Il Nord della Svezia svela i suoi tesori innevati

  • Condividi questo articolo

La Lapponia orientale, al confine con la Finlandia, custodisce tradizioni locali e paesaggi unici. Propone attività sempre nuove, come meta di crescente turismo invernale

10 Novembre 2018 | di | Ambiente - Cultura - Viaggi

La Lapponia svedese in questa stagione attende le prime nevicate: un quarto della superficie del Paese Scandinavo richiama alla mente una natura a perdita d’occhio (foreste, tundra, monti, fiumi). Molti operatori del turismo propongono per l’inverno le località di Haparanda, Kalix, Pajala, Överkalix e Övertorneå e i fiumi Torne e Kalix.

Vicino al fiume Torne si sono avvicendate, nel corso dei secoli, le storie di Svezia, Finlandia e della popolazione più rappresentativa dell’area, i Sami: le città di Haparanda e di Tornio, una in Svezia e una in Finlandia (con due diversi fusi orari) sono gemellate, nella zona si parlano sia lo svedese e il finlandese che il Meänkieli (un dialetto finlandese). A Kalix, il fiume sfocia in mare e il caviale è un prodotto tipico. Ancora più a nord, la città di Överkalix si trova tra torrenti che dividono il paesaggio in isole e promontori.

La regione è nota per attività invernali come gite in motoslitta, pesca sul ghiaccio, sci di fondo. Anche presso le famiglie dei Sami si trovano molte visite guidate, tra le renne e gli allevamenti di alci. L’accoglienza locale è rinomata, si va dall’Haparanda Stadhotell, risalente al 1900, a piccole strutture come l’Arthotel Tornedalen. Sono disponibili varie offerte turistiche per la Lapponia Svedese e quella Finlandese.

I viaggi organizzati nel periodo di Natale dalla Giver Viaggi includono visite a Rovaniemi (Finlandia), località tradizionalmente associata alla figura di Santa Claus, inoltre quanti vogliono conoscere la regione possono scegliere le escursioni in rompighiaccio sul Golfo di Botnia ghiacciato, le saune, la “caccia” alle aurore boreali, le gite in motoslitta lungo il fiume Torne, ed è immancabile lo Julbord, tradizionale buffet di Natale. Il tour operator Le Vie del Nord, propone per Capodanno (con partenze da Haparanda) osservazione delle aurore, escursioni nelle foreste, gite in slitte trainate da renne. I turisti possono raddoppiare il brindisi al confine tra Finlandia e Svezia (grazie al fuso orario diverso nei due Paesi). In Svezia, a cominciare da Haparanda, un’altra proposta di Capodanno (della Giver Viaggi)  è la traversata in rompighiaccio dal  porto di Kalix al golfo di Botnia oppure in motoslitta lungo il fiume Torne al confine finlandese. Non manca la sauna, tradizionale nell’area del fiume.

Un viaggio tipico della stagione (in questo caso però iniziando dalla Finlandia, da Rovaniemi) con il Tour Operator Il Diamante, prosegue nella Lapponia Svedese, in rompighiaccio verso sud fino a Luleå. Seguono itinerari (in motoslitta) tra arcipelaghi ghiacciati, paesaggi innevati, più le visite all’antico villaggio Gammelstad (patrimonio mondiale dell’Umanità) questo percorso si conclude in Finlandia, al Castello di neve a Kemi e al parco faunistico Ranua a Oulu. Molto apprezzata è anche la “città senza confini” Haparanda, tra la Lapponia Svedese e quella Finlandese, sul  Golfo di Botnia, si passa dai ghiacci marini caratteristici dell’ inverno alla natura incontaminata delle regioni interne (tour operator Le Vie del Nord) tra escursioni in rompighiaccio a Kalix, ricerche dell’aurora (in motoslitta) visite ai Sami, paesaggi, renne. Il mare è parte importante di queste regioni, un itinerario particolare inizia ad Haparanda (Svezia) per concludersi a Kemi (Finlandia) tra pesca sul ghiaccio, escursioni sulla costa, visite al Castello di neve a Kemi.

 

Aldo Ciummo

Foto © Michael Törnqvist

  • Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *