Livia Liberatore

Livia Liberatore

Nel Regno Unito c’è la coda per la Banca del cibo

L’istituzione più nota per distribuire i prodotti alimentari ai bisognosi denuncia una situazione grave: anche chi non se lo sarebbe mai aspettato è costretto a ricorrervi

  Fra aprile e la fine di settembre 2016 sono stati distribuiti 519 mila pacchi alimentari contro i 506 mila dello stesso periodo dello scorso anno. Di questi, 188 mila sono stati destinati a bambini. L’allarme lo lancia Trussel Trust, la più grande banca del cibo del Regno Unito, un network di più di 400 istituti locali […]

di 17 novembre 2016 Leggi tutto

Generazione Neet: una perdita per l’Europa

Disoccupati, scoraggiati, malati e genitori: i giovani che non studiano né lavorano lo fanno per ragioni diverse. “Fannulloni” non per scelta, il loro impiego porterebbe crescita economica

Non studiano, non lavorano, non fanno tirocini né corsi professionalizzanti. Sono giovani, fra i 15 e i 29 anni che vengono definiti Neet, “Not in Education, Employment or Training”. Il termine venne usato per la prima volta nel Regno Unito nel 1999 durante il governo di Tony Blair, dal 2010 è diventato sempre più comune […]

di 5 novembre 2016 Leggi tutto

I RegioStars premiano chi usa al meglio i fondi europei

Per l’Italia un progetto umbro e uno lombardo. Vincitrici sono le iniziative che hanno creato posti di lavoro, diffuso la tecnologia green e favorito il dialogo interculturale

Uno dei progetti vincitori ha creato 1.096 posti di lavoro e supportato l’attività di 126 start-up. Il Copenhagen Cleantech Cluster è una rete danese di organizzazioni di ricerca, aziende ed esperti di marketing che lavorano insieme per diffondere l’uso delle tecnologie ecologiche, che è stata premiata dalla Direzione generale Politiche regionali della Commissione europea nella […]

di 13 ottobre 2016 Leggi tutto

Il Consiglio d’Europa accusa di razzismo i tabloid britannici

Il quotidiano The Sun è più volte citato nel rapporto della commissione contro l’intolleranza come responsabile del reato di hate speech nei confronti dei migranti

La commissione contro il razzismo e l’intolleranza del Consiglio d’Europa (Ecri) ha denunciato i tabloid britannici per hate speech, incitamento all’odio. Nell’ultimo rapporto, del 4 ottobre 2016, sul Regno Unito, gli esperti di Strasburgo hanno rilevato che questi giornali scandalistici producono articoli offensivi e discriminatori: in particolare, i testi che prendono di mira i musulmani […]

di 5 ottobre 2016 Leggi tutto