8ª Edizione di 8 1/2 Festa del Cinema italiano in Portogallo

0
97

A Lisbona fino al 2 aprile, poi itinerante nelle altre città, l’evento organizzato dall’ambasciata e dall’IiC del Belpaese

Partirà oggi dalla capitale, presso il cinema São Jorge e la Cinemateca Portuguesa, per poi spostarsi nel resto del Paese 8 ½ Festa del Cinema italiano, il più importante evento in Portogallo interamente dedicato ai cortometraggi del Belpaese.

Organizzato dall’ambasciata d’Italia in Portogallo, dall’Istituto italiano di Cultura (IiC) di Lisbona, dall’Associazione Il Sorpasso e da La Cappella Underground, con l’appoggio della Lucana Film Commission, di Luce Cinecittà, del MIBAC direzione generale per il Cinema e con il patrocinino di Assicurazioni Generali, Lavazza e Campari Aperol, l’ottava 8 ½ Festa del Cinema Italiano avrà luogo a Lisbona dal 25 marzo al 2 aprile, per poi spostarsi a Porto (9-12 aprile), Évora (15-18 aprile), Caldas da Rainha (25-27 aprile), Loulé in Algarve (1-3 maggio) e Coimbra (5-7 maggio). Non solo, la Festa del Cinema italiano proseguirà poi il suo viaggio verso altre destinazioni lusofone: Luanda in Angola e Maputo in Mozambico.

3
L’ingresso dell’IiC di Lisbona

L’8ª edizione del festival presenta un programma ricchissimo che include due anteprime internazionali: Noi e la Giulia, il recentissimo successo di Edoardo Leo e l’ultima opera di uno dei registi italiani più apprezzati all’estero, Gabriele Salvatores con Il ragazzo invisibile. Molte saranno anche le anteprime nazionali, a dimostrazione del legame che il festival ha stretto negli anni con i principali distributori portoghesi. Si inizia con il film d’apertura Le meraviglie, alla presenza della regista Alice Rohrwacher. Alla proiezione di Hungry Hearts saranno presenti il regista Saverio Costanzo e l’attrice Alba Rohrwacher. Spazio anche ai grandi maestri del cinema italiano con la proiezione di torneranno i prati di Ermanno Olmi, Il giovane favoloso di Mario Martone e l’anteprima portoghese di Che strano chiamarsi Federico di Ettore Scola.

4
L’ingresso dell’Istituto italiano di Cultura

Altro grande momento del Festival sarà la presentazione della serie Gomorra, proiettata integralmente alla Festa del Cinema italiano prima di essere trasmessa dalla televisione portoghese. Tra i film in competizione si segnalano le anteprime portoghesi di Anime nere di Francesco Munzi, Short Skin di Duccio Chiarini assieme a Incompresa di Asia Argento, Le cose belle di Agostino Ferrente e Giovanni Piperno e Più buio di mezzanotte di Sebastiano Riso. Nell’8ª edizione della Festa del Cinema italiano ci sarà anche spazio per un focus su una delle regioni più belle d’Italia, la Basilicata, grazie alla fruttuosa collaborazione con la Lucana Film Commission e l’APT Basilicata. Ospite d’onore il regista e attore Rocco Papaleo.

2Continua anche in questa edizione la collaborazione con la Cinemateca Portuguesa – Museu do Cinema grazie alla quale sarà possibile rivedere sul grande schermo tutti i capolavori di Sergio Leone, tra cui la prima proiezione in Portogallo della versione director’s cut di C’era una volta in America. Infine, si segnala che l’intera immagine e la campagna promozionale dell’8ª edizione della Festa del Cinema italiano è stata sviluppata da Fabrica, il centro di ricerca di comunicazione del gruppo Benetton. Un’importante collaborazione che contribuisce a incrementare il prestigio e la visibilità del Festival.

 

Keiko Jiménez

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui