Italia-Cina, proseguono gli accordi commerciali sulla “Via della Seta”

  • Condividi questo articolo

Firmati a Palazzo Chigi altri contratti industriali, culturali e sportivi per un valore potenziale di 500 milioni di euro. A settembre una delegazione di imprese a Tianjin

16 Luglio 2019 | di | Economia - in evidenza - Lavoro - Mondo

Il vicepresidente del Consiglio e ministro Luigi Di Maio ha ricevuto a Palazzo Chigi, Li Hongzhong, segretario del Comitato centrale del Partito comunista della città di Tianjin e membro del 19° Politburo del Partito comunista cinese. Un incontro volto a proseguire la collaborazione sempre più stretta tra Italia e Cina, avviata a marzo con lo storico vertice del premier Giuseppe Conte con il presidente Xi Jinping per l’adesione italiana alla “Belt and Road”.

Al termine dell’incontro, sono stati firmati sette accordi commerciali da rappresentanti di ditte italiane e ditte della municipalità di Tianjin.
Gli accordi e i firmatari:

(1) Accordo quadro sulla promozione della cooperazione industriale e della realizzazione di un parco industriale delle piccole e medie imprese italiane a Tianjin.
– “ECIPU” il direttore esecutivo Famiano Cruciarelli
– “Tianjin Development & Reform Commission” il vicedirettore Sun Hujun
– “Tianjin Lingang Investment Holdings  Co. Ltd” il vicegeneral manager Ma Jiun
– “Medova Science and Development  Co. Ltd” il presidente Zhang Gangfu.

(2) Accordo di collaborazione generale per la costruzione di diversi impianti di produzione di energia rinnovabile e impianti di biometano integrati tra Cina Tianchen Engeneering Corporation e Gruppo Sorgente
– “Gruppo Sorgente” l’Ad Carlo Petagna
– “China National ChemicalEngineering Co. Ltd” il presidente Liu Jiaqiang.

(3) Accordo sull’aumento di capitale tra il Comitato di gestione della zona di sviluppo economico di Tianjin Jingai e Sira (Tianjin) Aluminium Product Co. Ltd (Intesa commerciale per aumento di capitale del partner cinese nell’attività di Sira Tianjin. ( per lo sviluppo di componenti nel comparto della pressofusione di alluminio)
– “Sira” l’Ad Valerio Gruppioni
– “Comitato di gestione della zona di sviluppo economico di Tianjin Jingai” il direttore generale Yan Feng.

(4) Memorandum d’intesa tra Tra Tianjin ICONIQ  New Energy Veicle Co. Ltd e Magna Steyr Italia s.r.l.
(per l’industria  nel settore della componentistica automotive)
– “Magna Steyr Italia s.r.l” il general manager Tiziano Novo
– “Tianjin ICONIQ New Energy Vehicle” l’Ad Wu Nan.

 

(5) Memorandum d’intesa tra Tianjin ICONIQ New Energy Vehicle Co. Ltd e Studio Torino
(per il design e lo sviluppo tecnologico di un veicolo elettrico innovativo)
– “Studio Torino” il presidente Alfredo Stola
– “Tianjin ICONIQ New Energy Vehicle” l’Ad Wu Nan.

 

(6) Accordo di cooperazione tra Tianjin Sports Bureau e Polisportiva San Giorgio
(per  collaborazione e scambio a livello tecnico e sportivo tra l’associazione italiana e l’ufficio della Municipalità per lo Sport)
– “Polisportiva San Giorgio” il presidente Tiziano Cornacchia
– “”Tianjin Sports Bureau” il direttore generale Li Kemin.

(7) Accordo di di cooperazione tra Tianjin Huayun Musical Instruments Co. Ltd. e l’Associazione della Fisarmonica Italia-Cina
(per lo sviluppo di una collaborazione tra partner italiani e cinesi nel campo della fisarmonica)
-“Associazione della Fisarmonica Italia-Cina” il presidente Paolo Picchio
– “Tianjin Tianjin Huayun Musical Instruments” il general manager Luo Songsen.

Città costiera, a nord della Cina,  quarta municipalità per popolazione (dopo Shanghai, Pechino e Chongqing), Tianjin è un importante centro produttivo e di scambi commerciali che in questi ultimi anni sta vivendo un considerevole aumento del suo Pil. Dal 25 al 27 settembre di quest’anno, una delegazione di imprese italiane vi sarà accolta al fine di promuovere le nostre eccellenze in un mercato sempre più interessato al nostro Made in Italy.

Nel 2020 ricorreranno 50 anni delle relazioni diplomatiche tra Italia e Cina, in visione di questa importante data, nei prossimi mesi sono anche previste visite ufficiali di enti provinciali cinesi al fine di proseguire a stringere nuovi accordi e intensificare collaborazione e amicizia tra i due Paesi.

 

Riccardo Angelo Ronconi

Foto e video © Riccardo Angelo Ronconi

 

  • Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *