Mobilità aerea e ferroviaria migliori per i diversamente abili

  • Condividi questo articolo

Un problema che riguarda 4,5 milioni persone in Italia negli spostamenti fra aeroporti e stazioni dei treni. Alla presidenza dell’Anglat riconfermato Roberto Romeo

15 Maggio 2019 | di | Attualità - Costume

In Italia sono circa 4,5 milioni le persone diversamente abili alle quali l’Associazione Nazionale Guida Legislazioni Andicappati Trasporti (Anglat), che da oltre 37 anni opera a tutela dei diritti delle persone con mobilità ridotta, offre nuove opportunità nella mobilità aerea, ferroviaria e stradale grazie alle innovative iniziative lanciate dalle Ferrovie dello Stato, Aeroporti di Roma, Enac e ACI.

«Muoversi è un diritto di tutti» – ha sottolineato il presidente Roberto Romeo nel corso dell’Assemblea nazionale svoltasi a Roma e riconfermato per altri 4 anni alla guida dell’Associazione – «e per i diversamente abili, che in Italia sono circa 4,5 milioni di persone, dopo i successi per l’abbattimento delle barriere architettoniche, si prospettano importanti benefici nel superamento delle barriere informative».

L’assemblea generale, tenuta presso il CSRPAD del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti di Roma, ha riconfermato per il 2019-2023 anche Stefano Venturini quale segretario nazionale e i consiglieri uscenti.

Le Ferrovie dello Stato hanno annunciato la formazione di oltre 120 addetti nelleSale Bluper l’accoglienza e l’assistenza ai viaggiatori con ridotta mobilità, il completamento dell’abbattimento di barriere architettoniche in 300 stazioni della penisola che intercettano oltre il 70% del movimento passeggeri ferroviari. Inoltre è possibile richiedere in anticipo l’assistenza per passeggeri diversamente abili attraverso il web, ufficializzando il lancio di una App che consente la richiesta di assistenza e altre informazioni utili per spostamenti all’interno delle stazioni.

Il settore aereo in molti aeroporti nel mondo dispone di una sezione dedicata ai passeggeri con ridotta mobilità.

La società Aeroporti di Roma ha creato un’apposita Società che si occupa dell’assistenza ai passeggeri diversamente abili, che nel 2018 ha effettuato circa 360mila assistenze.  Tra le novità dei servizi dedicati, è stato illustrato ildoor to door” che permette al passeggero il transfer da casa fino all’aeroporto. I passeggeri interessati vengono accolti e affiancati dagli addetti aeroportuali direttamente presso la stazione di Fiumicino-Aeroporto, migliorando il comfort di chi raggiunge o parte dall’aeroporto in treno e necessita di un’attività di affiancamento.

In sinergia con il Gruppo Ferrovie dello Stato è stato realizzato un importante servizio di intermodalità per utenti con ridotte mobilità che assicura assistenza e supporto dalla stazione ferroviaria fino al gate d’imbarco in aeroporto. Altra novità proviene da “Bed & Care”, una start up che ha realizzato una piattaforma online per prenotare alberghi e strutture ricettive in grado di ospitare clienti con ridotte mobilità.

 

Enzo Di Giacomo

Foto © Anglat, Aeroporti di Roma

  • Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *