OPTIMO la rivoluzione del carburante premium al prezzo del normale

  • Condividi questo articolo

IP pensa ad un futuro in movimento sostenibile attraverso 3 benifici: cura ed efficacia del motore, sostenibilità ambientale e tracciabilità. L’intervento dell’Ad Bandiera

14 Gennaio 2020 | di | Attualità - Economia - Eventi

IP ha lanciato a Roma gli innovativi carburanti OPTIMO benzina e diesel, che andranno a sostituire i carburanti tradizionali nelle oltre 5.000 stazioni di servizio del Gruppo in tutta Italia. La vera rivoluzione di questi carburanti è la vendita allo stesso prezzo di quelli normali. L’amministratore delegato Daniele Bandiera, presente alla conferenza stampa di presentazione, ha affermato: «Con l’acquisizione di TotalErg 2 anni fa siamo cresciuti in termini di volumi, risorse umane, presenza sul territorio, responsabilità sociale e ambientale. A non cambiare invece è la nostra missione, che è quella di far muovere gli italiani. Con Optimo vogliamo rendere tutti i nostri clienti, non solo quelli più abbienti, protagonisti del cambiamento in atto nella mobilità. Il lancio di OPTIMO, un carburante premium al prezzo del normale, consente a tutti di godere di benefici economici e di prestazioni, ma anche di contribuire concretamente alla salvaguardia dell’ambiente contenendo le emissioni di CO2. La transizione della mobilità non è più un lusso per pochi».

IP Gruppo api è la più grande industria privata che opera nel settore della raffinazione, distribuzione di prodotti petroliferi e della mobilità, con 1.300 dipendenti. Presenti sulle dorsali tirrenica e adriatica, con un sistema di logistica integrata che rifornisce i principali aeroporti e numerosi porti del Paese. Nel 2018 ha acquisito la rete di distribuzione e alcuni fondamentali asset logistici e industriali di TotalErg S.p.a. Con la fusione di api in IP, 11 marzo 2019, inizia una nuova fase di sviluppo industriale, ispirata a una visione della mobilità in continua trasformazione e attenta all’evoluzione dei modelli di consumo. Infatti il lancio di Optimo è solo uno dei passi fatti dal Gruppo. Negli ultimi anni ha siglato accordi strategici con Snam ed Enel e sta dotando le proprie stazioni di 200 nuovi impianti di rifornimento di gas naturale e di colonnine elettriche di ricarica fast e ultra-fast. Uno sviluppo coerente con la visione di un punto vendita che si rinnova con multienergie, digitalizzazione dei pagamenti e servizi più ricchi.

Sono 3 i vantaggi principali con l’utilizzo di OPTIMO: la cura e l’efficienza del motore, l’impatto ambientale e la tracciabilità del prodotto. Più efficienza e minori spese di manutenzione perché rimuove le impurità presenti (effetto clean-up) e lo mantiene pulito (effetto keep-clean), protegge il motore dalla corrosione e riduce gli attriti tra le parti meccaniche. Tutto ciò consente il contenimento dei costi di manutenzione: la combustione più fluida diminuisce infatti l’usura dei componenti del motore e ne migliora le performance. Test svolti su motori a iniezione diretta, la maggioranza in Italia per le motorizzazioni a benzina, in conformità con il protocollo standard CEC F-05-93 e CEC F-20-98, hanno dimostrato la capacità di prevenire nelle autovetture nuove oltre l’85% della tendenza alle formazioni di depositi. Nelle autovetture che hanno già accumulato migliaia di km, invece, test svolti in conformità alle metodiche standard CEC F-05-93 e CEC F-20-98, hanno confermato l’efficienza di OPTIMO nel rimuovere oltre il 50% dei depositi già presenti, già dopo l’equivalente di 3.000 km di utilizzo. Per i motori diesel, infine, OPTIMO migliora le prestazioni, favorendo una eccellente risposta del motore e una più pronta accensione, anche a “freddo”. Altro vantaggio dei carburanti OPTIMO è una riduzione dei consumi di carburante di almeno il 2%. Il risultato è stato verificato da test svolti in condizioni standardizzate, secondo il protocollo adottato in Austria dalla direttiva per il risparmio energetico EEffG.

❗Roma 14/01/2020 📍palazzo Guglielmi piazza Ss. Apostoli 73 🌳 Optimo, nuovo carburante IP 🚗

Geplaatst door Eurocomunicazione op Dinsdag 14 januari 2020

IP si è data l’obiettivo di ridurre l’immissione in atmosfera di oltre 300.000 tonnellate di CO2 all’anno, equivalente a ridurre di oltre il 60% le emissioni complessive emesse dalle attività industriali del Gruppo. Il calcolo è stato effettuato a partire dalle stime emissive del parco circolante italiano effettuate dall’ISPRA nel National Greenhouse Gas Inventory. I risultati di riduzione sono espressi per la media del parco circolante, e possono variare a seconda delle tipologie e condizioni dei motori, oltre che per lo stile di guida adottato. «Viviamo un’epoca fluida e complessa» – spiega ancora Daniele Bandiera, l’Ad della IP – «un’epoca in cui si intrecciano tre grandi forze che stanno cambiando il modo in cui le persone e le merci si muovono: cambiano i clienti e le loro esigenze; cambia l’industria, e con essa le soluzioni per la mobilità; cambia e si accentua la sensibilità ambientale e con essa il rapporto tra produzione, consumo e qualità di vita. Nessuno può permettersi di ignorare queste tre forze. Soprattutto non le può ignorare un Gruppo come il nostro, che è cresciuto fino a diventare tra i più grandi d’Italia». OPTIMO è anche sinonimo di tracciabilità. IP sarà l’unica società a vendere solo carburante tracciabile sulla propria rete. L’aggiunta di un tracciante permetterà di verificare la qualità del prodotto e la filiera di provenienza in funzione antitruffa. L’obiettivo è quello di contrastare la piaga del traffico illegale di carburante, che mette a rischio i motori degli italiani e genera enormi volumi di evasione fiscale.

 

Ginevra Larosa

Foto e video © Ginevra Larosa, Eurocomunicazione

  • Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *