Attualità

Migranti, l’ora dello scontro istituzionale comunitario

Il presidente del consiglio europeo propone il superamento delle quote, ricalcando la posizione Visegrad. Per la Commissione e la maggior parte degli Stati «è inaccettabile»

Altro che solidarietà tra i principi fondativi dell’Unione europea. Nelle ultime ore la posizione degli Stati più rigidi sulle quote obbligatorie per i ricollocamenti dei richiedenti asilo, ovvero i Paesi del Gruppo di Visegrad + 1 (Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia e Ungheria più l’Austria) è stata fatta propria a sorpresa dal presidente del Consiglio europeo […]

di 12 dicembre 2017 Leggi tutto

La guerra in Ucraina: il silenzio dei media e l’emergenza umanitaria

Libero Saakachvili, oppositore di Poroshenko, dopo l’arresto di sabato scorso. Il ruolo degli investimenti cinesi in un possibile processo di pace

Sconcerta il silenzio da parte dei mass media, in particolare europei, sul conflitto in Ucraina. Una situazione che interessa un numero imprecisato di civili, abbandonati a loro stessi, bisognosi di aiuto e assistenza. Anche coloro i quali hanno deciso di tornare per non perdere il contatto con il proprio territorio, parzialmente rassicurati dal consolidamento della […]

di 11 dicembre 2017 Leggi tutto

La Corte Ue pronta per i Paesi anti-relocation

Bruxelles passa all’attacco con i Visegrad-State e la revisione del Dublin-rule. L’Italia intanto assume la presidenza del Processo Khartoum

Unione europea contro Polonia, Repubblica Ceca, in parte Slovacchia e Ungheria. Bruxelles inasprisce il pressing nei confronti dei 4 Stati del gruppo di Visegrad, tutte entrate a far parte dell’Ue nel 2004, deferendole alla Corte di Giustizia europea per le mancate relocation dei richiedenti asilo da Grecia e Italia. Dopo l’ultimatum dello scorso maggio il […]

di 7 dicembre 2017 Leggi tutto

Giornata mondiale contro la violenza sulle donne

In Italia calano gli omicidi ma non le vittime femminili. Lucia Annibali presenta il libro scritto a quattro mani con la giornalista del Corriere Giusi Fasano “Io ci sono”

In Europa e nel mondo si moltiplicano le iniziative in occasione del 25 novembre, giornata dedicata a contrastare la violenza maschile contro le donne. Le vittime di sesso femminile di omicidi sono aumentate. Nel 2011 erano al 61% del totale, nel 2016 sono salite al 63%. E nei primi mesi di quest’anno, secondo l’ultimo dato […]

di 25 novembre 2017 Leggi tutto

Milano non è la nuova sede dell’Agenzia europea del farmaco

Al terzo turno il capoluogo lombardo perde al sorteggio il ballottaggio con Amsterdam, città dove si trasferirà l’Ema, in trasloco dopo l’uscita del Regno Unito dall’Ue

Milano non ce l’ha fatta a ottenere di ospitare l’Agenzia europea del farmaco (Ema), nonostante la compattezza delle istituzioni fautrici di questa iniziativa. Solo il sorteggio nella sfida finale con Amsterdam, come previsto dal regolamento, ha deciso l’esito. Milano nei turni precedenti era sempre la preferita, poi le è stato fatale arrivare a pari merito […]

di 20 novembre 2017 Leggi tutto

Papa Francesco e lo stop alla vendita delle sigarette

Pur trattandosi per il Vaticano di una fonte di reddito, «è più importante fare la cosa giusta». Il fumo è la causa di oltre sette milioni di morti nel mondo, 700.000 in Europa ogni anno

La notizia risale a qualche giorno fa ed è stata raccontata in più versioni dalla stampa. Dal 2018 il Vaticano  sospenderà la vendita di tabacchi ai dipendenti, ai religiosi, al corpo diplomatico. Una decisone voluta, annunciata e meditata da tempo da Papa Francesco. La precisazione è venuta dal direttore della Sala Stampa Vaticana Greg Burke: […]

di 14 novembre 2017 Leggi tutto

Borut Pahor si conferma presidente della Slovenia

Come nel resto d’Europa aumenta l’affluenza, ma in controtendenza si continua a cercare stabilità. Messaggi di vicinanza e condivisione da Croazia e Italia

Il ballottaggio per decidere il nuovo capo della Repubblica slovena si è concluso con la conferma del presidente uscente, Borut Pahor, che già nel primo turno elettorale aveva ottenuto quasi il doppio delle preferenze del suo avversario Marjan Sarec, forte del 47,2% ottenuto lo scorso 22 ottobre contro il 24,7% dell’ex comico attuale sindaco di […]

di 13 novembre 2017 Leggi tutto

May pensa a fissare l’ora della Brexit, Ue al conto

“L’ora x” fissata da Downing Street per il 29 marzo 2019 alle ore 23. Ma il capo negoziatore dell’Unione europea Barnier avverte: «Servono progressi entro due settimane»

Non c’è ancora nessun accordo tra Regno Unito e Unione europea ma c’è l’ora solenne e irreversibile del divorzio. No, non è uno scherzo, l’anglosassone premier conservatrice Theresa May ha annunciato in pompa magna di mettere nero su bianco giorno e ora della Brexit con un emendamento alla Great Repeal Bill (o Withdrawal Bill), la […]

di 10 novembre 2017 Leggi tutto

Il generale Graziano presidente del Comitato militare dell’Ue

Assumerà l’incarico tra un anno esatto, a novembre del 2018. Pinotti: «riconoscimento da parte dell’Unione europea dell’impegno del Paese e delle Forze armate italiane»

Il capo di Stato maggiore della Difesa, il generale Claudio Graziano, è stato nominato presidente del Comitato militare dell’Unione europea. Dunque in quello che prende sempre più corpo come uno strumento di difesa autonomo comunitario, l’Italia prende l’incarico di vertice. Una rivincita, quella dell’ufficiale torinese di 64 anni, poco meno di due mesi fa in […]

di 8 novembre 2017 Leggi tutto

Rischio arresto europeo per gli indipendisti della Catalogna

Sempre più intricata la situazione dopo la “fuga” a Bruxelles di Puigdemont, che però non chiede asilo politico. Intanto da domani partono interrogatori e sequestri di beni

«Carles Puigdemont è giunto a Bruxelles da cittadino europeo, nel cuore dell’Unione europea. In quanto tale, gode di tutte le nostre libertà e garanzie, può viaggiare come e dove crede. Non è un perseguitato politico. Non vive in dittature come la Corea del Nord o il Venezuela. Bensì viene da una grande democrazia, qual è […]

di 1 novembre 2017 Leggi tutto