Umbria: il centro d’Italia è in festa di primavera

  • Condividi questo articolo

Tra gli eventi di aprile il “Pic & Nic a Trevi. Arte, musica e merende tra gli olivi”, realizzato con il contributo PSR 2014-2020 per la promozione del partenariato “Trevi un cuore di qualità”

11 Aprile 2019 | di | Enogastronomia - Musica - Viaggi

La nuova campagna di promozione turistica della Regione Umbria è arrivata con la primavera, in tempo per cogliere la voglia di evadere e vivere all’aria aperta che invita a vivere l’emozione unica del cuore verde d’Italia. A Roma è stata presentata il 4 aprile nella cornice artistica di grande prestigio di Palazzo Merulana.

     Una sala espositiva di Palazzo Merulana

Per illustrare i grandi eventi di questo periodo, che apriranno la stagione turistica primavera-estate, è stato organizzato dall’agenzia The Gate Communication un grande evento a cui hanno partecipato Catiuscia Marini presidente Regione Umbria nonché Gruppo PSE del Comitato delle Regioni, Fabio Paparelli Vicepresidente Regione Umbria e assessore al Turismo, Antonella Tiranti dirigente del Servizio Turismo della Regione, Marco Pierini direttore Galleria Nazionale dell’Umbria, Giampiero Rasimelli di Umbria Jazz, Paolo Morbidoni dell’Associazione Strade dell’Olio e il maestro Renzo Arbore presidente della Fondazione Umbria Jazz.

L’Umbria è una regione invitante tutto l’anno, ma lo è ancora di più con una promozione turistica che valorizza il territorio insieme alle tradizioni e l’intrattenimento. “Umbria Emozione Unica” gode di un investimento complessivo di 750 mila euro attraverso una pluralità di canali coinvolti nei mesi di aprile e maggio in un media mix molto articolato: circuito Grandi Stazioni, mezzi dinamici nelle principali città italiane, web nazionale ed estero, stampa nazionale, radio.

     Il Comitato promotore della campagna

Gli appuntamenti di grande interesse sono molti, tra questi, la mostra alla Galleria Nazionale dell’Umbria di Perugia “Bolle di sapone – forme dell’utopia tra vanitosa, arte e scienza”, l’esposizione, curata da Marco Pierini e Michele Emmer, copre un lungo arco di tempo che va dal Cinquecento alla contemporaneità, con 60 opere di autori quali Fra Galgario, Jan Bruegel il Giovane, Gerrit Dou, Karel Dujardin, Man Ray, Max Beckmann, Giulio Paolini e altri, provenienti dalle più importanti istituzioni nazionali e internazionali, come la National Gallery di Londra, la National Gallery di Washington, il Metropolitan Museum of Art di New York per poi proseguire con le miniature del Pollino. Nel 2018 si sono compiuti i primi 100 anni di vita del museo, trasformatosi da pinacoteca civica in museo statale il 17 gennaio 1918. Per ricordare questa ricorrenza si è dato vita a un articolato programma di iniziative, terminato lo scorso 27 gennaio 2019, con la chiusura della mostra “L’altra Galleria”. La ricchezza e la varietà delle proposte ha contribuito a incrementare il numero dei visitatori del +32,23 %, rispetto al 2017, arrivando a un totale di 78.225. Il museo vanta un bel patrimonio di digitalizzazione con 2.000 riproduzioni fotografiche relative al patrimonio artistico, 23.348 documenti e immagini relativi all’Archivio dei Restauri, 58.580 documenti e carte dell’Archivio Storico.

Cherles Amedèe philikppe Van Loo

Nella promozione della regione diverse le declinazioni realizzate: il bello di percorrere l’Umbria a piedi, destreggiarsi in sella a una bici, addentrarsi e rimanere sorpresi dall’autenticità dei suoi borghi, cercare il piacere del palato nelle sue ricette più tipiche, vivere i fasti gloriosi del medioevo con le rievocazioni storiche tra duelli e abiti sontuosi o lasciarsi contagiare dalla musica dei “big”. I ponti di fine aprile saranno così un’ottima occasione per vivere in prima persona l’Umbria. Manca poco a Pasqua, in tutto il territorio umbro la festività si celebra come da sempre rimanendo salda a quelle tradizioni autentiche che trovano radici in tempi remoti periodo di grande misticismo, di grandi appuntamenti che si susseguono durante la Settimana Santa nel cuore verde d’Italia, ma i riti di Pasqua in Umbria non sono solo quelli legati alla religione.

Max Beckmann Self portrait with bubbles

Pasqua è anche convivialità, voglia di stare assieme, nelle piazze come in tavola. La domenica è usanza sfidarsi all’ultimo uovo. E’ la tocciata o ciuccittu, una gara davvero singolare dove i giocatori si dispongono in centro con un uovo sodo in mano e a turno si picchia l’uovo dell’avversario. Chi rimane con l’uovo integro va avanti nella gara, mentre chi ha l’uovo rotto viene eliminato. La tradizione vuole che chi vinca la gara porti a casa le uova degli avversari sconfitti, per condividerle con la famiglia nel corso del pranzo pasquale. L’uovo è anche al centro di un singolare concorso che si tiene ogni anno a Civitella Sul Lago. Fino al 17 aprile è possibile partecipare con la decorazione dei gusci delle uova utilizzando ogni tecnica di esecuzione possibile. Le creazioni saranno in mostra, dal giorno di Pasqua fino al 1 maggio, giorno poi della premiazione. Le opere resteranno poi in esposizione permanente presso il “Museo dell’Ovo Pinto”.

 

     Museo Ovopinto

La regina indiscussa di tutto il periodo è il lato enogastronomico dell’Umbria, a cominciare della torta di Pasqua, chiamata anche pizza di Pasqua nel ternano o crescia nell’eugubino. Una torta salata a base di uova, farina e formaggi misti, soffice e gustosa, che nella tradizione veniva preparata dalle donne di famiglia il Giovedì Santo. Sottoposta a una lunga lievitazione e poi cotta in forno a legna, non poteva essere consumata prima della mattina di Pasqua. Altre iniziative culturali si intrecciano con l’offerta del turismo più a stretto contatto con la natura, come quello dei Cammini e con l’enogastronomia come il famoso “Pic & Nic a Trevi. Arte, musica e merende tra gli olivi” con lo sportino a quadri bianchi e rossi che compie 12 anni, una ricorrenza che non tramonta. Un evento semplice, che avrà luogo il 27 e il 28 aprile, che riesce a richiamare l’attenzione dei più giovani, delle famiglie, ma anche dei meno giovani. L’evento è realizzato con il contributo PSR per l’Umbria 2014-2020 intervento 16.4.2 per la promozione del partenariato “Trevi un cuore di qualità”. Un’occasione per festeggiare l’arrivo della primavera, per tornare bambini mangiando e giocando tra gli ulivi. Un picnic al centro della Fascia olivata Assisi – Spoleto, il primo territorio italiano ad essere stato inserito nel programma GIAHS (Globally Important Agricultural Heritage Systems) della Fao.

In contemporanea al picnic a Trevi le sale affrescate della Villa Fabri ospiteranno il lavoro creativo degli artigiani, che parteciperanno alla 7^ edizione della rassegna #Artigianinnovatori. Una selezione accorta di artigiani, creativi, crafter, maker, di ambiti molto differenti, che uniscono il saper fare, al design, all’arte, all’architettura, all’illustrazione. #Artigianinnovatori è un fermento di idee, di collaborazioni e di progetti; è un’occasione dove viene messo in risalto il fatto a mano, l’artigianalità; un evento che fa conoscere il nuovo artigianato, e fa capire la cultura e il valore dell’unicità. La rassegna sarà anche un momento di gioco e divertimento per i bambini di tutte le età, un momento di condivisione familiare fuori dal frastuono della vita quotidiana. Nell’ora dell’aperitivo “DJset in villa” e assaggi di pane e olio e trebbiano spoletino. Tra le attività all’aria aperta trekking a piedi e in bicicletta tra gli ulivi della Fascia Olivata, corsi di potatura degli olivi, passeggiate alla ricerca di fiori e erbe spontanee commestibili, caccia al tartufo con cani e cavatori esperti e raccolta di asparagi. Ma l’Umbria a primavera offre anche una serie di manifestazioni di rievocazione storica che coprono tutto il territorio: tra queste Calendimaggio a Assisi (8/11 maggio), La Corsa dell’anello a Narni (24 aprile/12 maggio), Cantamaggio a Terni (28 aprile/14 maggio), la Festa dei Ceri a Gubbio (15 maggio), l’Infiorata a Spello (13/16 maggio), il Corpus Domini a Orvieto (23 giugno), la Quintana a Foligno (15 giugno, il 15 settembre la Quintana della Rivincita). L’Umbria, attraverso i social ha ricevuto il premio di Regione autentica ha la possibilità di offrire emozioni garantite ai turisti attraverso l’offerta di pacchetti a misura d’uomo.

Il dolce tipico Ciaramincola

Gli scatti realizzati per la prima volta dall’agenzia GOOOD, dai fotografi Paolo Petrignani e Marcello Scopelliti, la cui produzione è affidata a Salt & Pepper e il media buying a The Gate Communication raccontano tutto il meglio dell’Umbria in un periodo di grande fermento come questo appena iniziato. Il lavoro è concentrato per intercettare un turismo per lo più non organizzato, che è alla ricerca di un’offerta sempre più completa, dove la cultura si intreccia all’enogastronomia, alle attività all’aria aperta, al wedding.

L’Umbria è una regione piccola e percorribile in poco tempo, se si rimane in superfice, ma è immensa se si percorre nel suo tessuto più intimo, i suoi angoli più nascosti e le dimensioni più segrete. L’Associazione Strada dell’Olio organizza pacchetti per weekend con sistemazione nelle strutture ricettive rurali associate, visite a frantoi e aziende agricole che oltre a produrre Olio sono produttori delle altre eccellenze locali. La Strada dell’Olio e.v.o. Dop Umbria, propone percorsi che attraversano tutta l’Umbria minore facendo vivere realtà affascinanti nascoste, ancora esistenti. Itinerari sensoriali che appagano il gusto, attraverso degustazioni in luoghi autentici e suggestivi.

L’appuntamento pasquale con la grande musica è con “Umbria Jazz Spring” a Terni, dal 18 al 22 aprile. Si tratta del più importante evento in Italia dedicato alla black music. Una sessantina di eventi, quasi tutti a ingresso gratuito, con oltre 100 artisti in cartellone. Umbria Jazz Spring quest’anno si fa in quattro: Gospel, Soul, Blues &…Jazz, recitano i sottotitoli della manifestazione ternana, quasi a rappresentare sinteticamente la volontà di esplorare i diversi filoni della musica Nera. Musica, in realtà, che partendo dalle sue radici afro-americane è diventata patrimonio del mondo ed espressione condivisa in tutti i continenti, anche attraverso i numerosi filoni da essa generati. Il festival primaverile di Terni, che dalle due precedenti edizioni eredita la formula, prevede eventi concentrati nel cuore della città e senza soluzione di continuità. Tra gli artisti Dena De Rose Quartetto, Flavio Boltro BBB Trio con Mauro Battisti al contrabbasso e Mattia Barbieri alla batteria, Modalità Trio dove si esibiscono Nico Gori, Massimo Moriconi ed Ellade Bandini.  Duet in cui Moriconi si esibisce con la cantante Emilia Zamuner, proclamata miglior giovane talento al Premio Vita Vita, Funk Off, la acclamata street band toscana, Virginia State Gospel Choir, il coro che nel 1997, nel corso di un tour in Italia, cantò in Vaticano per il Papa assieme ad altri grandi artisti, tra i quali la leggenda del blues, B. B. King e molti altri gruppi.

In un panorama di attrattive a 360 gradi non manca la Mostra di Arte Contemporanea. Palazzo Lucarini Contemporary propone “Millennium Worm”, mostra personale di Petr Davydtchenko. Dal novembre 2016 l’artista russo Petr Davydtchenko, sta conducendo un’esperienza artistica estremamente radicale. Da quel momento, infatti, ha deciso di sostenersi solamente con gli scarti prodotti dalla società. In altri termini, ha cominciato a vivere cibandosi esclusivamente di erbe spontanee e animali morti violentemente, raccolti nelle zone circostanti il villaggio di Maubourguet, dove attualmente vive presso The Foundry, una ex-fonderia che, negli ultimi anni, è diventata il centro di una nuova comunità creativa nel Sud della Francia. L’artista russo esporrà i risultati di questa lunga e inedita prassi artistica a Trevi, dove saranno presentati video, fotografie e gli eterogenei manufatti che documentano tutta l’esperienza. Ma non solo. L’edificio espositivo sarà infatti interessato, in tutta la sua estensione, da una complessa installazione ambientale, appositamente ideata da Davydtchenko con lo scopo di orientare e ritmare la ricezione di tutte le opere.

Per informazioni sull’Umbria:

www.umbriatourism.it

www.gallerianazionaleumbria.it

www.artigianinnovatori.it

www.treviturismo.it

www.picnicatrevi.it

www.stradaoliodopumbria.it

www.frantoiaperti.net

 

Laura Testa

Foto © Laura Testa

  • Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *