Markku Markkula nuovo presidente del Comitato delle regioni e dei poteri locali

  • Condividi questo articolo

Catiuscia Marini presidente del gruppo PSE. Tra i vicepresidenti del gruppo PPE del CdR il consigliere comunale di Brindisi Mauro D’Attis

16 Febbraio 2015 | di | Attualità - Europa - Politica

Markku Markkula, membro del consiglio comunale di Espoo in Finlandia, è stato eletto presidente del Comitato delle regioni e dei poteri locali (CdR), l’assemblea consultiva con sede a Bruxelles che dà voce agli enti locali e regionali nel cuore dell’Unione europea. L’elezione si è svolta il 12 febbraio durante la sessione plenaria costitutiva del CdR, che ha segnato l’inizio di un nuovo mandato quinquennale. Markkula assumerà la presidenza dell’Assemblea degli enti regionali e locali dell’Unione europea per i prossimi due anni e mezzo, con Karl-Heinz Lambertz, presidente del Parlamento della comunità di lingua tedesca del Belgio, come primo vicepresidente. In base a un accordo tra i due principali gruppi politici del CdR, è previsto che Lambertz assuma la presidenza per la seconda metà del mandato quinquennale, come avviene al Parlamento europeo.

20141204_EP-013490_PGC_225Nuova presidente del gruppo del Partito socialista europeo (Pse) Catiuscia Marini , ex prima vicepresidente e attuale governatrice della regione Umbria. Tra gli altri vicepresidenti del gruppo del Partito popolare europeo (PPE) al CdR c’è l’italiano Mauro D’Attis, consigliere comunale di Brindisi, insieme al lituano Ambramavicius, il romeno Adomnitei, la francese Boeglin, lo svedese Knape, il belga Lebrun, la cipriota Loucaidou, il tedesco Schausberger e il polacco Wozniak.

Michel LEBRUN
L’ex presidente Lebrun

Ex deputato finlandese (1995-2003), Markku Markkula, che succede al belga Michel Lebrun, è membro dell’organo esecutivo del consiglio regionale di Helsinki-Uusimaa, ente che presiede allo sviluppo regionale, e presidente del consiglio urbanistico di Espoo. Lavora inoltre presso l’università Aalto in Finlandia come consulente per la ricerca sull’Unione europea, l’innovazione e la politica dell’istruzione. Appena eletto, Markkula ha sottolineato che garantire crescita e occupazione attraverso il coinvolgimento delle regioni e delle città d’Europa sarà al centro del suo mandato. «Dobbiamo costruire una alleanza inclusiva che riunisca il settore pubblico e quello privato e superi i confini per sostenere le regioni e città d’Europa e portare un vento nuovo» – ha osservato Markkula – «un vento di cambiamento positivo, così da potenziare la crescita intelligente e creare posti di lavoro sostenibili. L’innovazione sociale e industriale deve essere una componente fondamentale del pacchetto di investimenti da 315 miliardi di euro. Dobbiamo creare condizioni che favoriscano un’imprenditorialità dinamica e introdurre misure volte a ripristinare la fiducia e a rafforzare il dialogo con i cittadini europei».

Building of the Committee of the RegionsEsprimendo profonda preoccupazione per i recenti sviluppi in Europa e alle sue frontiere, il nuovo presidente del CdR ha esortato a rinnovare la politica europea di vicinato, sostenendo la necessità di agire a livello locale e regionale, sia con il partenariato orientale e con il partenariato euromediterraneo. «Sul nostro Continente assistiamo al profilarsi di gravi minacce e di grandi sfide alle nostre libertà fondamentali, compresa la libertà di parola e la sovranità nazionale. La ricerca di una soluzione pacifica alla crisi in Ucraina è della massima importanza per le regioni europee, e tutti abbiamo un ruolo da svolgere nella lotta al terrorismo. Ciò vale anche per le nostre comunità, in cui l’integrazione degli immigrati e la comprensione culturale reciproca è un dovere civile da cui non possiamo esimerci». Prima Markkula aveva posto in evidenza la peculiarità della sua nomina: «Amo la regione di Helsinki in cui vivo come anche la Lapponia, la regione della Finlandia settentrionale in cui sono nato e andato a scuola, in un paesino a nord del circolo polare artico. Il territorio della Finlandia è periferico rispetto al centro dell’Europa, situato com’è in prossimità delle frontiere esterne comuni e penalizzato da alcuni svantaggi territoriali, come la bassa densità demografica e la posizione periferica. Ma la Finlandia è un Paese autenticamente europeista e votato ai valori europei».

Karl-Heinz LAMBERTZ
Catiuscia Marini e Karl-Heinz Lambertz

«Desidero congratularmi con Markku Markkula per la sua elezione a presidente del Comitato e sarà molto lieto di lavorare in stretta cooperazione con lui nel corso dei prossimi cinque anni. Intendo garantire che il CdR continui a svolgere un ruolo guida nella lotta per restituire agli enti locali e regionali la loro capacità di investimento a livello europeo, per esempio fare in modo che il cofinanziamento a titolo dei fondi strutturali sia posto sullo stesso piano dei finanziamenti nazionali dei fondi europei per gli investimenti strategici. In secondo luogo, continuerò a difendere l’importanza dei servizi di pubblico interesse», ha affermato il primo vicepresidente, Lambertz, prossimo presidente fra due anni e mezzo. Subentra a Catiuscia Marini, presidente della regione Umbria, che non era rinnovabile, designata presidente del gruppo del Pse. L’incarico di guidare la delegazione italiana al Comitato delle Regioni è andato al sindaco di Catania Enzo Bianco. Tra gli altri nell’ufficio di presidenza anche il sindaco di Torino e presidente dell’ANCI Piero Fassino, con il ruolo di vicepresidente per l’Italia, il presidente della regione Abruzzo Luciano D’Alfonso e il presidente dell’assemblea legislativa siciliana Giovanni Ardizzone. Al presidente del consiglio regionale della Lombardia Raffaele Cattaneo è stata, invece, affidata la presidenza della commissione Coter, che si occupa di fondi strutturali e di politiche territoriali.

 

Uuno Heikkilä

Foto © 2015 European Parliament

  • Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *