Si chiude a Roma la V edizione del Festival della Diplomazia

0
157

Quarantasette eventi, dieci Ambasciate e sei Università coinvolte, oltre cento relatori per dieci giorni terminati con la serata di gala a Villa Madama

Il Festival della Diplomazia, Diplomacy, realizzato con il supporto della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, ha concluso i lavori della V edizione registrando un successo di pubblico. Quasi 50 appuntamenti, articolati in dibattiti, tavole rotonde, convegni, eventi e B2B, su argomenti di stretta attualità. Le nuove tecnologie, i conflitti che – dall’Ucraina alla Siria, passando per l’Iraq e la Striscia di Gaza – stanno infiammando il pianeta, la crisi economica, i diritti umani, l’economia globale e la lotta alla criminalità sono stati i temi di dibattito, ospitati nelle sedi istituzionali e accademiche più prestigiose della Città Eterna.

Prevenire i conflitti ed Elaborare soluzioni”: questo il titolo della straordinaria kermesse, per sottolineare quanto il ruolo della diplomazia sia sempre più strategico e centrale per costruire una solida cultura della pace. Che ha richiamato l’attenzione di più di 6.000 presenze fra i protagonisti del panorama nazionale e internazionale. Non a caso la sede scelta per la chiusura dell’evento è stata Villa Madama, prestigiosa residenza del Ministero degli Affari Esteri, che ha ospitato 150 personalità tra diplomatici, istituzioni, opinion leader ed economisti, accolti dal Segretario Generale del Festival, Giorgio Bartolomucci.

Tra i presenti il direttore della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, Lucio Battistotti, il capo del Cerimoniale del Ministero Affari Esteri Marco della Seta, gli ambasciatori Teodore Loko (Benin presso la Santa Sede), Karlo Sikharulidze (Georgia), August Parengkuan (Indonesia), Ahmed Bin Salim Bin Mohammed Baomar (Oman), Li Ruiyu (Cina), Francisco Elorza Caveng (Spagna), Giancarlo Kessler (Svizzera), i Ministri plenipotenziari Andrea Perugini e Stefano Baldi, gli ambasciatori Efisio Luigi Marras e Daniele Verga, Paolo Cirino Pomicino, Marco Filippo Tornetta (Ministero degli Affari Esteri) e Marco Alberti (Consigliere diplomatico dell’Enel).

Elena Boschi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui