“La Pagnottella Gourmet” dei ragazzi di via Tacito a Roma

  • Condividi questo articolo

A pochi passi dall’apertura della Porta Santa che apre il Giubileo straordinario della Misericordia nella Capitale l’iniziativa di quattro giovani per un locale no-frills

8 Dicembre 2015 | di | Enogastronomia

Quattro giovani (Matteo Lepore, Mauro Todini Manzocchi, Max Fini e Giampaolo Coppola), ciascuno con un ruolo ben preciso, per un’impresa che in questi tempi di crisi non soltanto finanziaria richiede coraggio: è “La Pagnottella Gourmet” in via Tacito, in quel dedalo di vie nel centro di Roma, a pochi passi da San Pietro. Anche l’ubicazione del locale è importante in un momento in cui Papa Francesco ha inaugurato il Giubileo straordinario della Misericordia che si svolgerà da oggi fino al 20 novembre 2016. Secondo le previsioni l’evento attirerà 20 milioni di pellegrini e turisti da tutto il mondo. E’ bene ricordare che nell’Anno Santo del 2000 i pellegrini e turisti confluiti a Roma furono 25 milioni.

Quattro giovani che hanno maturato esperienze diverse confluite in questo progetto di ristorazione. E il ricorso alla pagnottella (piccola pagnotta), farcita con ingredienti naturali e materie prime di qualità che rimandano al passato quando non esistevano prodotti modificati, quando non si pensava lontanamente di far ricorso a cibi contraffatti, è una scelta non soltanto di marketing. PaninoQuando il mangiare, insomma, era un piacere quotidiano. Ecco, mangiare un panino a “La Pagnottella Gourmet” è un piacere in un locale no-frills invitante e rilassante, un ritrovarsi attorno a un tavolo in una sorta di rito.

La “Pagnottella Gourmet” nasce come una panineria con una vasta offerta di panini e di insalate preparati sul momento. Il progetto è partito da un’accurata ricerca del pane, leggero e fragrante ben lievitato e dal gusto di una pizza bianca appena sfornata. Attualmente si usano 3 tipi di pane: il classico bianco (il più richiesto), l’integrale 5 cereali e il pane nero (al carbone vegetale), prodotti in un piccolo forno artigianale. Numerose le proposte nel menù dei panini, classiche e stagionali, ingredienti freschi e di qualità, dove non mancano le raffinatezze come il Pata Negra o lo speck d’oca.

Pagn sala sotto“La Pagnottella Gourmet” è aperta anche al pubblico serale con Cocktail bar e Hamburgheria. Max Fini, uno dei quattro soci barman di professione, è specializzato in  mixology e in Flair Art, i cocktail acrobatici. I cocktail, classici e inediti, vengono serviti a partire dall’ora dell’aperitivo con una serie di proposte invitanti. La sala inferiore, una sorta di ipogeo, è riservata per la cena. Nel menù 15 tipi di burger. Oltre i cocktail, una vasta scelta di birre artigianali italiane e una lista selezionata di vini.

 

Enzo Di Giacomo

  • Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *