Social Travel Summit: a Ravenna è E-tourism

  • Condividi questo articolo

Esperti, blogger e influencer da tutto il mondo per la sesta edizione del meeting internazionale che è sbarcato per la prima volta in Italia

6 Ottobre 2019 | di | Eventi - Viaggi

Dopo Germania, Austria e Regno Unito, il Social Travel Summit (https://thesocialtravelsummit.com), meeting internazionale di blogger e influencer specializzati nel turismo, la settimana scorsa è stato presentato per la prima volta in Italia: Ravenna, al Museo Classis, ha ospitato, dal 23 al 25 settembre, la sesta edizione. Oltre 100 i partecipanti, tra specialisti internazionali di web marketing turistico, rappresentanti delle destinazioni di viaggio più attive nel settore digitale e migliori creatori di contenuti turistici per il web. Presenti 50 travel blogger mondiali, in arrivo da Australia, Austria, Belgio, Brasile, Canada, Francia, Germania, Paesi Bassi, Regno Unito, Scandinavia, Spagna e Usa.

Obiettivo della due giorni, comparare e condividere le migliori pratiche e strategie utili allo sviluppo dell’industria turistica di oggi e di domani. Tra i vari panel in programma, approfondimenti su come migliorare il posizionamento di una località turistica su Google e su come influenzare le scelte di viaggio. I partecipanti a questa sesta edizione, prima di immergersi nella due giorni all’interno di Classis RavennaMuseo della Città e del Territorio – hanno avuto l’opportunità di scoprire alcuni dei luoghi simbolo della città, come Palazzo Rasponi delle Teste, il centro storico, le Basiliche di San Vitale e di Sant’Apollinare in Classe, il Mausoleo di Galla Placidia e il Museo Nazionale di Ravenna.

Martedì 24 e mercoledì 25 il summit è entrato nel vivo: 25 i relatori specializzati in e-tourism e web marketing per il settore travel, in arrivo da nove Paesi tra cui Canada, Usa, Danimarca, Paesi Bassi, Svezia. Oltre a loro, presenti numerosi delegati di Enti nazionali e regionali turistici, come Visit Britain, Iceland Tourism, Patronato del Turismo Costa Brava, l’Ente nazionale austriaco e quello tedesco e di singole destinazioni, come Amburgo e Graz, che hanno già collaborato con APT Servizi Emilia Romagna nella realizzazione di progetti pilota in ambito internazionale per la promozione turistica aggregata tra territori.

«L’Emilia Romagna è stata da sempre pioniera sul fronte digital» – commenta l’assessore regionale al Turismo Andrea Corsini – «una delle prime destinazioni in Europa ad avviare la promozione turistica sul web attraverso blogger e influencer. Grazie a questo evento il nostro territorio ne guadagnerà in visibilità e awarness, diventando sempre più presente nelle mappe di viaggio dei turisti internazionali».

«Uno dei nostri obiettivi principali» – sostiene l’assessore al Turismo del comune Giacomo Costantini – «è quello di accrescere la notorietà di Ravenna a livello internazionale. Questo  evento ci offre una grande opportunità, perché attraverso gli ospiti del Summit avremo a disposizione un pubblico enorme che sarà interessato all’arte, la cultura, la natura, il divertimento, l’artigianato, l’enogastronomia del nostro territorio. Per questo abbiamo curato ogni particolare: dalle location del meeting all’intrattenimento, dal Mosaico di Ravenna alla ceramica di Faenza, agli omaggi, fino agli eductour».

Fondato nel 2014, il Social Travel Summit è organizzato dal network di travel influencer iAmbassador, in collaborazione con TravelDudes e Reiseblogger Kollektiv. L’edizione ravennate è promossa da APT Servizi Emilia Romagna in collaborazione con il Comune di Ravenna e con il prezioso sostegno della Fondazione RavennAntica, del Polo Museale Regionale dell’Emilia Romagna – Sede di Ravenna e dell’Opera di Religione della Diocesi di Ravenna, Comune di Faenza ed Ente ceramica Faenza.
 

Pierfrancesco Mailli

Foto © Peter Parkorr

  • Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *