A Palazzo Barberini tutte le bizzarrie di Arcimboldo

L’esposizione romana indaga il gusto per il meraviglioso che percorse un’intera epoca, ed ebbe notevoli influenze sull’arte dei secoli successivi

Intrisa di sostanza onirica, colma di magici artifici, pervasa dall’essenza stessa del meraviglioso, questa è l’arte di Giuseppe Arcimboldo (1527-1593), pittore fantastico le cui opere vivono nella passione per tutto ciò che è curioso, nella pazienza certosina con la quale cesella le minuzie che costituiscono la forma del proprio universo. Figura peculiare ma tutt’altro che […]

di 22 ottobre 2017 Leggi tutto