L’imposta ungherese sulla pubblicità non è incompatibile con l’Ue

Il Tribunale annulla la decisione della Commissione europea in merito agli aiuti di Stato per diminuire il carico fiscale delle imprese secondo il regolamento dell’Unione

Nel 2014 sotto il governo Orban il Parlamento ungherese ha approvato tra le varie disposizioni, quella inerente la pubblicità. È infatti stata introdotta un’imposta speciale sugli introiti delle pubblicità in qualsiasi forma siano veicolate (giornali, radio, cartelloni pubblicitari, media, audio). L’imponibile è costituito dal fatturato netto su base annua generato dalle pubblicità di un esercizio, […]

di 28 Giugno 2019 Leggi tutto