Van Rompuy lascia Bruxelles con un generoso “scivolo”. A spese dell’Unione

  • Condividi questo articolo

Per l’ex presidente del Consiglio Ue indennità che sfiora i 10.000 euro al mese nei prossimi tre anni

5 Dicembre 2014 | di | Attualità - Europa

“Indennità transitoria”, questa la sua definizione formale. In parole povere altro non è che una generosa buonuscita riservata ai parlamentari che si accingono a lasciare Bruxelles e naturalmente anche a tutte le figure di spicco delle Istituzioni europee, a partire dai presidenti di Commissione. Ecco dunque che ai corrispondenti di Libération e del Telegraph è bastato fare qualche conto per arrivare a scoprire che il Presidente uscente del Consiglio Ue, Herman Van Rompuy, non se ne va certo a mani vuote, ma con un lauto “scivolo” di circa 350 mila euro che percepirà nei prossimi tre anni.

La cifra gli viene conferita proprio come “indennità transitoria”, trattamento che risale a un regolamento europeo del 1967, e che a Bruxelles preferiscono spiegare piuttosto come un aiuto per il reinserimento lavorativo. Di certo si fa fatica a pensare che una persona del calibro di Herman Van Rompuy, lasciato il Consiglio Ue, possa aver bisogno di un “aiutino” per ricevere una nuova proposta di lavoro. Inutile dire che questa indennità viene pagata per intero dal budget comunitario. D’altra parte, bisogna ricordare che tutti i funzionari dell’Unione sono soggetti al regime di tassazione europeo, dunque sull’indennità tranistoria vengono applicate le aliquote ridotte della comunità Ue, altro vantaggio non di poco conto.

Naturalmente, trascorsi i tre anni durante i quali  Van Rompuy percepirà la sua generosa buonuscita, l’ex presidente del Consiglio Ue potrà godersi la sua pensione (4.700 euro netti al mese). Ma non finsice qui: secondo i calcoli del corrispondente di Libération, a Van Rompuy spetterà anche la pensione per l’attività svolta come parlamentare in Belgio.

 

Aphrotiti Papadopoulos

Foto © European Community, 2014

  • Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *