“Cibo nelle scuole”: Finlandia all’avanguardia nel mondo

  • Condividi questo articolo

Unico Paese, insieme alla Svezia, che offre ogni giorno un pasto gratuito a tutti gli alunni fra i 7 e i 16 anni. Tre chef finlandesi premiati a Roma dall’ambasciatore Taalas

13 Giugno 2016 | di | Attualità - Enogastronomia - Europa

Dopo Vienna (dove aveva ricoperto la carica di vice capo della Task Force della Presidenza finlandese dell’OSCE), e New York (dove è stato vice rappresentante permanente di Finlandia nella Missione permanente presso l’ONU), Janne Taalas è arrivato a Roma come nuovo Ambasciatore della Repubblica di Finlandia in Italia dal 1° settembre 2015. «Roma è una grande città che sin da giovane ho studiato e dove ho fortemente desiderato di viverci. Ora ho questa grande opportunità. L’Italia è in una fase molto importante a livello europeo e spero di rimanere a Roma per molto tempo» dichiara con entusiasmo l’Ambasciatore a Eurocomunicazione.

L’ambasciatore Janne Taalas

Sabato 28 maggio è stata inaugurata a Venezia la 15° Mostra Internazionale di Architettura dal titolo “Reporting From the Front”. La Finlandia partecipa con il progetto “From Border to Home. Housing solutions for asylum seekers” (Dalla frontiera a casa. Soluzioni abitative per i richiedenti d’asilo) e l’Ambasciatore, Janne Taalas, ha partecipato all’inaugurazione della Mostra.
Proprio nella sua residenza romana ha voluto promuovere l’evento “Cibo per le scuole” e per l’occasione sono stati premiati tre chef finlandesi della scuola di Ruonala nella città di Kotka, in viaggio premio in Italia. Sono Jaana Huuhka che ha anche il compito di pianificare i pasti scolastici per la città di Kotka, Susanna Olkkonen e Lenni Marttila. Un evento semplice per far conoscere l’impegno della Finlandia in un settore vitale per la vita della Repubblica, la scuola.

La Finlandia è l’unico Paese al mondo con la Svezia che offre ogni giorno a tutti gli alunni un pasto gratuito durante il percorso della scuola dell’obbligo (alunni nella fascia di età fra i 7 e i 16 anni). La Finlandia è stato il primo Paese al mondo nel 1948 a stabilire per legge che ogni scolaro doveva ricevere a un pasto gratuito a scuola. Il gruppo della scuola di Ruonala di Kotka, che ha vinto il concorso quest’anno, prepara pasti giornalieri per 210 alunni del ciclo di istruzione primaria (alunni dell’età di 7-12 anni). L’attenzione è anche verso gli immigrati in un Paese dove un alunno su tre è arrivato in Finlandia da altri Paesi. In tal modo anche un nuovo bambino viene introdotto ai sapori finlandesi. È da sottolineare che in Finlandia per gli ingredienti di un pasto scolastico si possono spendere da 70 centesimi a 2 euro per alunno al giorno. Il pasto scolastico proposto dai tre vincitori: delicata zuppa di salmone affumicato; verdure colorate gratinate al forno; salsa per fusilli con polpettine; insalata verde con mandarini; nodini di pane; sbriciolata ai mirtilli neri con salsa di vaniglia.

La Finlandia ha una vasta superficie però con una popolazione di oltre 5 milioni di abitanti, un milione dei quali nella capitale Helsinky. È entrata a far parte dell’Unione Europea dal 1° gennaio 1995 e dal 2002 ha adottato l’euro come moneta nazionale, sostituendo il marco che era stata la valuta ufficiale dal 1860 al 2001.
I finlandesi amano l’Italia e nel 2014 sono stati 265mila quelli che hanno visitato il Bel Paese. Il mercato turistico finlandese è nel complesso «di piccole dimensioni, maturo, competente e con buona capacità di spesa. Per l’Italia il 2014 è risultato un anno positivo in quanto i viaggi verso il Bel Paese sono aumentati del 22%» secondo il rapporto dell’Enit.
Anche gli italiani hanno verso la Finlandia un’attenzione particolare, quasi un amore segreto verso quelle città fascinose del nord Europa.

 

Enzo Di Giacomo
Foto © Enzo Di Giacomo

  • Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *