Turismo sostenibile: brillanti risultati raggiunti da Soneva

0
255

L’operatore di resort di lusso è pioniere dei programmi ambientali in tutto il mondo

Soneva, leader mondiale nella gestione di resort di lusso, con proprietà alle Maldive e in Thailandia, celebra progetti ambientali da 25 anni con successo a livello mondiale. Tra questi il sovvenzionamento di stufe da cucina a basse emissioni di carbonio, la conservazione delle mangrovie, il restauro dell’erba marina e l’organizzazione di dialoghi internazionali riguardo la sostenibilità sulla pesca e sulle materie plastiche in mare. L’investimento combinato di quasi 10 milioni di dollari ha avuto un impatto positivo su oltre un milione di persone e ha permesso di risparmiare più di mezzo milione di tonnellate di emissioni di anidride carbonica, risultato equivalente all’eliminazione di oltre 100.000 auto dalle strade per un intero anno.

Soneva ha generato in tutti i suoi resort un valore pari a 553.000 dollari americani dal riciclo dei rifiuti attraverso l’iniziativa Waste to Wealth. L’anno scorso sono state utilizzate 65.250 cannucce di carta, che avrebbero potuto facilmente essere cannucce di plastica se Soneva non le avesse vietate nel 2008. Soneva ha venduto 71.400 litri d’acqua in bottiglie di vetro riutilizzabili, impedendo la produzione di 47.600 bottiglie di plastica monouso. 4.900 kg di lattine di alluminio sono state compattate e inviate al riciclaggio. 2.400 metri quadrati di polistirolo sono stati reimpiegati e utilizzati per la costruzione delle ville di Soneva. Sono stati prodotti 9.000 kg di carbone di legna (del valore di 14.400 dollari) nell’Eco Centro di Soneva Fushi.

Ogni mese sono stati prodotti 20.000 kg di compost presso l’Eco Centro di Soneva Fushi con i rifiuti alimentari e la materia organica. 70 bambini della scuola maldiviana hanno imparato a nuotare grazie al programma “Impara a nuotare” di Soneva. Quattro bagnini sono stati addestrati dalle comunità maldiviane da Soneva Hosts. Ogni mese sono stati prodotti circa 30 litri di olio di cocco (da circa 675 noci di cocco) dalle piante di cocco di Soneva Fushi. Ogni resort Soneva ha la propria struttura Waste-to-Wealth, che ricicla il 90% dei suoi rifiuti attraverso un’innovativa strategia di gestione dei rifiuti. Il cibo avanzato nei ristoranti dei resort viene compostato per creare un terreno nutriente per gli orti del resort e gli orti delle isole, tutti biologici, e forniscono gran parte dei prodotti utilizzati nelle cucine di ogni resort.

L’imballaggio in polistirolo viene utilizzato per realizzare blocchi leggeri da costruzione o come isolante all’interno dei muri delle ville. Soneva punta al 100% del riutilizzo dei suoi rifiuti per evitare di farlo finire nelle discariche entro il 2030. Attualmente, il 12% del consumo totale di energia di Soneva nei tre resort proviene da fonti rinnovabili. Soneva punta ad aumentare questo dato al 50%, ed entro il 2025 intende utilizzare il 100% di energia rinnovabile. Un altro aspetto dell’iniziativa Waste to Wealth è l’Art and Glass Studio di Soneva Fushi, l’unico laboratorio del vetro delle Maldive. Qui, ogni anno, circa 1.200 bottiglie di vetro usato di Soneva Fushi, Soneva Jani, e dei vicini resort dell’atollo di Baa vengono frantumate e fuse per essere riciclate. Poi, utilizzando tecniche come la soffiatura, la fusione e il taglio del vetro, il team del vetro di Soneva crea pezzi funzionali e sculture di vetro uniche nel loro genere, che possono essere acquistate presso lo Studio di Arte e Vetro.

Per una nazione insulare come le Maldive, che si affida al suo scenario naturale per il turismo e con il pesce come alimento principale, lo spreco è un problema enorme. Per questo motivo Soneva ha avviato il Soneva Maker Programme a Soneva Fushi. Questo programma vede Soneva aderire all’iniziativa globale di base Precious Plastic per diventare la prima azienda delle Maldive a riciclare la plastica in nuovi prodotti, utilizzando macchine open-source realizzate con materiali a basso costo disponibili localmente. Soneva Water 1. Soneva ha vietato l’importazione di acqua in bottiglia nel 2008 e filtra, mineralizza, alcalinizza e imbottiglia l’acqua in loco.

Soneva ha evitato la produzione di 1.500.000 bottiglie di plastica negli ultimi 10 anni utilizzando bottiglie di vetro riutilizzabili. Una percentuale delle entrate di Soneva Water finanzia oltre 500 progetti di acqua pulita in più di 50 Paesi. Fornisce acqua pulita a oltre 750.000 persone tramite enti di beneficenza come Water Charity e Thirst Aid. Nel 2019, Soneva ha lanciato Soneva Namoona, una partnership tra tre isole maldiviane (Maalhos, Dharavandhoo e Kihaadhoo), Soneva, fondazione marina plastica Common Seas, e il governo delle Maldive per cambiare il modo in cui la nazione dell’isola gestisce i rifiuti.

Nel febbraio 2020, l’isola di Maalhos ha inaugurato l’apertura del suo Eco Centro and water bottling plant. Sotto Soneva Namoona, Soneva Water fornisce acqua potabile alle famiglie e alle pensioni dell’isola di Maalhos in bottiglie di vetro riutilizzabili, riducendo la necessità di bottiglie d’acqua in plastica monouso sull’isola. Un nuovo centro “waste-to-wealth” dell’Eco Centro sponsorizzato da Soneva consente il compostaggio e il riciclaggio dei rifiuti a Maalhos. Nel 2020, Soneva Namoona si estenderà alle isole locali Dharavandhoo e Kihaadhoo. Dopo gli incontri e i workshop ospitati da Soneva Fushi nel 2019, il presidente delle Maldive Solih si è impegnato, in occasione dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, a far sì che il Paese diventi plastica monouso-free entro il 2023.

Soneva Namoona continuerà a lavorare con il governo nazionale per estendere questo approccio pionieristico a tutte le Maldive. Soneva Namoona si concentra sui tre pilastri di Ridurre, Riciclare, Ispirare. Reduce è una riduzione radicale del volume di plastica che arriva sulle isole. Soneva ha assistito alla creazione di un impianto di imbottigliamento dell’acqua sull’isola di Maalhos per desalinizzare e mineralizzare l’acqua di mare, che viene distribuita in bottiglie di vetro riutilizzabili, eliminando la necessità di acqua imbottigliata in plastica. Recycling e lo smaltimento responsabile dei rifiuti costituiscono il secondo filone del programma. Maalhos è la prima isola ad aprire un Eco Centro sponsorizzato da Soneva con macchinari che comprenderanno una cippatrice e una frantumatrice per il vetro. La terza componente è quella di Inspire l’amore per l’oceano e per l’ambiente. La convinzione è che attraverso gli sport acquatici, l’educazione e i festeggiamenti i bambini perderanno la paura dell’oceano e impareranno ad amarlo, e quindi a proteggerlo.

Sonu Shivdasani, CEO e fondatore di Soneva, ha dichiarato: «Se lavoriamo insieme, siamo sicuri di poter creare l’ambiente giusto per far sì che le Maldive siano il Paese più progressista al mondo in materia di plastica monouso. Se progettiamo pensando a pochi anni futuri, possiamo vedere che tutte le isole avranno fiorenti centri di raccolta differenziata; non ci saranno sacchetti di plastica; non ci saranno cannucce di plastica; le isole avranno i propri impianti di imbottigliamento dell’acqua; nessun alloggio o resort servirà l’acqua in bottiglie monouso».

 

Francesca Sirignani

Foto © Soneva

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui