Tramandare l’esperienza italiana in Europa: la De Feo Restauri

  • Condividi questo articolo

Tra gli ultimi lavori, gli interventi nell’area archeologica di Nora (Ca), gli apparati scultorei del Quirinale a Roma e la Fontana dei Tritoni a Valletta (Malta)

26 novembre 2017 | di | Arte

       Fortificazioni di Valletta ante operam

Una forte tradizione familiare nel settore, un servizio di alta qualità e tanta passione, unita all’orgoglio di dare una “nuova vita” alle bellezze del Belpaese e ora anche dell’Europa: sono questi i punti di forza dell’impresa di restauri De Feo, specializzata nel recupero e nella conservazione di monumenti e opere d’arte di grande pregio storico, artistico e architettonico. Una realtà romana ma la cui competenza e i cui lavori sono ormai richiesti in tutto il Vecchio Continente: in trent’anni di attività – l’azienda è stata fondata nel 1987 – Antonio De Feo ha infatti saputo imporsi come interlocutore ideale per soggetti pubblici e privati per tutto quel che riguarda il campo dei restauri e le attività ad esso collegate, dalle progettazioni alla diagnostica.

Un impegno riconosciuto anche dall’inclusione nell’elenco delle imprese di eccellenza del Lazio, e non poteva essere altrimenti, vista l’importanza dei lavori portati a termine. Tra gli ultimi, come spiega il manager dell’azienda Federico De Feo (nella foto a sinistra nel cantiere a Malta), rientrano anche la valorizzazione e il restauro dell’area archeologica di Nora, in provincia di Cagliari, il restauro  degli apparati  scultorei del Quirinale e nel complesso monumentale di Santa Maria della Colonna  in Napoli, per un grande progetto Unesco (in corso d’opera). Tra quelli all’estero degni di menzione  a Malta il restauro concluso nel  2015  sulle fortificazioni cinquecentesche di Valletta e lo straordinario intervento  di restauro in corso d’opera, della Fontana dei Tritoni e dell’area limitrofa (luogo caro ai maltesi, ndr) di Valletta a Malta.

          Area archeologica di Nora

Una competenza davvero a trecentosessanta gradi, quindi, per offrire un servizio di grande eccellenza anche negli interventi più complicati: tra questi, ricorda De Feo, anche quello portato a termine sulle mura di Alatri (Fr), per il quale sono stati impiegati gli elicotteri. Il tutto con un unico obiettivo: quello di riportare queste opere all’antico splendore e farle conoscere a un numero sempre più ampio di persone. Perché il restauro di qualità riesce a fare anche questo: «basti pensare» – commenta Federico De Feo – «che a Nora, dopo l’intervento, le presenze sono balzate da 20mila a 80mila».

           Ing. Arch. Luca De Feo

Dunque l’impresa della restauri De Feo rappresenta una bella storia imprenditoriale italiana che vede, anche nel passaggio di esperienza e competenze tra generazioni, un esempio di passione, qualità del servizio e dedizione al lavoro. Attualmente, ad affiancare il titolare Antonio De Feo ci sono infatti i suoi due figli: Luca, ingegnere, architetto e direttore tecnico (nell’immagine a sinistra nei lavori di restauro al Quirinale), e Federico, project manager – expert in cultural heritage enhancemente. Con loro, uno staff di professionisti, specialisti e maestranze selezionate che creano così una squadra in grado di garantire risultati eccellenti in tutti i settori operativi in cui è suddivisa l’impresa: dal restauro monumentale, archeologico e di opere d’arte, fino alle divisioni che si occupano di opere civili e impianti.

     Mura ciclopiche Alatri
     Fontana dei Tritoni Malta (post operam)

Ludovico Stella

Foto © De Feo Restauri

  • Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *