Visitare la Francia con testimonial Leonardo e Napoleone

  • Condividi questo articolo

Nel 2018 registrati quasi 90 milioni di arrivi stranieri, un anno record. Prima destinazione estera per gli italiani con 6,7 milioni di turisti. Ecco le nuove proposte

27 Gennaio 2019 | di | Viaggi

Si muove con tempismo l’Ente per il Turismo Atout France attraverso il direttore per l’Italia e Grecia e coordinatore regionale per il sud Europa, Frédéric Meyer: sono stati presentate a Roma, per gli italiani che amano visitare la Francia, le novità 2019 che si dispiegano attraverso itinerari culturali, innovazioni e art de vivre per scoprire l’offerta turistica attraverso questi temi.

L’anno che si è appena concluso ha visto la Francia crescere ancora nel turismo, «un anno record – lo ha definito Meyer – con quasi 90 milioni di arrivi stranieri. La clientela italiana che viene in Francia ha contribuito a stabilire un trend molto positivo, con un aumento di turisti italiani. Per Parigi si stima un aumento del 7% di clientela dall’Italia, che la posiziona al quinto posto per arrivi».

                    Frédéric Meyer

Non solo Parigi, che è la città più visitata, ma anche le altre località francesi hanno beneficiato del traino italiano. «La Costa Azzurra nel 2018 ha accolto circa un milione di italiani, che fa di quella italiana la prima clientela mondiale straniera» ha proseguito Meyer. La Costa Azzurra nel suo complesso registra 11 milioni di turisti l’anno e un fatturato di circa 10 miliardi di euro.

La Francia continua ad essere «la prima destinazione estera per gli italiani con 6,7 milioni di turisti e il mercato italiano è al sesto posto per la Francia» ha sottolineato il direttore Atout France.

Il 2019 sarà un anno con importanti eventi quali i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci e per questo il TGV Milano-Lione di SNCF sarà rivestito con i colori di Leonardo, il 75° anniversario dello sbarco alleato in Normandia che cambiò le sorti della Seconda Guerra Mondiale e la storia dell’Europa, i 250 anni dalla nascita di Napoleone Bonaparte in Corsica, i 500 anni dalla nascita di Caterina de’ Medici, una delle più potenti regine di Francia e il Festival dei giardini in Costa Azzurra.

Il tema conduttore della “campagna d’Italia” è Innovazione, cultura, enogastronomia e design che caratterizzano i 19 motivi di viaggi e soggiorni nei territori francesi.

Tra le proposte culturali e arte di vivere si segnala il complesso culturale della Citè du Vin di Bordeaux che ha registrato il più alto incremento di turisti italiani nel 2018 con un +36%; le trasformazioni in atto che ci sono a Nantes, Bretagna, Normandia e Le Havre. Ma anche il nuovo volto di Marsiglia, Aix-en-Provence, Arles e Avignone. La scoperta di Luberon nel cuore della Provenza, il nuovo itinerario culturale nella piccola ma suggestiva città d’arte di Biot, a pochi chilometri da Nizza. E ancora l’offerta turistica nel rinomato paesaggio montano di Les Alpes per sciare nel comprensorio delle alpi marittime.

Tante le occasioni per visitare un Paese affine, ma anche diverse modalità di trasporto con i nuovi collegamenti low cost del treno Thello che propone trasferimenti da Milano per Parigi o Marsiglia e da Venezia per Parigi in partnership con Trenitalia. Ma soprattutto i 1052 collegamenti aerei diretti alla settimana tra l’Italia e la Francia con la novità che nella presente stagione invernale le linee Joon sono state riprese da Air France su Roma e Napoli, nuovi collegamenti Air France-KLM in partenza dalla Sicilia e Sardegna verso Parigi.

 

Enzo Di Giacomo

Foto © Enzo Di Giacomo

  • Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *