Praga: workshop sulla green economy all’Ambasciata d’Italia

0
100

“Waste management, sostenibilità ambientale e recupero smaltimento rifiuti”, organizzato in collaborazione con la Camera di Commercio italo-ceca

I saloni dell’Ambasciata italiana a Praga hanno accolto lo scorso 29 settembre una trentina di aziende ceche e del Belpaese per il workshop su “Waste management, sostenibilità ambientale e recupero smaltimento rifiuti”, organizzato dalla rappresentanza diplomatica in collaborazione con la Camera di Commercio italo-ceca, l’Associazione ceca per la gestione dei rifiuti e il Gruppo UniCredit.

Dopo il saluto dell’ambasciatore Aldo Amati, hanno preso la parola i rappresentanti dei ministeri dell’Ambiente e dello Sviluppo Regionale della Repubblica Ceca, nonché i ricercatori e gli specialisti del settore italiani e cechi. Green economy IIIAl centro del dibattito, cui hanno fatto seguito incontri B2B, le linee guida della Commissione europea per il raggiungimento di una “economia circolare” e  un confronto sulle best practices in materia di legislazione e strumenti attuativi volti a favorire lo sviluppo ecosostenibile e la corretta gestione dei rifiuti, anche nell’ottica del recupero energetico.

L’ambasciatore Amati ha sottolineato gli obiettivi ambiziosi fissati a livello di Unione europea con la messa al bando del sotterramento dei materiali riciclabili entro il 2025 e il riciclo del 70% dei rifiuti solidi dei centri abitati entro il 2030,  evidenziando le opportunità che si aprono per la creazione di posti di lavoro dal processo di trasformazione nell’utilizzo delle materie prime.

«Quest’incontro settoriale riveste una grande valenza per le aziende ceche interessate alla realtà italiana circa le tematiche ambientali e di smaltimento dei rifiuti nonché all’applicazione in Italia del Regolamento europeo in materia – ha dichiarato il diplomatico italiano –  Green economy IIl’incontro mira altresì ad allargare la sfera di interesse dell’imprenditoria italiana con l’auspicio di future collaborazioni commerciali in questo Paese dell’Europa centro-orientale. Si vuole dare così risalto ancora una volta al rafforzamento dei rapporti economici, comunque già in costante miglioramento negli ultimi anni».

 

Claudia Lechner

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui