Legumi del Sud del mondo sulle tavole italiane ed europee

0
61

Siglato accordo di cooperazione FAO – Fertitecnica Colfiorito per promuovere il consumo e la produzione di legumi e combattere la povertà rurale

L’Agenzia delle Nazioni Unite contro la fame nel mondo (Fao) e Fertitecnica Colfiorito, azienda umbra leader nel mercato italiano delle leguminose, hanno siglato oggi un accordo che porterà sugli scaffali dei supermercati italiani ed europei legumi (fagioli, ceci e lenticchie) di qualità provenienti da cooperative agricole dei Paesi in via di sviluppo. Tale iniziativa offrirà un notevole sostegno all’economia dei piccoli agricoltori del Sud del mondo e, allo stesso tempo, contribuirà a promuovere una nutrizione sana e sostenibile in Italia e in Europa.

Le cooperative beneficiarie dell’accordo verranno individuate attraverso l’ampio network di uffici Fao nel mondo e l’expertise del suo personale tecnico, mentre i prodotti finali verranno commercializzati attraverso la rete di distribuzione di Fertitecnica Colfiorito. Esperti Fao e Fertitecnica Colfiorito valuteranno le cooperative selezionate per assicurarsi che queste abbiano la capacità di fornire prodotti innovativi e di qualità all’altezza del mercato finale e forniranno formazione e sviluppo delle competenze al personale sul campo. Sono anche previste visite dei produttori agli stabilimenti Fertitecnica Colfiorito in Italia per toccare con mano tecnologie avanzate e buone pratiche nella lavorazione dei legumi.

Per la prima volta nella storia dell’Organizzazione inoltre, la Fao e Fertitecnica Colfiorito collaboreranno in una campagna di “Cause Related Marketing“, grazie alla quale una parte del ricavato proveniente dalla vendita di alcuni prodotti Fertitecnica Colfiorito sarà destinata al sostegno di progetti Fao in Paesi in via di sviluppo. Altre iniziative dell’accordo comprendono: una pubblicazione che racconterà il percorso che ha portato Fertitecnica Colfiorito al successo odierno puntando su prodotti di qualità e coinvolgendo piccole cooperative agricole locali; una applicazione per cellulare diretta a far conoscere i benefici dei legumi a bambini e adulti in modo interattivo e divertente; il sostegno ad università e centri di ricerca per lo sviluppo di studi su nuovi modi di consumare, lavorare e coltivare i legumi.

Intervenendo alla firma dell’accordo Kostas Stamoulis, assistente del direttore generale e capo del Dipartimento Sviluppo Economico e Sociale della Fao ha sottolineato che «il consumo di legumi contribuisce significativamente alla salute umana poiché fornisce un’alimentazione sostenibile, ricca di nutrienti, variegata, sicura e di qualità. Inoltre, la coltivazione dei legumi è fondamentale per mantenere la fertilità dei suoli, preservare la biodiversità e per mitigare gli effetti negativi del  cambiamento climatico. Senza dimenticare l’ impatto positivo che il loro consumo e la loro produzione hanno in termini di  sicurezza alimentare e di rafforzamento dei mezzi di sostentamento dei propri agricoltori, contribuendo in questo modo allo sviluppo rurale. La loro produzione richiede poche risorse e sono accessibili alle famiglie vulnerabili. Grazie a questa campagna di “Cause Related Marketing” si potranno finanziare nuovi progetti di sviluppo e potenziare l’accesso ai mercati da parte dei piccoli produttori  vulnerabili. «Siamo entusiasti di questa collaborazione con Fertitecnica Colfiorito e fiduciosi  di condividere con voi i successi e i risultati nei prossimi mesi».

Luca Mattioni, vice presidente e Alessio Miliani direttore operativo di Fertitecnica Colfiorito, hanno affermato: «Siamo onorati di iniziare questa collaborazione con la Fao. Da anni la nostra mission è assicurare al consumatore l’alta qualità dei prodotti e dei processi e diffondere la conoscenza dell’importanza dei legumi.  Crediamo fermamente in questa collaborazione in quanto i legumi sono la nostra storia e la nostra passione. Quello che in Italia è stato considerato per molto tempo la base di un pasto povero, in realtà si sta rivelando un prezioso alleato e per il pianeta, essendo alla base di un’alimentazione smart e di un’agricoltura sostenibile, per questo il nostro obiettivo principale è quello di promuovere il consumo di legumi, anche fuori dal pasto, attraverso forme che ne consentono un utilizzo semplice e piacevole». Intervenendo alla cerimonia della firma, l’ambasciatore Pierfrancesco Sacco, rappresentante permanente d’Italia presso le agenzie dell’Onu a Roma, ha ricordato l’impegno dell’Italia per favorire una sempre maggiore collaborazione tra la FAO e le eccellenze nazionali.

 

Fiasha Van Dijk

Foto © Fao

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui