Vienna secrets, una inedita campagna di promozione turistica per scoprire la capitale austriaca

0
126

Fra gli eventi più attesi del 2017 le grandi mostre su Maria Teresa d’Asburgo e sulla principessa Sissi

Immaginate di essere sulle tracce di un libro che dona potere e fama a chi lo possiede, immaginate che questa ricerca vi porti in alcuni fra i luoghi più suggestivi della Capitale, le sale dell’Istituto nazionale di archeologia e storia dell’arte di Palazzo Venezia, alle quali la patina del tempo conferisce un fascino del tutto peculiare, costellate di opere d’arte di incredibile fattura, il foyer del Teatro Sala Umberto, gli ambienti angusti e polverosi della storica libreria Cesaretti, colma di volumi che ne saturano le pareti fin sopra il soffitto come in un racconto di E.T.A. Hoffmann. Immaginate ancora di trovare sul vostro cammino curiosi personaggi che vi guidino in questa avventura, le cui indicazioni spetta a voi decifrare; studiosi che paiono emergere dalla fine del XIX secolo, aspiranti attrici alla ricerca di un barlume di notorietà, mentre misteriose spie cercano di ostacolarvi il cammino. Immaginate infine di dover catturare una fantomatica ladra, tale Maria Teresa Nesterval, innamorata della grande bellezza di Roma e delle sue opere d’arte. Come in un romanzo di Agatha Christie, o in una storia di Allan Poe,  il progetto Nesterval immerge chi vi partecipa in atmosfere astratte, lontane dalla normale temporalità.

Wien Tourismus, Fiaker, Wien, 2015, copyright www.peterrigaud.comSe esistesse un premio dedicato alla miglior campagna pubblicitaria di promozione turistica, questo spetterebbe certamente all’Ente del turismo Austriaco, in particolare nella sua declinazione viennese, che ha saputo ideare e organizzare in maniera perfetta una vera e propria caccia al tesoro, coinvolgendo operatori del settore e professionisti della carta stampata e del web. Una sorta di grande rappresentazione teatrale itinerante che ha già toccato alcune fra le città più celebri d’Europa, quali Londra, Parigi, Varsavia, Bucarest e Francoforte, e che si concluderà a Barcellona.

Il tutto per promuovere l’immagine di Vienna e le novità in programma per il prossimo anno. Siamo nel periodo in cui la capitale austriaca ospita ovunque incantevoli mercatini natalizi, giusto viatico per le prossime festività. Un grande arco adornato di candele accoglie il visitatore nella Piazza del Municipio. Un nuovo design di illuminazione trasforma il Ring in un grande palcoscenico all’aperto, mentre istallazioni all’interno del parco raffigurano racconti natalizi per bambini. Stand con prodotti di artigianato, idee regalo e prodotti gastronomici locali punteggiano praticamente l’intera città, dal Belvedere alla reggia di Schönbrunn. Proprio nel sontuoso palazzo, il 13 marzo 2017, verrà inaugurata una grande mostra dedicata a Maria Teresa d’Austria, nel tricentenario della nascita. Una rassegna ampia e articolata che coinvolgerà anche altre sedi espositive, quali il Museo delle carrozze imperiali e il Museo del  mobile di Vienna. Anche l’imperatrice Elisabetta verrà celebrata in occasione dei centottanta anni dalla nascita, con una esposizione ospitata nel Museo di Sisi a partire dal giugno 2017.

vienna-boys-choir-c-lukas-beck_wientourismusTroppo ampia l’offerta per essere riassunta in questa sede. Fra gli eventi più glamour ricordiamo il Ballo di Capodanno nelle sale dell’Hofburg, un’esperienza unica per i fortunati che riescono a partecipare, e il celebre Concerto di Capodanno nella sala dorata del Musikverein. Balli di ogni tipo, da quello dei Caffettieri al ballo dell’Opera, completano un programma da sogno.

Guardando più avanti nel corso del 2017, da non perdere il Genussfestival nei giardini dello Stadtpark (12-14 maggio), dedicato al gusto e ai sapori locali, il Festival di Vienna (12 maggio – 18 giugno) del teatro e della musica, che ospita i migliori ensemble internazionali, e ancora il concerto di una notte d’estate con la Filarmonica di Vienna di fronte alla reggia di Schönbrunn (25 maggio), un evento a ingresso libero, diretto per l’occasione dal Maestro Christoph Eschenbach.

In proposito si vuole notare come, nel 2017, ricorrano i 175 anni dall’istituzione della Filarmonica di Vienna. Un anniversario che coincide con quello, altrettanto significativo, dei 150 anni dalla prima esecuzione del valzer sul bel Danubio blu di Johann Strauss, icona della città di Vienna. Vogliamo poi ricordare il Festival di Pasqua al Theater an der Wien (marzo 2017), prodigo di rarità musicali tanto antiche quanto moderne. Un Festival gratuito di musica elettronica presso il MuseumQuartier (aprile 2017) attrae appassionati del genere. Lodevole anche l’iniziativa della Staatsoper, che trasmetterà alcuni spettacoli su maxischermo in aprile, giugno e settembre, naturalmente ad accesso libero. I cultori del rock e del metal non vengono trascurati, in quanto gli viene dedicato un Festival sull’isola del Danubio (2-4 giugno 2017). La medesima location ospita poi un grande evento in programma alla fine di giugno, dedicato a varie espressioni musicali (pop, jazz, ecc.).

Vienna si conferma ancora una volta città dal volto mutevole e cangiante, accattivante tanto per i giovani quanto per gli adulti, sempre in grado di incontrare i gusti più disparati e di offrire in ogni ambito esperienze indimenticabili. Una creatività inventiva che coinvolge ogni settore, non ultimo quello della promozione turistica.

Riccardo Cenci

***

Per sapere di più riguardo il progetto nesterval: www.nesterval.at

Foto in apertura: Wien, Rote Bar, Copyright www.peterrigaud.com

Foto in alto: Wien Tourismus, Fiaker, Wien, 2015, copyright www.peterrigaud.com

Foto in basso: Lukas Beck

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui