Gli eventi culturali della Finlandia nel 2018

  • Condividi questo articolo

L’Ambasciata del Paese Nordico in Italia promuove una serie di eventi nei capoluoghi della Penisola, dopo i festeggiamenti per il centenario dell’indipendenza

24 febbraio 2018 | di | Cultura - Europa - Eventi

Non si fermano le iniziative della Finlandia nello Stivale, in questi primi mesi del 2018. A Firenze il cinema La Compagnia ha ospitato la mostra fotografica Donne Forti Luce Tenue, dal 18 gennaio fino all’8 febbraio (esposizione sui protagonisti del grande schermo che era iniziata alla Casa del Cinema di Roma, dal 27 aprile al 23 maggio 2017). A Milano, tra letteratura, spettacolo e musica, c’è stato il festival I Boreali, dal 22 al 25 febbraio, con le tantissime proposte della casa editrice Iperborea e sempre a Milano, dal 23 al 25 marzo, ritornerà la fiera Be Nordic che, ormai ogni anno, fa conoscere nel Belpaese lo stile di vita delle regioni nordiche d’Europa.

Lo scorso anno, il centenario dell’indipendenza della Finlandia è stato lo spunto alla base di molti eventi in Italia: tra questi bisogna ricordare il concorso Racconti sulla Finlandia (organizzato dall’ Ambasciata, dalla Associazione Giuseppe Acerbi, da Visit Finland) e la mostra Vetro & Dipinti dell’artista Markku Piri, arrivata in diverse città. Nell’aprile (dal 4 al 9) del 2017 il design è stato al centro del Salone del Mobile a Milano, grazie ad Ambasciata di FinlandiaHelsinki Design WeekAalto-UniversitàFinpro Lifestyle Program.

La scorsa estate, We Love Finland ha rappresentato l’insieme di iniziative per celebrare, a Roma, spettacolo e musica popolare (con We Love Helsinki e Kyrö Distillery). L’8 novembre 2017, l’incontro Cittadinanza attiva di domani – organizzato dall’Ambasciata di Finlandia – ha illustrato la lunga esperienza di partecipazione civica finlandese. Tra gli avvenimenti dedicati all’arte, l’installazione multimediale The Aalto Natives è stata aperta alla Biennale di Venezia fino al 26 novembre 2017.

La cultura è stata al centro anche in Liguria, al Sibelius Festival (ottobre 2017) e il 17 ottobre alla Casa dell’Architettura di Roma l’evento Architettura in Finlandia, da Alvar Aalto alle nuove generazioni dell’Ambasciata, con Avanto Architects e Design Office KOKO3 (in collaborazione con ATL-Association of Finnish Architects’ Offices e promossa dal Comitato tecnico scientifico della Casa dell’Architettura; l’Ordine degli Architetti P.P.C. di Roma e provinciaRoma Capitale).

La conferenza del 17 ottobre 2017 su Aalvar Aalto (1898-1976) nella architettura contemporanea, è stata introdotta dalla architetto Arianna Callocchia che ha curato l’evento, patrocinato dalla Ambasciata di Finlandia in Italia; dal Consiglio Nazionale degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori; dalla Facoltà di Architettura della Sapienza Università di Roma.

Aalto realizzava anche l’arredamento che completava lo spazio domestico, visione complessiva che rese universalmente riconoscibili i suoi lavori. La discussione del 17 ottobre 2017 è stata aperta da Alfonso Giancotti (presidente della Casa dell’Architettura), da Alessandro Ridolfi (presidente Ordine Architetti P.P.C. di Roma e provincia) e dall’Ambasciatore di Finlandia in Italia, Janne Taalas.

L’intervento sul tema L’identità dell’architettura finlandese oltre Alvar Aalto di Antonello Alici (docente Storia dell’Architettura, Università Politecnica delle Marche, Ancona) ha avviato la giornata. Anu Puustinen (Architetto SAFA, Avanto Architects Ltd, Helsinki) e Helka Parkkinen (Architetto SAFA, Design Office KOKO3 Ltd, Helsinki) hanno parlato dell’edilizia in Finlandia e dell’eredità di Aalto oggi.

Hanno sostenuto l’iniziativa sull’architettura, Inno Interior OyMartela OyDormakaba Italia srlDiciannovedieci;   Acquario Romano srl (partner tecnico). Gli organizzatori hanno ringraziato anche Edilimpianti SrlAlvar Aalto è un punto di riferimento nella storia dell’architettura della Finlandia, e della città di Jyväskylä (oggi l’Alvar Aalto Museum si trova lì). A Mantova, il 27 e 28 ottobre 2017 si è svolta la conferenza Immagini della Finlandia in Italia e nel novembre 2017 il Pisa Book Festival ha avuto il Paese Nordico come ospite d’onore.

L’ incontro dedicato alla Cittadinanza Attiva, dall’Ambasciata a Roma che lo ha promosso e ospitato nella sua sede l’8 novembre 2017, è stato molto interessante, dato che il tema è da tempo conosciuto dal Paese Nordico (lassù ci sono ben 80.000 associazioni). Per l’evento sono intervenuti anche Jaakko Blomberg (Helsinki Urban Art, Yhteismaa, Jano) che ha illustrato attività, come l’arte dei murales, riconosciute dal Comune di Helsinki. Aaro Harju (Secretary General del Citizen Forum) ha chiarito che, se si registrano 15 milioni di iscrizioni su una popolazione di soli 5,6 milioni di abitanti, ciò accade perché le persone fanno spesso parte di più di una associazione. Un milione di persone sono impegnate in iniziative di volontariato in Finlandia (per un totale di 130 milioni di ore all’anno) e le origini della cooperazione risalgono ad un secolo e mezzo fa.

Helsinki, vista come modello di sostenibilità in Europa, si è fatta conoscere, come capitale, per la particolare abilità nel ridurre, grazie a scelte effettuate con prospettive di lungo periodo nei settori degli alloggi e del welfare, i rischi di marginalizzazione sociali basati su diverse possibilità economiche o origini nazionali di vari settori della popolazione. In Italia, le iniziative nel 2017 sono state coronate, il 5 dicembre 2017 (il giorno precedente il ricorrere del centenario) con il Colosseo illuminato dai colori finlandesi, blu e bianco.

 

Aldo Ciummo

Foto © Aldo Ciummo

  • Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *