Verso una lotta contro il terrorismo più efficace

  • Condividi questo articolo

Nell’ambito dell’Agenda europea sulla sicurezza la Commissione chiede al Consiglio di firmare, a nome dell’Ue, la Convenzione del Consiglio d’Europa

15 giugno 2015 | di | Attualità - Europa

L’adozione del protocollo aggiuntivo è un importante passo avanti in vista di una più decisa risposta europea al terrorismo, in particolare alla minaccia rappresentata dai terroristi combattenti stranieri. Il protocollo, adottato poco più di un anno fa, il 19 maggio 2015, implementa alcune disposizioni della risoluzione 2178 (2014) del Consiglio di sicurezza dell’ONU sui terroristi combattenti stranieri, come la criminalizzazione di attività quali recarsi in Paesi terzi a fini terroristici (ad esempio per ricevere addestramento terroristico) o la partecipazione ad attività di gruppi terroristici o a formazione a scopi di terrorismo.EU-US Justice and Home Affairs Ministerial Meeting La Convenzione prevede che tutte le parti firmatarie designino punti di contatto permanenti per agevolare un rapido scambio di informazioni su persone sospettate di viaggi all’estero a scopi terroristici.

Finora l’Unione europea non ha firmato la Convenzione, né il suo protocollo aggiuntivo, ma ha attuato alcune delle loro disposizioni nella decisione quadro del 2008 sul terrorismo. Poiché il protocollo costituisce un’aggiunta alla Convenzione, la Commissione intende firmare entrambi contemporaneamente, per aprire la strada per l’attuazione delle loro disposizioni.

Discussion between Donald Tusk and Jean-Claude Juncker (in the centre, in the foreground, from left to right)

Come annunciato nell’Agenda europea sulla sicurezza, nel corso di quest’anno la Commissione effettuerà la valutazione d’impatto della decisione quadro del Consiglio del 2008 sulla lotta al terrorismo per aggiornarla nel 2016. Tenere conto del protocollo sarà fondamentale per l’aggiornamento.

Per avanzare nell’attuazione delle sue priorità di prevenzione e lotta al terrorismo nell’ambito dell’Agenda europea sulla sicurezza la Commissione europea ha proposto, pertanto, al Consiglio di autorizzarla a firmare, a nome dell’Unione europea, la Convenzione del Consiglio d’Europa sulla prevenzione del terrorismo e il suo protocollo aggiuntivo.

 

Ajkuna Çela

Foto © European Community, 2015

Nelle immagini sono ripresi il presidente del Consiglio Ue Donald Tusk e della Commissione Jean-Claude Juncker prima (ultima foto) e durante un incontro europeo

  • Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *