto intendere più volte come “convenga” nominare al più presto il rappresentante italiano: il ragionamento è semplice, prima potrà incontrare […]

di 16 Agosto 2019 Leggi tutto

L’imposta ungherese sulla pubblicità non è incompatibile con l’Ue

Il Tribunale annulla la decisione della Commissione europea in merito agli aiuti di Stato per diminuire il carico fiscale delle imprese secondo il regolamento dell’Unione

Nel 2014 sotto il governo Orban il Parlamento ungherese ha approvato tra le varie disposizioni, quella inerente la pubblicità. È infatti stata introdotta un’imposta speciale sugli introiti delle pubblicità in qualsiasi forma siano veicolate (giornali, radio, cartelloni pubblicitari, media, audio). L’imponibile è costituito dal fatturato netto su base annua generato dalle pubblicità di un esercizio, […]

di 28 Giugno 2019 Leggi tutto

Richiamo dell’ambasciatore francese, tra Paesi Ue è la 3a volta

Prima assoluta tra Stati fondatori. Intanto il segretario di Stato Usa chiederà compattezza su Venezuela, Iran e Russia all’Unione europea incontrando l’Alto rappresentante Mogherini

Il richiamo dell’ambasciatore è un passo raro nei rapporti fra Stati membri dell’Unione europea. Dopo il richiamo dell’ambasciatore francese Christian Masset a Roma, è la terza volta che tra Paesi appartenenti all’Ue avviene, addirittura prima in assoluto fra fondatori delle prime Comunità europee. Noi di Eurocomunicazione non vogliamo assolutamente dare giudizi o fare commenti su ciò […]

di 7 Febbraio 2019 Leggi tutto

Clima, Corte dei conti Ue: Europa agisca contro la desertificazione

Relazione revisori, manca strategia: «la Commissione non ha un quadro chiaro delle problematiche rappresentate dalle crescenti minacce e degrado del suolo»

L’Unione europea dovrebbe intervenire per frenare l’avanzata della desertificazione, che affligge soprattutto i Paesi del Mediterraneo, dove in 10 anni le aree a rischio sono aumentare di quasi 1,8 milioni di ettari (17.700 km quadrati). È una delle raccomandazioni della Corte dei Conti europea (ECA, European Court of Auditors), che in una relazione dedicata alla […]

di 18 Dicembre 2018 Leggi tutto

Nessuna abolizione delle nozze omosessuali in Romania

Non è stato raggiunto il quorum del 30%; nei due giorni di tornata elettorale appena il 20,41% dei cittadini hanno votato per ridefinire la famiglia
Referendum Romania

Fallisce il referendum del 6 e 7 ottobre in Romania, mirato alla modifica dell’articolo 48 della Costituzione in modo da stabilire un divieto netto alle nozze tra persone dello stesso sesso, o meglio a sancire come l’istituzione matrimoniale fosse esclusivamente tra uomo e donna. Solo 3.731.704 rumeni si sono recati alle urne, poco più del […]

di 8 Ottobre 2018 Leggi tutto

Antinori al BusinessClubItalia: un vino al passo con le esigenze del mercato

La produzione si è estesa in Ue nei Paesi come Malta e Ungheria. Ogni anno vengono vendute circa 18 milioni di bottiglie per ricavi di 150 milioni di euro
made in Italy

Il breakfast organizzato il 25 settembre dal Business Club Italia – il think tank con sede a Londra che approfondisce le tematiche italiane dalla prospettiva di professionisti trasferiti oltremanica – ha visto come ospite d’eccezione Allegra Antinori, presidente delle rinomate omonime cantine. Troppo presto per bere tra le 8.30 e le 10, non certo per […]

di 2 Ottobre 2018 Leggi tutto

Italia-Visegrad, posizioni distanti su ricollocamenti

Nel Belpaese sia il premier ceco Babiš, per incontrare Conte, che quello ungherese Orbán con Salvini. Insieme contro l’immigrazione illegale, ma distanti su come combatterlo

L’Italia e i Paesi del Gruppo di Visegrad condividono pienamente l’obiettivo di combattere l’immigrazione illegale, di intensificare la cooperazione con gli Stati da cui hanno origine le partenze e, in quest’ottica, di aumentare le risorse europee destinate al Fondo per l’Africa. Restano distanti, invece, le posizioni del Belpaese da quella dei due governi presenti oggi […]

di 28 Agosto 2018 Leggi tutto

1945: un film sulle conseguenze del ritorno

Esce il 3 maggio nelle sale italiane l’ultimo lavoro del regista ungherese Ferenc Török, uno sguardo acuto e originale sulla tragedia dell’Olocausto

12 agosto 1945. Un treno arriva in un piccolo villaggio ungherese mentre lentamente si estinguono gli ultimi fuochi del secondo conflitto mondiale. Ne escono due figure, mute e oppresse da un’invisibile malinconia, due ebrei che portano con sé altrettanti misteriosi bagagli. Il loro camminare silenzioso e testardo dietro il carretto che li conduce in paese […]

di 16 Aprile 2018 Leggi tutto

S’indurisce la Brexit, s’addolcisce l’Europa centrale

Più passa il tempo meno sono le speranze di una transizione leggera con Londra. Di contrasto il leader magiaro Orban dipinge un futuro radioso e determinante per i Visegrad
Brexit

Continua la trattativa tra Bruxelles e Londra sull’uscita del Regno Unito dall’Unione europea. Soprattutto le schermaglie tra il ministro britannico per la Brexit David Davis e il negoziatore per l’Ue Michel Barnier. O il governo di Sua Maestà accetta tutte le regole o rischia di “saltare” l’accordo sulla transizione leggera inizialmente prevista. L’Unione europea esorta […]

di 10 Febbraio 2018 Leggi tutto

Nuove presidenze per l’Unione europea nel 2018

Prima volta per la Bulgaria, poi momento verità con l’Austria. Sfide su Brexit, Eurozona, migranti. Focus su crisi Germania e Spagna, elezioni in Italia

È iniziata ufficialmente oggi la prima presidenza bulgara della storia dell’Unione europea, dopo l’ultimo semestre passato alla guida dall’Estonia. Ma l’attenzione (vedi articolo di Eurocomunicazione di ieri) è già tutta spostata per la seconda metà dell’anno, quando a trainare le politiche comunitarie sarà il controverso neogoverno di estrema destra austriaco, col rischio che i boicottaggi […]

di 1 Gennaio 2018 Leggi tutto