Monte Athos: apre il Festival Kouzina 2018

  • Condividi questo articolo

La penisola calcidica, ancora intatta e poco frequentata dai turisti, offre inaspettate esperienze gastronomiche, naturalistiche e culturali

26 marzo 2018 | di | Enogastronomia

Durerà un mese esatto, dal 15 maggio al 15 giugno, il Festival Kouzina nell’area del Monte Athos. Una vera e propria celebrazione delle tradizioni gastronomiche di questo angolo ancora intatto della Grecia, poco battuto dal turismo di massa. La penisola calcidica offre infatti una natura rigogliosa e incontaminata, ricca di sentieri e percorsi fra i quali il più noto è il cammino di Aristotele, che si snoda fra Olympiada e Stagira. Qui nacque il grande filosofo, qui vennero poste le basi del pensiero occidentale.

Affascinanti le rovine dell’antica città, abbarbicate su scogliere a picco su un mare di cristallino nitore. Nella vicina Olympiada si respirano atmosfere rilassate di altri tempi. Il turista desideroso di riposo potrà trattenersi nelle numerose taverne a conduzione familiare, godendo la brezza marina e il gusto dei prodotti locali.

Ma torniamo al Festival, una vera mescolanza di sapori e profumi provenienti dall’Asia minore, dalle antiche ricette monastiche, da quel grande bacino culturale e crogiolo di popoli che è stato il Mediterraneo. Un trionfo dei prodotti del mare e della terra, declinati nelle maniere più disparate e fantasiose.

Competizioni e lezioni di cucina arricchiranno una programmazione già molto ampia.  Fra gli appuntamenti più importanti si segnala ad esempio la festa dei santi Costantino ed Elena ad Ouranoupolis, una celebrazione religiosa che sfocerà in un intrattenimento musicale e danzante, con degustazioni di piatti locali (21 maggio).

Protagonista assoluto il mare e i suoi prodotti. Si segnalano, stavolta nella cittadina di Olympiada, una festa dedicata alle cozze e ai frutti di mare (22 maggio), aromatizzati con le erbe locali, e ancora una giornata dedicata al pesce in tutte le sue varietà il 23 dello stesso mese.

Dal 28 maggio in poi il focus sarà sulla cucina monastica. I religiosi che abitano il Monte Athos, inaccessibile alle donne per un atavico divieto, conservano ricette tramandate da secoli. Gli eventi si terranno nei cortili delle chiese, o in prossimità degli edifici religiosi, creando alchimie del tutto particolari.

Per chi non conosce l’isola di Ammouliani, le giornate dall’8 al 10 giugno offrono l’occasione di gustare pesce freschissimo, scoprendo le bellezze naturali di questo luogo incantevole. La più grande flotta di pescherecci della Macedonia centrale garantisce un approvigionamento continuo di prodotti di prima qualità.

Il parco dedicato ad Aristotele e alle sue formidabili intuizioni ospiterà una cena ottomana (12 giugno), prima della grande chiusura del 15, con premiazioni e numerose sorprese. Il programma completo è consultabile sul sito: http://en.mountathosarea.org/where-to-eat/mount-athos-area-kouzina/.

 

Oksana Tumanova

Foto © Mount Athos Area

 

  • Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *