Le meraviglie invernali della Lapponia Svedese

  • Condividi questo articolo

Esperienze e novità nella parte settentrionale del Paese scandinavo attendono i visitatori anche nella stagione fredda. Come “andare a caccia” dell’Aurora Boreale

12 gennaio 2017 | di | Viaggi

Gli amanti del Nord Europa guardano spesso alle maggiori città della Svezia, ma molte sorprese attendono i visitatori anche in Lapponia: escursioni nelle foreste, aquile, alci, circondate da un ritmo diverso dalla vita urbana, tra montagne, ghiacciai, laghi, fiumi, in una regione ricca di varietà naturalistica. Si può “andare a caccia” dell’Aurora Boreale, che ad Abisko (parco nazionale nei pressi del confine norvegese) può verificarsi per duecento giorni l’anno, grazie alle condizioni climatiche ed all’assenza di inquinamento.

thumbnail_Bonnstan_Skellefteå_Photo Destination SkellefteaLosservatorio Aurora Sky Station sul monte Nuolja, resterà aperto fino alla fine di marzo ed è attrezzato per illustrare aspetti scientifici e leggende, mentre il Mountain Station Abisko Turiststation organizza corsi di foto. Da Stoccolma si può raggiungere Abisko prendendo l’aereo per Kiruna e proseguendo in treno. Tra le curiosità, a Jukkasjärvi si trova lIcehotel 365 (alternativa all’Icehotel invernale, che ogni anno si scioglie ad aprile) comprendente l’ice bar, realizzato con neve e ghiaccio da designer e architetti di nove Paesi. Negli anni è stata raggiunta una soluzione che permette di mantenere tutto l’anno la temperatura a “meno cinque” attraverso pannelli solari che durante l’estate producono l’energia che alimenta l’impianto di refrigerazione.

Packis utanför Brändöskär. 20040301. Foto: Per Pettersson.

Il sole, che rimane sollevato a mezzanotte splendendo per cento giorni consecutivi l’anno (dato che il luogo si trova duecento chilometri a nord del Circolo Polare Artico) si può vedere anche dal fiume, scegliendo i viaggi in barca. La cultura Sami è una caratteristica forte della regione: tra il 2 ed il 4 febbraio un mercato d’inverno da più di quattrocento anni anima Jokkmokk, appena a nord del Circolo Polare Artico: lo Jokkmokks marknad, come viene chiamato, ospita esposizioni, concerti, vivande locali, corse di renne, artigianato. Gli abitanti visitano il mercato indossando costumi tradizionali noti per i colori vivaci. I curiosi delle tradizioni Sami trovano il Museo della Montagna, arrivando in aereo a Luleå e proseguendo in auto fino ad Àjtte.

thumbnail_Gammelstad_Luleå Swedish Lapland_foto Graeme_RichardsonIl 20 gennaio sul mar Baltico verrà inaugurato anche il Treehotel, ad Harads, un’ora di auto a ovest di Luleå: la struttura, con alloggi sospesisu albero” e con un panorama del fiume Lule, è stata progettata dallo studio norvegese Snøhetta ed è illuminata dallo studio Ateljé Lyktan. Per coloro che partono con l’intenzione di partecipare allo stile di vita dei Sami, il nuovo Sàpmi Nature Camp si trova in un’area dichiarata patrimonio dell’umanità, nel territorio degli allevamenti di renne della comunità Sami Unna Tjerusj vicino alla località di Gällivare nella Lapponia svedese settentrionale. Il campeggio gestito da Sami Lennart Pittja è composto da cinque lavvu (tende).

thumbnail_Mercato invernale di Jokkmokk con il same Per Kuhmunen foto Agneta NybergNon mancano le specialità, specialmente carne di renna e pesce, più le “esplorazioni” con sci o racchette da neve, ma fanno parte del paesaggio anche le saune riscaldate a legna sulla riva dei laghi, dove le guide illustrano la storia dei Sami. Si può prima arrivare a Gällivare, volando da Stoccolma a Kiruna, poi proseguire in automobile. A soli venti minuti da Kiruna, Nutti Sámi Siida (certificata da Nature’s Best, il marchio per l’ecoturismo svedese) ha ricostruito un campo Sami nel centro di Jukkasjärvi con gastronomia, artigianato, escursioni. Il campo di casette in legno, Reindeer Lodge si trova nei boschi vicino al fiume Torne.

I “safari in motoslitta” sono una opportunità proposta nel villaggio di Svansele (vicino a Skellefteå sul mar Baltico) per vedere gli alci da vicino nel loro habitat naturale: Le guide cercano tracce del loro passaggio nel terreno. Allo Svansele Wilderness Center è in corso una esposizione sulla fauna locale. Su una penisola che si affaccia sul Golfo di Botnia, a Luleå, in inverno il golfo e il fiume Luleälven ghiacciano, fornendo una arena per le attività invernali come pattini e motoslitte. L’arcipelago di Luleå comprende milletrecento isole, ed a Brändöskär c’è il villaggio tipico di pescatori: il ghiaccio azzurro del mare crea formazioni alte dieci metri. Si raggiunge Luleå con la SAS o la Norwegian (da Roma) da Stoccolma.

thumbnail_SapmiNatureCamp_aurora boreale_SwedishLapland_foto Lennart Pittja

 

Per gli amanti del nord, costruirsi un igloo può essere una buona idea, appena fuori Kiruna si può imparare che la neve protegge da freddo, vento e suoni. Un materasso all’interno di sacchi a pelo attende quanti hanno la pazienza di impiegare qualche ora nell’impresa, in più si può pescare nel ghiaccio o esplorare la zona con racchette da neve e trascorrere la serata attorno a un falò. Si costruiscono questi igloo anche a Jokkmokk, centro di cultura Sami poco a nord del circolo polare artico, la società di turismo certificata in questo caso è Natulife.

 

Un aspetto caratteristico della Lapponia svedese sono i gruppi di casette di legnothumbnail_Safari dAlce_ Svansele wilderness center_ Skellefteå_foto Johannes Holmlund_low attorno alla chiesa principale: permettevano ad agricoltori e contadini Sami di fermarsi nei fine settimana, quando si andava in chiesa (punto di aggregazione non sempre presente ovunque in territori dove la popolazione era sparsa, come in larga parte è oggi). Dei settantuno edifici simili costruiti in Svezia, ne rimangono solo sedici. Con più di quattrocento cottages e una chiesa risalente agli inizi del quindicesimo secolo, Gammelstad, vicino a Luleå, sulla costa baltica, è nel patrimonio dell’umanità dall’Unesco. Altri due esempi di questi villaggi unici si trovano a Skellefteå, a sud di Luleå: Bonnstan con le sue cento case storiche e Lövånger Kyrkstad.

 

Aldo Ciummo

Aurora Skystation Abisko: Photo Lights Over Lapland (Foto in evidenza); Bonnstan Skellefteå: Photo Destination Skelleftea; Pack Ice adventure at Brändön Lodge: Photo Per Pettersson; Gammelstad Lulea Swedish Lapland: Photo Graeme Richardson; Jokkmokk, Winter Market: Photo Agneta Nyberg; Sapmi Nature Camp Aurora Boreale: Photo Lennart Pittja; Svansele Wilderness Center Skellefteå: Photo Johannes Holmlund

 

  • Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *