Francia, il turismo nel segno della natura e della cultura

0
215

Presentati nella capitale numerosi eventi che si svolgeranno nel 2020. In aumento i visitatori italiani a Parigi per le festività del 2019. Sempre prima destinazione estera

È cominciato a Milano, passando per Bologna, una serata a Roma in un albergo di Via Veneto cuore della dolce vita, quasi un omaggio ai 100 anni della nascita di Federico Fellini, per approdare a Napoli, il roadshow di Atout France – Agenzia per lo sviluppo del turismo francese per presentare le novità di un anno, il 2020, nel segno della natura, della cultura e dei grandi eventi.

«Quindici partners francesi arrivati a Roma a dimostrazione di un interesse nei confronti della stampa italiana e degli operatori di viaggio», ha esordito Frédéric Meyer, direttore Atout France Italia-Grecia. La macchina organizzatrice dell’Ente del Turismo in Italia della Francia si è mossa nelle quattro città italiane per presentare programmi ed eventi di piccole e grandi città.

          Frédéric Meyer

Tutto questo alla luce di un quadro negativo per gli scioperi che hanno interessato soprattutto Parigi. «Gli scioperi hanno penalizzato gli spostamenti sia degli abitanti sia dei visitatori e Parigi ha attraversato un momento piuttosto difficile nel mese di dicembre» – ha proseguito Meyer – «Nonostante questo, i visitatori e i parigini si sono spostati con altri mezzi».

Gli italiani nonostante tutto hanno visitato Parigi per le festività di fine anno e si stima un aumento del 7%, passando dal quinto al secondo posto per arrivi a dicembre 2019. La Francia continua ad essere la prima destinazione estera per gli italiani, che nel 2018 aveva fatto registrare oltre 7 milioni di turisti e il mercato italiano era al sesto posto.

È da sottolineare che la Valle della Loira ha registrato un aumento del 15% e la Costa Azzurra del 6% nel 2019.

Molte le novità per il 2020 quali il Festival dell’Impressionismo in Normandia dal 3 aprile al 6 giugno in un percorso dal XIX Secolo a oggi fra grandi mostre, musica, fotografia, cinema; Lille capitale mondiale del design per tutto l’anno; il Tour de France che parte da Nizza dal 17 giugno al 19 luglio; i 10 anni del Centre Pompidou a Metz alla cui direzione è stata nominata l’italiana Chiara Parisi; Il Festival di Cannes dal 12 al 23 maggio.

Gli enonauti troveranno il luogo adatto per le loro incursioni a Bordeaux, la città del vino che dal 18 al 21 giugno si trasforma in una “strada del vino a cielo aperto” con la degustazione dei vini di Bordeaux e della Nuova Aquitania, lungo la quale i visitatori potranno incontrare i viticoltori, degustare i vini, visitare i velieri storici.

Da visitare Montpellier che celebrerà 800 anni della sua Facoltà di Medicina, i cui statuti risalgono al 1220, una delle più antiche scuole di medicina del mondo occidentale. E la riapertura de “Le jardin des sens”, rinascita di una istituzione della gastronomia a Montpellier. L’inaugurazione del MOCO (Montpellier Contemporain) aggiunge alla città uno spazio per l’esposizione di opere pubbliche e private da tutto il mondo. La città sarà collegata con Roma con 2 voli settimanali con il vettore low cost Transavia.

Cannes ha avviato una serie di lavori pubblici con l’ampliamento delle spiagge e la ristrutturazione degli stabilimenti balneari. Sono stati investiti oltre 900 milioni di euro per la ristrutturazione e modernizzazione degli Hotels più famosi di Cannes, città in continua evoluzione con l’obiettivo di diventare una destinazione responsabile, una città pilota in Francia.

Numerose le proposte culturali e di arte di vivere che sono disponibili su france.fr

Il 2020 è l’anno per promuovere e valorizzare l’ambiente, la natura attraverso un turismo più responsabile.

https://www.facebook.com/Eurocomunicazione/videos/2898577043537670/

 

Enzo Di Giacomo

Foto e video © Eurocomunicazione, Enzo Di Giacomo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui