Angie Hughes

Angie Hughes

Scrivere in italiano per me è una prova e una conquista, dopo aver studiato tanti anni la lingua di Dante. Proverò ad ammorbidire il punto di vista della City nei confronti dell'Europa e delle Istituzioni comunitarie, magari proprio sugli argomenti più prossimi al mio mondo, quello delle banche.

Da Ue 12 milioni di euro a sostegno della sicurezza alimentare globale

Firmati accordi di finanziamento per tre nuovi programmi da parte del commissario europeo per lo Sviluppo, Neven Mimica, e il direttore generale della FAO José Graziano da Silva

L’Unione europea e la FAO insieme alle agenzie partner delle Nazioni Unite con sede a Roma – il Fondo internazionale per lo sviluppo agricolo (IFAD) e il Programma alimentare mondiale (PAM) – hanno firmato oggi un accordo da 12 milioni di euro per il sostegno dell’Ue a tre programmi progettati per affrontare diversi aspetti della […]

di 24 novembre 2018 Leggi tutto

Brexit ancora in alto mare, confini Irlanda sempre rebus

Barnier ai ministri Ue, ancora niente accordo. Johnson invoca ammutinamento. May: «Non firmerò intesa a qualsiasi prezzo». Aumentano le richieste di secondo referendum

Si apre una settimana che potrà essere cruciale per la trattativa sull’uscita del Regno Unito dall’Ue, la cosiddetta Brexit. Domani si terrà la riunione del gabinetto May, da cui dovrebbe uscire la bozza di accordo per il divorzio, messa assieme dalla squadra di tecnici organizzata nelle ultime ore. Ma la partita all’interno della maggioranza di […]

di 12 novembre 2018 Leggi tutto

Standard and Poor’s non declassa l’Italia, ma abbassa l’outlook

Sollievo, S&P salva il rating. Preoccupa, però, che a rischio finisca la crescita a causa della manovra di bilancio che può soffocare la ripresa del settore privato

C’era grande attesa e un certo scetticismo per la valutazione dell’agenzia di rating internazionale Standard and Poor’s di venerdì scorso, dopo il declassamento di Moody’s e l’abbassamento dell’outlook di Fitch. L’agenzia S&P stima un deficit per il 2019 meno ottimista di quello previsto dal governo: 2,7%, contro il 2,4% indicato dall’esecutivo. Quanto alla crescita, S&P […]

di 29 ottobre 2018 Leggi tutto

Moody’s declassa rating Italia, a un passo da “spazzatura”

La manovra economica del governo del Belpaese spaventa l’Unione europea, per bilancio e prospettive crescita, ma il commissario Moscovici esclude il contagio

A differenza dell’agenzia di rating internazionale Fitch questa volta è una stroncatura quella che ha fatto Moody’s: l’atteso e temuto declassamento previsto c’è stato, il taglio del rating dell’Italia di un ulteriore gradino a Baa3 (da Baa2), ora davvero a un passo da essere considerato titolo (ovvero “spazzatura”), tecnicamente “non investment grade“. Questo alla vigilia […]

di 19 ottobre 2018 Leggi tutto

Monito Fitch all’Italia, promesse incoerenti con debito

L’agenzia di rating confema “BBB” ma l’outlook è negativo. C’è un rischio di voto anticipato e forti pressione sullo spread. L’Istat certifica un rallentamento dell’economia

L’agenzia di rating internazionale Fitch conferma il giudizio sull’Italia a “BBB” ma taglia l’outlook da “stabile” a “negativo“. Pesa il prospettato allentamento di bilancio delle misure nel contratto di governo M5S-Lega, spiega l’agenzia di rating, che renderà il già elevato debito pubblico «più esposto» rispetto a potenziali shock. E se le probabilità che l’Italia esca […]

di 31 agosto 2018 Leggi tutto

Negoziati Ue-Gb senza sosta, entrati in fase finale

Brexit, Barnier: «Siamo su lungo cammino, non siamo sulla cima». Il problema su cui si arenano i negoziati è sempre lo stesso, le frontiere fra le due Irlande

I capo-negoziatori di Unione europea e Regno Unito, Michel Barnier e Dominic Raab, hanno detto di aver trovato un accordo per accelerare i colloqui sulla Brexit e cercare di superare le ultime divergenze sull’uscita del Regno Unito e le relazioni future. «I negoziati stanno entrando nella fase finale», ha spiegato il francese durante una conferenza […]

di 21 agosto 2018 Leggi tutto

Piano Brexit, May: «stop a cittadini Ue in cerca di lavoro»

Presentato Libro Bianco ai Comuni, la premier rischia la ribellione dei deputati Tory. Ma anche la bocciatura della City, timorosa per le perdite finanziarie che ci saranno da qui alla scadenza

«Lasciare l’Unione senza lasciare l’Europa», tenendo fede al risultato del referendum del giugno 2016, quando il 52% del corpo elettorale si espresse in favore del “leave” contro il “remain”. E allora fine della libertà di movimento, di firmare propri accordi commerciali e della giurisdizione della Corte europea sul Regno Unito perchè l’accordo sull’uscita del Regno […]

di 12 luglio 2018 Leggi tutto

Bilancio Ue: Parlamento europeo vota in favore aumento risorse

Più contributi nazionali e nuove risorse proprie, altro che tagli. Oettinger: «nessuno sa se prossimo Pe sarà europeista», per cui si deve decidere entro il 2019

Dall’aula plenaria del Parlamento europeo a Strasburgo, con l’approvazione di due risoluzioni sulla definizione del prossimo Quadro finanziario pluriennale (Qfp) che dovrà fare i conti con un buco fra i 10 e i 13 miliardi l’anno causato dall’uscita del Regno Unito dall’Ue (la famigerata Brexit), giunge la posizione della Camera unica comunitaria affinché il bilancio […]

di 14 marzo 2018 Leggi tutto

Luis De Guindos è il nuovo vice di Draghi alla Bce

L’Eurogruppo decide per lo spagnolo. Le mire del presidente della Buba Weidmann, che anche secondo Bloomberg è il favorito al posto dell’ex governatore della Banca d’Italia

La corsa sembrava già vinta in partenza, ma il nome del nuovo vicepresidente della Bce, successore del portoghese Vitor Constancio, si è conosciuto solo lunedì. È stato, infatti, l’Eurogruppo a scegliere tra i due candidati, il ministro spagnolo dell’economia Luis De Guindos, e il governatore della Banca d’Irlanda Philip Lane, con il primo che aveva […]

di 19 febbraio 2018 Leggi tutto

Mercati guardano a Usa dopo tonfo Dow Jones di venerdì

Si teme un nuovo trend ribassista, timori degli analisti per il rialzo dei tassi con il “nuovo” vertice della Federal Reserve. In Europa occhi puntati sulla Germania

Prima o poi doveva succedere un flop o siamo davanti a un nuovo lungo trend ribassista? Dopo il capitombolo di Wall Street venerdì scorso, giornata nera in cui l’indice Dow Jones ha perso 666 punti, pari al 2,5%, gli analisti si interrogano su quale sarà il seguito. Se cioè da domani i mercati aggiusteranno il […]

di 4 febbraio 2018 Leggi tutto