Lavoro

Belpaese ultimo nell’Unione per vita lavorativa attesa

I giovani entrano tardi nel mercato del lavoro, le donne invece occupate solamente 26,8 anni di media. Quella attesa da un teenager italiano oggi è di 31,6

L’Italia si conferma come la “Cenerentola d’Europa” nel mercato del lavoro con la più bassa durata della vita lavorativa attesa: colpa del ritardo dell’ingresso nel mondo lavorativo dei giovani e la scarsa partecipazione delle donne che spesso lasciano l’occupazione per tornare inattive. Nel 2017 il Belpaese aveva un’età lavorativa attesa per i ragazzi di 15 […]

di 11 ottobre 2018 Leggi tutto

Un futuro da disoccupati grazie al progresso

La società cambia senza che ce ne accorgiamo. La tecnologia aiuta ma toglie occupazione. E così anche i consumi. Si deve redistribuire il reddito?

Il lavoro, si dice, nobilita l’uomo, gli dà un ruolo sociale con la possibilità di crearsi un futuro per se e per la propria famiglia. Un tempo, quando un ragazzo non aveva intenzione di andare a scuola, i genitori di solito lo indirizzavano verso un mestiere: almeno, questa era la tesi, un pezzo di pane […]

di 5 ottobre 2018 Leggi tutto

Italia unica ad aver diminuito il numero di ingegneri e scienziati

Lo rende noto Eurostat, l’Ufficio di statistica dell’Unione europea, per i dati dello scorso anno. Sicilia prima tra le regioni per numero giovani neet, Campania seconda

Nel 2017, il numero di ingegneri e scienziati nell’Unione europea è aumentato del 2% rispetto al 2016, arrivando a contare 16,5 milioni di persone, pari al 21% della forza lavoro in scienza e tecnologia in Europa. Riguardo la distribuzione dei lavoratori, si nota che per la maggior parte dei Paesi la quota di scienziati e […]

di 19 settembre 2018 Leggi tutto

Imprese, per crescere serve il gioco di squadra

“Sistema Pmi”, alla John Cabot University, con 120 aziende. Non è un mondo per solisti, l’imperativo è condividere le competenze. Decisivo il supporto dell’Università

Non è un’epoca per solisti. Per raggiungere gli obiettivi, nel mondo dell’impresa, è indispensabile imparare a fare gioco di squadra. La condivisione di competenze, idee ed esperienze è essenziale, come nello sport. Nonostante ciò, le piccole e medie aziende, che in Italia rappresentano la spina dorsale dell’economia, non fanno rete a sufficienza, dissipando energie e […]

di 14 settembre 2018 Leggi tutto

Le competenze innovative per il lavoro di domani

Il 30% di studenti e laureati John Cabot University, fra le più grandi università americane d’Europa, trova collocazione nei settori Comunicazione, Marketing e Digitale

Tutto muta ogni giorno più velocemente, in un mondo sempre più interconnesso; di conseguenza i lavori cambiano rapidamente. Che tipo di competenze dovranno possedere i nostri giovani per trovare occupazione domani? Come attrezzarli di fronte a innovazioni tanto repentine? Qual è il ruolo dell’università? Il modello anglosassone rimane quello vincente? Di tutto questo si parlerà […]

di 9 luglio 2018 Leggi tutto

L’Italia penultima per l’occupazione dei giovani neolaureti

Solo il 58% riesce a trovare un lavoro a tre anni dal titolo di studio. C’è comunque un lieve miglioramento rispetto al 2016, ma media europea (Ue) è all’82,7%

Secondo Eurostat nel 2017 risultavano occupati nel Belpaese il 58% delle persone under 35 che avevano terminato l’istruzione universitaria (terziario) a fronte dell’82,7% dell’Unione a 28. Il maggior numero di giovani che si laureano  in Europa, si trovano in Lituania, seguiti da Cipro, Irlanda e Lussemburgo. L’Italia è in penultima posizione mentre la Romania è […]

di 30 aprile 2018 Leggi tutto

Censis 2017: «un Paese in cui il futuro è rimasto incollato al presente»

Italia invecchiata, impotente di fronte ai cambiamenti climatici, ferita dai crolli di abitazioni, ponti e scuole, con poche offerte di lavoro per i giovani

Presentato a Roma, presso la sede del CNEL, il 51° Rapporto del CENSIS. Sono intervenuti, per spiegarlo, il direttore genereale Massimiliano Valerii e l’inossidabile segretario generale Prof. Giorgio De Rita. Secondo il rapporto emerge un dato che tutti sanno, l’Italia è un Paese invecchiato che fatica ad affacciarsi sullo stesso mare di un continente di […]

di 1 dicembre 2017 Leggi tutto

Investimenti e lavoro: i pilastri dell’economia Ue in “manutenzione”

Le importanti azioni in campo finanziario ed economico poste in essere dall’esecutivo Juncker per ovviare ad una crisi che, oramai, dura da troppo tempo

La Commissione europea ritiene che la priorità assoluta sia «far ripartire la crescita dell’Europa e far aumentare il numero di posti di lavoro senza creare nuovo debito». Al riguardo i tecnici di Palazzo Berlaymont hanno osservato come sin dall’inizio della crisi economica e finanziaria mondiale, «l’Unione europea abbia risentito dei bassi livelli di investimento e […]

di 21 novembre 2017 Leggi tutto

Università: alla “Fiera della carriera” 8 su 10 ricevono una chiamata

Al Career Fair enti e imprese aprono le porte a laureandi e specializzandi. Comunicazione, marketing e digitale i settori con più offerte di lavoro per i giovani

«Cerchiamo giovani da assumere nella nostra azienda, a Roma e in Italia»; oppure «abbiamo diverse posizioni da ricoprire»; o ancora «quali sono i tuoi progetti per il futuro?». Frasi, queste, che non capita di ascoltare tutti i giorni, ma abituali durante i colloqui di lavoro nel corso di un Career Fair. La “Fiera della Carriera” […]

di 17 novembre 2017 Leggi tutto

Nuovi limiti all’esposizione ad agenti cancerogeni

Il Parlamento europeo ha approvato in via definitiva regole comunitarie più severe per proteggere meglio i lavoratori dalle sostanze nocive o mutogene

Ogni anno, il 53% dei decessi professionali nell’Unione europea è attribuito al cancro, contro il 28% per le malattie circolatorie e il 6% per quelle respiratorie. I tipi più comuni di cancro professionale sono il cancro ai polmoni, il mesotelioma (causato dall’esposizione a particelle di amianto) e il cancro della vescica. Le norme esistenti, che […]

di 25 ottobre 2017 Leggi tutto