Riccardo Cenci

Riccardo Cenci

Riccardo Cenci. Laureato in Lingue e letterature straniere moderne ed in Lettere presso l’Università La Sapienza. Giornalista pubblicista, ha iniziato come critico nel campo della musica classica, per estendere in seguito la propria attività all’intero ambito culturale. Ha collaborato con numerosi quotidiani, periodici, radio e siti web. All’intensa attività giornalistica ha affiancato quella di docente. Attualmente impiegato come Quadro presso l’Enpam, dove si occupa anche del giornale, organo ufficiale della fondazione.

I territori onirici della scrittrice-pittrice Leonora Carrington

Una raccolta di racconti fa luce su una personalità artistica notevole, ancora poco valorizzata in Italia. Parole che seguono traiettorie spiazzanti, a tratti schizofreniche

«Non importa,» mi dissi «è solo un incubo». Ma poi mi venne in mente che quella sera non ero ancora andata a dormire, perciò non poteva essere un incubo. «Spaventoso» (pg. 76); una citazione che ben rende le atmosfere uniche dei racconti di Leonora Carrington contenuti nella raccolta dal titolo La debuttante, appena edita da […]

di 12 Gennaio 2019 Leggi tutto

Il dramma dimenticato degli Ostarbeiter

Nel suo ultimo libro la scrittrice Natascha Wodin indaga la tragedia dei lavoratori slavi schiavi del Reich, ricostruendo la propria appassionante saga familiare

«Certe cose hanno una loro maniera di fare ritorno, inaspettate e impreviste, magari dopo una più che lunga assenza», scrive quell’instancabile indagatore del passato che è stato W.G. Sebald, parole che ugualmente potrebbero adattarsi all’ultimo romanzo di Natascha Wodin dal titolo Veniva da Mariupol. La scrittrice, che nel suo primo libro aveva abbozzato un tentativo autobiografico, […]

di 30 Dicembre 2018 Leggi tutto

La tragedia del Lago salato d’Aral. Un percorso negli abissi dell’inconscio

Elena Maffioletti racconta un disastro ambientale dimenticato, in un libro che mescola abilmente realtà e sogno, il reportage concreto e la narrazione onirica

«Il senso delle cose sfugge a poco a poco, irrimediabilmente, e a nulla serve cercare di trattenerlo. Un colabrodo, una cisterna che si svuota. Fra qualche istante, forse, avrà scordato persino il suo nome» (pg. 24). Ha molto a che fare con il problema identitario la ricerca della scrittrice Elena Maffioletti, il viaggio intrapreso nella Zona […]

di 15 Dicembre 2018 Leggi tutto

Zachar Prilepin: la letteratura come cifra per comprendere la Russia

Nel colossale romanzo storico “Il monastero” lo scrittore aspira raccogliere l’eredità della tradizione, leggendola in chiave contemporanea

«Le Solovki sono il riflesso della Russia, solo che qui tutto è come sotto una lente d’ingrandimento: senza trucco, senza inganno, nudo e crudo» (pg. 62), scrive Zachar Prilepin nel suo pluripremiato, colossale romanzo Il monastero. Ciò che lo attrae è scandagliare la storia, immergersi nel microcosmo di quelle isole nelle quali il sistema penitenziario sovietico mosse […]

di 28 Novembre 2018 Leggi tutto

Franco Zeffirelli: fra tradizione e innovazione

Il Maestro firma un nuovo Rigoletto, in scena nel settembre 2020 alla Royal Opera House Muscat per il cinquantesimo anniversario dell’Oman

La residenza romana di Franco Zeffirelli è uno scrigno di ricordi, fotografie e oggetti che testimoniano di una vita intensa, interamente dedicata all’arte della messa in scena, sia essa teatrale o filmica. Le immagini di Maria Callas, di Luciano Pavarotti e di innumerevoli altre icone della lirica e non solo, raccontano una storia che è […]

di 6 Novembre 2018 Leggi tutto

Pollock e Warhol al Vittoriano: cortocircuiti della modernità

Ribellioni e utopie nelle grandi mostre dedicate ai due artisti e al loro impatto sull’epoca moderna negli spazi espositivi della Capitale

Lo spostamento del baricentro artistico dalle rive dell’Europa alle lontane lande degli Stati Uniti, e in particolare da Parigi a New York, è un evento dalla portata epocale. L’esodo degli artisti, in fuga dalla guerra e dalle dittature che schiacciano il Vecchio Continente, colma la Grande Mela di un fermento inusitato. Sin dagli Anni Quaranta […]

di 22 Ottobre 2018 Leggi tutto

Publio Ovidio Nasone nostro contemporaneo

Una grande mostra allestita alle Scuderie del Quirinale mette in scena il mondo del poeta latino, evidenziandone la forza comunicativa e gli influssi nelle epoche successive

Il mondo metamorfico plasmato da Ovidio non rappresenta una semplice fuga nell’immaginario, ma diviene una chiave per osservare e comprendere le debolezze e le passioni concrete dell’uomo. In quest’ottica il grande poeta latino appare perfettamente moderno, consapevole dell’irrealtà dell’universo descritto, popolato da divinità che restano essenzialmente umane. La mitologia greca accende la sua fantasia, feconda […]

di 16 Ottobre 2018 Leggi tutto

Gaetano Donizetti: il Romanticismo dal volto umano

Esce un libro sul compositore bergamasco firmato dal musicologo Mario Dal Bello, ultimo volume di una collana dedicata ai principali operisti italiani dell’Ottocento

Ultimo tassello di una collana edita da Solfanelli e dedicata dal musicologo Mario Dal Bello ai massimi protagonisti del melodramma italiano ottocentesco (già pubblicati gli studi su Rossini, Bellini e Verdi), il volume su Gaetano Donizetti vuole far luce su un compositore dalla vena estremamente prolifica, inevitabilmente discontinua considerando le circa settanta opere liriche al […]

di 10 Ottobre 2018 Leggi tutto

I nuovi scenari dopo l’uscita degli Usa dall’accordo sul nucleare iraniano

L’Unione europea vuole tener fede all’intesa, tassello cruciale nel regime di non proliferazione atomica e nell’ottica di una auspicata pacificazione mediorientale

Nell’ottica espressa dall’Unione europea, l’accordo sul nucleare iraniano (Joint Comprehensive Plan of Action, Jcpoa) rappresenta un tassello fondamentale nell’arduo cammino di pacificazione del medioriente. Un punto di vista ribadito con forza dall’Alto Rappresentante dell’Unione per gli Affari Esteri e la Politica di Sicurezza Federica Mogherini. Per questo la decisione del Presidente degli Stati Uniti Donald […]

di 4 Ottobre 2018 Leggi tutto

Una versione del revisore di Gogol’ in scena al Teatro Argentina di Roma

Lo spettacolo in lingua originale con sovratitoli in italiano, proposto per due serate consecutive nell’ambito delle Stagioni Russe 2018

Un’inversione anagrafica è alla base della personale declinazione del Revisore di Gogol’ pensata dal regista di origini georgiane Robert Sturua, attualmente alla guida del teatro di Mosca Et Cetera, e andata in scena al Teatro Argentina come ulteriore tassello delle innumerevoli iniziative legate alle Russian Seasons 2018. Una versione che trasforma il giovane Chlestakov, il […]

di 17 Settembre 2018 Leggi tutto